“Io vado al museo”: che ne dite di visitare Palazzo Costabili a Ferrara?

0
Condividi
Per 20 giorni l’anno sarà possibile accedere gratuitamente a centinaia di siti di valore culturale in tutta Italia: è il progetto “Io vado al museo”. Nell’ambito di questa iniziativa domenica 3 marzo l’appuntamento #Domenicalmuseo. Visto che in Emilia Romagna i luoghi sono davvero tanti, una meta suggestiva per questa giornata puó essere il Palazzo Costabili Museo Archeologico, dove anche un laboratorio aspetta i bambini.

Con #IoVadoalMuseo, da ottobre a marzo la prima domenica del mese i musei statali sono gratuiti e quindi perché non organizzarsi per visitare monumenti, musei, gallerie e scavi archeologici? Inoltre sono previste ulteriori 14 giornate ad ingresso gratuito: 8 scelte dai direttori dei musei autonomi e dei poli museali regionali (è possibile consultare tutte le aperture su iovadoalmuseo.it) e 6 durante la #SettimanaDeiMusei, che quest’anno si svolge dal 5 al 10 marzo.

“Io vado al museo” è un’iniziativa del Ministero per i beni e le attività culturali, grazie a cui sarà possibile accedere gratuitamente a tutti i musei, le gallerie, i monumenti, i parchi, i giardini e gli scavi archeologici sparsi per il territorio italiano, per ben 20 giorni l’anno.

Per maggiori informazioni contattare il numero verde del MiBACT 800991199 o consultare il sito.

Ferrara: Carnevale e laboratorio

La scelta é ampia nel Riminese e in Emilia Romagna, allora diamo un consiglio: fate un salto al Palazzo Costabili Museo Archeologico a Ferrara, dove domenica 3 marzo, alle 15.30, é in programma “Io a Carnevale mi trasformo in …”, una visita didattica con laboratorio per bambini, a cura del Gruppo Archeologico Ferrarese.

Il weekend sará anche un’occasione per partecipare al Carnevale, dedicato al mondo naturale del Rinascimento e a Lucrezia Borgia.

Le splendide e grandi piazze del centro ferrarese, i suoi palazzi che ancora oggi raccontano le meraviglie storico-artistiche del Rinascimento e l’imponente Castello Estense, si animeranno di cortigiani e principesse, dame e cavalieri, maschere e simboli della natura vegetale per un ricco programma di eventi che renderà i visitatori protagonisti.

Per la prima volta, in Piazza Trento e Trieste sarà allestito il Mercato Rinascimentale con stand storici. Inoltre, i visitatori saranno coinvolti in esperienze particolari: potranno assistere allo spettacolo della proiezione sulle mura interne della Casa Romei delle policromie che in origine affrescavano questa bellissima abitazione del XV secolo; potranno vedere il corteo storico in costume d’epoca rinascimentale a seguito di Lucrezia Borgia; potranno sperimentare la paurosa durezza del processo e della tortura medievale; scoprire i significati simbolici della natura e cultura rinascimentale grazie agli eventi e visite guidate organizzate dalle associazioni ferraresi e i musei civici e statali della città.

Condividi

Comments are closed.