Teatropergioco: ragazzi in scena nel teatro della vita

0
Condividi

Sabato 30 aprile al Teatro degli Atti di Rimini incontro con “L’amico immaginario” dei ragazzi del Laboratorio Stabile Alcantara, riferimento fidato nel complicato percorso di transizione verso l’età adulta. Fino al 28 maggio un cartellone di allestimenti inediti per 150 giovani e giovanissimi che giocano il proprio teatro di vita affrontando sulla scena temi a loro vicini, a volte complessi ma sempre stimolanti.

teatroxgiochi_alcantara_bimbiariminiSui palcoscenici della provincia di Rimini torna a fiorire Teatropergioco, tradizionale rassegna primaverile del teatro dei ragazzi del Laboratorio Stabile Alcantara, giunta alla tredicesima edizione e realizzata in collaborazione e con il contributo della Regione Emilia-Romagna e dei Comuni di Rimini, San Leo e Santarcangelo di Romagna.

Il Laboratorio Stabile Alcantara, attivo dal 1988, è un punto di riferimento per i giovani e giovanissimi che desiderano vivere attivamente l’esperienza teatrale. Non una scuola di teatro ma un progetto educativo a lungo termine, luogo di formazione dove poter giocare il proprio teatro di vita, in cui scoprire valori importanti (rispetto, fiducia, attenzione, sensibilità, ascolto…), in cui esprimersi e comunicare, appropriandosi dell’autocritica e dell’ironia, e in cui sviluppare uno sguardo sul mondo e su se stessi. Esperienza coinvolgente e carica di energia, divertimento e creatività, dove ognuno è importante non per ciò che sa fare, ma per quello che è.

Le sedi attive a Rimini, Santarcangelo di Romagna e San Leo hanno quest’anno accolto 150 persone – tra bambini, ragazzi e componenti del Laboratorio Psicosociale – guidati da Damiano Scarpa, Anna Rita Pizzioli, Grazia Perazzini, Sara Galli, Elena Manenti e Marco Cestonaro. Un lavoro collettivo che come sempre ha valorizzato il contributo dei partecipanti allestimento degli spettacoli inediti di Teatropergioco, in scena fino al 28 maggio tra il Teatro degli Atti di Rimini, la Casa del Teatro e della Danza di Viserba Monte, la Sala Lavatoio di Santarcangelo di Romagna e il Teatro di Pietracuta (San Leo).

Amori e delitti, il Pinocchio 2.0 e un’Antigone adolescente…

teatroxgioco_2_bimbiariminiDopo l’anteprima con “La Tempesta” del Laboratorio PsicoSociale a Novafeltria e il “Giallo per caso” dei ragazzi di Pietracuta, sabato 30 aprile, alle ore 21, Teatropergioco approda al Teatro degli Atti di Rimini per far conoscere a tutti “L’amico immaginario”. Lucilla è una pre-adolescente che sta faticosamente affrontando la sua crescita misurandosi con la difficile relazione con gli altri… Che cosa spinge una ragazzina a chiudersi in se stessa al punto da comunicare solo con un amico immaginario? Probabilmente la sensazione di non essere compresa, l’incapacità di chi la circonda di intuire i suoi sentimenti e il suo disagio, la mancanza di sensibilità da parte dei coetanei, o l’atteggiamento del gruppo che si trasforma in “branco” quando si coalizza contro chi è più fragile.

Venerdì 6 maggio, alle ore 21, al Teatro degli Atti “Primi amori e primi delitti”. Un gruppo di amici si ritrova, all’indomani di una festa, nella sala d’attesa di un commissariato di polizia per un interrogatorio. Tutti sono ugualmente sospettati e sospettabili di omicidio. Tema forte, svolgimento leggero: i dialoghi incalzanti dei dieci amici conducono il pubblico in un giallo che svela i tanti fili di una complessa trama, dove ogni personaggio, seppur legato agli altri, è alla ricerca della propria strada verso il mondo dei grandi.

