Un gelato insieme contro il bullismo

0
Condividi

Al 36° Sigep, in programma a Rimini Fiera dal 17 al 21 gennaio, si rinnova l’appuntamento con il progetto ‘Non ConGelateci il Sorriso’ di educazione all’amicizia come valore attraverso il quale contrastare il bullismo a scuola e favorire una migliore convivenza. Torna poi il Gusto della Solidarietà: il gelato in eccedenza, al termine, sarà raccolto da volontari e venduto con offerta libera per acquistare derrate alimentari per famiglie bisognose. E una Statua della Libertà in cioccolato dedicata alle vittime di Parigi

Il gelato ha anche una funzione sociale e da otto anni il progetto ‘Non ConGelateci il Sorriso’ ne promuove la centralità nell’ambito di un progetto di educazione all’amicizia come valore attraverso il quale contrastare il bullismo a scuola, costruire ponti e connessioni con l’aiuto della stessa scuola, della famiglia, delle gelaterie artigiane, favorire una migliore convivenza nella comunità locale; incoraggiare la partecipazione delle aziende alla realizzazione di una comunità che educa.
Il progetto è stato scelto dalla Regione Emilia Romagna come esempio di concreta collaborazione tra privato e amministrazione pubblica nella creazione di servizi in risposta a nuovi bisogni sociali e secondo il riferimento teorico di “valore condiviso”, categoria che indica una nuova modalità per perseguire obiettivi di natura economica mettendo anche al centro quelli di natura sociale. Partecipano anche una trentina di gelaterie.
‘Non ConGelateci il sorriso’ è realizzato in collaborazione tra Cna Rimini, Confartigianato Rimini, Sigep di Rimini Fiera, Mo.Ca Spa, Provincia di Rimini, Uni.Rimini, Ufficio Scolastico Provinciale e con la partecipazione straordinaria della Fondazione Francolini.
L’edizione 2015 ha coinvolto quattro classi di scuola media del territorio (scuole Franchini e Fermi) attraverso numerose iniziative, a partire da un laboratorio teatrale a scuola.
A Sigep il 21 gennaio è in programma una conferenza stampa (Sala Diotallevi 1, ore 10.45). Il “Sì all’amicizia” dei ragazzi sarà affidato ad avatar, canzoni, cortometraggi, elaborati grafici. Seguirà la premiazione del gelatiere da loro decretato vincitore “Gusto dell’amicizia – Non Congelateci il sorriso” e degli elaborati vincitori del concorso che ha coinvolto tutte le classi “La gelateria che vorrei”.
In Fiera, appuntamento anche con I Maestri della Gelateria Italiana per ‘La salute vien mangiando’, educational interattivo sul tema del gelato funzionale; inoltre ‘Apprendista giornalista di giornalismo tecnico’ per capire cosa significa scrivere di gelateria artigianale; ‘Cake designer per un’ora’, laboratorio guidato per realizzare coppette e decorazioni; infine le degustazioni ne ‘Il gelato e le torte gelato delle regioni italiane’ con votazione del ‘Gusto dell’amicizia’.

A SIGEP 2015 TORNA IL GUSTO DELLA SOLIDARIETA’

Torna a Sigep 2015 il Gusto della Solidarietà, l’iniziativa promossa da Rimini Fiera insieme a Banco di Solidarietà (capofila dell’iniziativa).
Anche la 36esima edizione del salone più importante al mondo per la filiera del gelato artigianale (17-21 gennaio) vedrà al termine delle cinque giornate l’accurata raccolta del gelato non utilizzato, per poi organizzarne la distribuzione all’interno del confinante Centro Commerciale ‘I Malatesta’.
Suddiviso in vaschette, il gelato sarà reso disponibile agli acquirenti che potranno averlo con una offerta libera. Ne deriva un ‘dolce gesto di solidarietà’, poiché tutto l’incasso sarà finalizzato all’acquisto di derrate alimentari destinate ai più bisognosi. Nel gennaio scorso furono raccolti 7.700 euro e gli alimenti acquistati – 5.800 kg – vennero poi distribuiti alle famiglie indigenti del territorio.

Il successo dell’iniziativa ha avuto grande eco anche nel mondo della gelateria e numerosi espositori hanno già anticipato la loro adesione per il 2015. Di rilievo anche la partecipazione dei volontari, una quarantina, che collaborano alla riuscita del progetto, oltre ad aziende che si rendono disponibili per il supporto logistico.
La seconda edizione offrirà anche la possibilità di prenotare la vaschetta di gelato artigianale, grazie all’acquisto di coupon disponibili sia a Rimini Fiera che nella sede del Banco Alimentare al Gros Rimini.
Per informazioni: info@bdsrimini.org oppure m.pontellini@riminifiera.it

Le aziende che già da ora hanno aderito al progetto ed offerto la loro collaborazione per la sua migliore riuscita sono: il centro commerciale I Malatesta, l’azienda di catering e ristorazione Summertrade, l’agenzia di comunicazione Gambarini & Muti, lo studio tipografico Fotolito Campidelli, le aziende Medac, Domogel ed Erremme per la fornitura delle termoscatole occorrenti, Screams-Rico per gli arredi del punto vendita al centro commerciale, ed AutoMax per il trasporto alimentare del prodotto.

STATUA LIBERTÀ IN CIOCCOLATO DEDICATA ALLE VITTIME DI PARIGI

“Je suis Charlie” è la scritta che campeggerà sul libro posto nella mano sinistra della grande Statua della Libertà, tutta in cioccolata, che verrà realizzata al 36° Sigep, in programma a Rimini Fiera dal 17 al 21 gennaio. L’Accademia Maestri Cioccolatieri Italiani, diretta da Mirco Della Vecchia, dopo i tragici fatti di Parigi ha deciso di dedicare l’opera a tutti coloro che si riconoscono nella lotta al terrorismo.
La statua in cioccolato, alta 2,5 metri, avrà un peso di 1.500 kg. Il cioccolato per realizzarla è stato ricavato fondendo gli scarti di lavorazione non vendibili e non riutilizzabili.
L’opera testimonierà anche uno dei valori del made in Italy: il gelato artigianale. Al posto della fiaccola, infatti, ci sarà un cono gelato realizzato in vetro soffiato dai maestri vetrai di Murano.
Dopo il debutto a Sigep, la Statua della Libertà in cioccolata sarà ad Expo 2015, dove per sei mesi sarà esposta al padiglione dedicato al cacao. Infine, grazie ad accordi già definiti, il 31 ottobre sarà imbarcata su un aereo per essere trasferita a Washington dove sarà donata al presidente degli Stati Uniti, Barack Obama.

Condividi

Comments are closed.