‘La Bellina’ per incantare piccoli e grandi

0
Condividi

Storie di uomini e donne che hanno ancora riflessi di bambino, curiosità e voglia di stupirsi. E’ il filo conduttore degli spettacoli di qualità, ancora non visti nel riminese, della rassegna domenicale per bambini e famiglie allo Spazio Tondelli di Riccione, al via il 4 dicembre, dentro il cartellone ‘La Bella Stagione’. Scopri le novità

Quest’anno abbandoniamo le favole e le fiabe per raccontare storie vere, storie di uomini e donne che hanno ancora riflessi di bambino, hanno curiosità e voglia di stupirsi. Una proposta artistica di elevata qualità, non solo per il nome e la storia delle compagnie e degli attori in scena, ma soprattutto per la nascita e lo sviluppo degli spettacoli proposti”. Sintetizza così il nuovo tipo di proposta Alex Gabellini, che cura ‘La Bellina’, la rassegna domenicale per bambini e famiglie allo Spazio Tondelli a Riccione, all’interno del cartellone La Bella Stagione.

Gabellini: “Teatro Ragazzi banco di prova più difficile”

Sono spettacoli che nascono dall’urgenza degli attori di affrontare un argomento, di analizzarlo, di trovare risposte con un percorso didattico ed educativo parallelo alla messa in scena – aggiunge Gabellini -. Un lavoro artigianale puro, anche se fatto a volte presso grossi Centri di Innovazione o Fondazioni. La cura dei particolari, i dettagli, la ricerca delle parole e dei temi. Spesso temi impegnativi, come la paura di crescere e dell’essere soli, l’amore di coppia, la salvaguardia della natura, degli animali e il dualismo tra individui. Temi proposti da attori che sono ancor prima educatori, molti di loro hanno percorsi educativi che conducono al teatro. Hanno formazioni che nascono tra centri di recupero, ludoteche, scuole e biblioteche, sono educatori sociali, educatori della parola, educatori dei gesti, educatori musicali.

Nelle proposte domenicali troviamo linguaggi multipli, videoproiezioni, lavagne luminose, musica, teatro d’attore, narrazione e di figura… Un mix di sensazioni per tutte le età, perché il teatro ragazzi non è un teatro minore, anzi, è il banco di prova più difficile, quello che ci mette davanti al pubblico più vero, la platea più esigente, la più fantasiosa e quella meno educata, quindi dobbiamo affrontarla con tutte le tecniche che abbiamo”.

“Il Giardino delle Magie” apre la rassegna ‘La Bellina’

La rassegna parte domenica 4 dicembre con lo spettacolo “Il Giardino delle Magie” di Francesco Niccolini, vincitore del Festival di Teatro Ragazzi Festebà 2015 (Ferrara), che racconta la storia d’amore di André e Dorine.

riccione_bellina_2016

In un grande giardino pieno di alberi e fiori, un vecchio sta infornando il pane. Si chiama André. È sporco di farina e sorride. Un bambino lo guarda. Il suo nome è Nicolas. Sono vicini di casa, André e Nicolas, una vecchia casa di pietra con il tetto spiovente per la neve. André è il migliore amico di Nicolas. Da grande vorrebbe essere esattamente come lui, vecchio e sorridente. André vive con Dorine. Si amano e vivono insieme da una vita. A casa di Nicolas invece sembra che la felicità sia volata via e il giardino di André è il suo rifugio, ci passerebbe un sacco di tempo perché il pane, burro e marmellata che prepara André è buonissimo, perché l’orto di André nasconde meraviglie, perché in quel giardino il silenzio è pieno di vento e porta i ricordi di una lunga storia d’amore, perché anche se Dorine è molto malata, in quel giardino regna la pace e André è un mago che conosce mille trucchi per far tornare il sorriso.

Da Roald Dahl fino al rinoceronte di Dürer

Un omaggio a Roald Dahl a 100 anni dalla nascita. Questo é il tema dello spettacolo di domenica 11 dicembre, con Alessia Canducci e Tiziano Paganelli “Minipin, voci e suoni dal bosco incantato”. Si tratta di una lettura scenica per voce recitante e musiche tratta dall’omonimo racconto di Roald Dahl.

Alessia Canducci e Tiziano Paganelli (Foto credit Cristina Brolli)

Alessia Canducci e Tiziano Paganelli (Foto credit Cristina Brolli)

Piccolo Bill non ascolta la mamma e si avventura nel bosco stregato… cosa gli accadrà? Un viaggio pericoloso, una lettura mozzafiato tratta da Minipin di Roald Dahl, per bambini di tutte le età, raccontato insieme dalla voce della narratrice e dai suoni del musicista, in un continuo gioco di ritmi, suggestioni, atmosfere che coinvolge ed emoziona.

Poi domenica 29 gennaio arriva “Out” della Compagnia Unterwasser, che ha ottenuto già tanti premi. Uno spettacolo muto, che utilizza la musica, i suoni e le onomatopee come amplificatori del sentimento e del significato, in modo da favorire la comprensione a un pubblico vasto, oltrepassando le barriere linguistiche e culturali.

riccione_teatro_spazio_tondelli_2016_3

La rassegna chiude domenica 12 febbraio con lo produzione del Teatro dell’Archivolto (Giorgio Scaramuzzino) e Gek Tessaro, “Ganda, un rinoceronte molto particolare”.

Tra verità e leggenda si racconta la storia di un rinoceronte arrivato per ventura sulle coste liguri e reso celebre dal ritratto che ne fece il famoso pittore e incisore tedesco Albrecht Dürer, in una xilografia così famosa da girare tutto il mondo e da restare per ben tre secoli l’unica iconografia dell’esotico animale. Giorgio Scaramuzzino narrerà la storia sul palco coinvolgendo il pubblico in un gioco teatrale e sarà affiancato da Gek Tessaro, uno dei più importanti illustratori italiani, vincitore del premio Andersen 2010. I disegni e le animazioni creati dal vivo dal disegnatore, proiettati su un grande schermo, daranno corpo e magia alle avventure del rinoceronte.

Spettacoli domenicali: ingresso unico 5€ a partire dai 4 anni

Prenotazione spettacoli: stagione@riccioneteatro.it

Info spettacoli: Alex Gabellini 339 8972742; alexgabellini@libero.it

Sono invece rivolte alle scuole primarie, medie inferiori e superiori le matinée a teatro, con appuntamenti di spettacoli e laboratori per studenti e insegnanti. Si è partiti a fine ottobre con ‘I principi fondamentali’, un laboratorio rivolto agli studenti delle superiori attorno ai temi della costituzione e dell’utopia, ideato e condotto dal critico e scrittore Graziano Graziani.

Condividi

Comments are closed.