LA RICETTA DELLA NONNA – Il passato di zucchine

0
Condividi

Una ricetta che arriva dal sito NoiNonni, un luogo in cui ascoltare e raccontarsi, aperto non solo ai nonni, ma anche a tutti coloro che amano i bambini e che sono chiamati, a diverso titolo, a occuparsi di loro.

ricetta_passato_zucchine_bimbiariminiLa ricetta di un piatto leggero e salutare, a base degli zucchini dolci che ci regala la stagione, indicata anche in questo periodo in cui i bambini sono chiamati a tornare sui banchi di scuola. Ce la manda Giovanna Ventimiglia, la nonna che ha già collaborato con noi più volte.

Va benissimo anche per i bambini in fase di svezzamento: basta solo togliere le foglie di basilico tritato e aggiungere un bel cucchiaino di parmigiano reggiano grattugiato.

Ingredienti  – Il passato di zucchine

  • 3-4 zucchine
  • Una grossa patata
  • Uno o due cipollotti bianchi (quelli freschi primaverili sono preferibili)
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Un bel ciuffo di basilico fresco
  • Pepe (facoltativo)

Come si fa

  • Lavate e sbucciate la patate. Lavate le zucchine e i cipollotti. Quindi tagliate tutto in pezzi piuttosto grossi.
  • Cuocete le verdure con poca acqua.
  • Frullate il tutto e aggiungete olio extravergine e sale a piacere. Deve risultare una crema consistente; se vi pare che ci sia troppa acqua, prima di frullare toglietene un po’ e aggiungetela eventualmente alla fine, per ottenere la consistenza desiderata.
  • Servite con basilico tritato e, per gli adulti, una macinata di pepe misto.

Se vi piacciono le zucchine potete provare anche queste ricette:

Torta salata di riso e zucchine

Le verdure gratinate

Annalisa Pomilio, classe 1956, si occupa da sempre di bambini, con passione e con amore: come mamma, come insegnante, come giornalista, come redattrice di diverse case editrici, come autrice di libri per bambini (e anche per chi non è più bambino). Un’esperienza che ha riversato nel sito NoiNonni, rivolto ai nonni e a tutti coloro che amano i bambini e che hanno il privilegio di affiancarli nel loro percorso di crescita, riscoprendo il mondo con gli occhi incantati che solo loro riescono ad avere.

Condividi

Comments are closed.