Sabato 7 maggio, ore 21, al Teatro degli Atti un singolare “Pinocchio 2.0”: superprogrammato, creato per rispondere alle esigenze di mercato dai nipoti tecnologici di Geppetto. Ma anche in questo caso Pinocchio si lascerà guidare dall’istinto e dai sentimenti in un mondo pieno di spietati imbroglioni, falsi manager di rockstar, fate spregiudicate, trasmissioni televisive spazzatura, alla ricerca della sua vera identità…

Domenica 8 maggio, ore 18, “L’eternità è un battito di ciglia” al Teatro degli Atti. Spettacolo che incrocia il libro di fantascienza per ragazzi “Cosa c’è dietro le stelle?” di Jostein Gaarder con le riflessioni dei giovani. Al di là di tutto, oltre le ultime stelle, c’è il paese di Sukkavati, dove il tempo non esiste e tutto scorre sempre uguale. Il mondo è una fantasia nata dai sogni di Oliver e Olivia, ma i terrestri non sanno di vivere in una favola, è necessario informarli… Durante la loro spedizione sulla terra, i bambini scoprono il significato del tempo.

Venerdì 13 maggio, ore 21, al Teatro degli Atti si viaggia lungo le coordinate di “Erinnerung – Memoria”. Nove ragazze e un’attrice ripensano in scena agli accadimenti del periodo nazista da un particolare punto di vista: quello di un’adolescente tedesca, nata alla fine degli anni ‘50, che a 14 anni scopre con dolore che il suo paese si è macchiato di crimini orrendi.

Sabato 14 maggio, alle ore 18,30, alla Sala Lavatoio di Santarcangelo di Romagna va in scena “La grande paura”. Nella notte di Halloween due gruppi di amici hanno l’occasione di affrontare il loro mostro più segreto… per riscoprirsi più forti e forse anche un po’ grandi. Perché affrontare le proprie paure a volte significa ammetterle e ammetterle significa arrendersi e farsi “mangiare” da esse. Un’avventura tra leggenda e realtà per scoprire che le paure sono fatte di niente. Forse.

Giovedì 19 maggio, ore 21, al Teatro degli Atti di Rimini gli adolescenti si sentono “Come Antigone”. Della celebre tragedia di Sofocle, lo spettacolo mantiene alcuni elementi essenziali: l’eterno conflitto fra le ragioni di Antigone – depositaria dei vincoli di sangue e dell’autodeterminazione – e le leggi che regolano la società, che esigono obbedienza uniforme e incondizionata; i conflitti uomo/donna, età adulta/giovinezza, ribellione/sottomissione. Alle parole tratte dal testo originale si sovrappongono voci e azioni dei ragazzi.

Sabato 21 maggio (ore 21) e domenica 22 maggio (ore 22) alla Casa del Teatro e della Danza di Viserba di Rimini il gruppo adulti s’incontra in “Sala d’attesa”. Sei personaggi si ritrovano loro malgrado in uno spazio angusto, asettico e sconosciuto, senza sapere cosa fare, o cosa non fare. Una voce, vicina e reale ma al tempo stesso aleatoria, li costringe a porsi domande riguardo al tempo e all’attesa, e quindi, al modo in cui il tempo, o la mancanza di esso, condiziona la loro vita. Posti limitati, prenotazione obbligatoria a info@marcocestonaro.it

Sabato 28 maggio, ore 21, alla Sala Lavatoio di Santarcangelo si sta “In libertà”. Nella vita di ogni bambino tante sono le voci che dicono cosa fare e cosa non fare. Fino a quando arriva il momento di uscire e andare oltre la porta di casa. Ma scegliere quali altre porte varcare e quali strade intraprendere potrebbe non essere così facile… Tra strani incontri e singolari situazioni, i bambini sono chiamati a interrogarsi su cosa significhi conquistare la libertà.

Gli spettacoli di Teatropergioco più rappresentativi, per tematiche e tecniche di rappresentazione, verranno selezionati per il cartellone della Stagione Teatrale di Arcipelago Ragazzi 2016/2017 dedicata alle scuole della provincia.

Ingresso a donazione libera in favore di Emergency.

Informazioni: 0541 727773 – 320 0261464

Condividi

Comments are closed.