Alla scoperta dell’affascinante Rocca delle Fiabe

0
Condividi

Il paese del Natale e del tartufo… Se uno dice Sant’Agata Feltria, sicuramente queste sono le due cose che vengono prima di tutto in mente a ognuno di noi. Ma c’é un’altra cosa che si può aggiungere: il paese delle fiabe, e vista la suggestiva atmosfera e i magici scenari della città non c’é niente sorprendersi.

L’inaugurazione della Rocca delle Fiabe, che si trova nella Rocca Fregoso (una delle eccellenze del borgo riminese, riaperta dopo tanti anni) si é svolta nel settembre 2014, e dopo la chiusura invernale è stata poi riaperta questa primavera. Ma come é la Rocca delle Fiabe? Essendo un po’ curiosi (forse per deformazione professionale…), siamo andati a scoprirlo di persona. Ecco, dunque, le nostre impressioni.

Sant’Agata Feltria è senz’altro una piccola cittadina, ma molto bella, circondata dalle colline, e anche in primavera si ricorda di essere il paese del Natale, vista la presenza della Casa di Babbo Natale nel parcheggio vicino al centro…

rocca_fiabe_santagata_15_bimbiarimini

Quattro stanze dedicate alla fiabe

Professor Antonio Faeti

Professor Antonio Faeti

Per giungere alla Rocca delle Fiabe occorre camminare un po’ verso la parte più alta del borgo, ma arrivando ci aspetta un bel panorama e la Rocca appunto, dove entrando ci si sente davvero come nelle favole. Quattro stanze dedicate alla fiaba, popolate di libri, video, estratti, scritti, animazioni a tema, anche multimediali, che hanno il compito di informare i visitatori. Questo é il progetto, ideatore il professor Antonio Faeti, santagatese di origine paterna, docente di storia della letteratura per l’infanzia al dipartimento di scienze dell’educazione dell’Università di Bologna, e – aspetto che forse non tutti sanno – fratello della Nonna Azzurra che aspetta i bambini da tempo alla libreria Viale dei Ciliegi 17 di Rimini con le sue fiabe e merenda.

Delle quattro stanze, che poi sono suddivisioni per aree tematiche (Stanza “scarpe-scarpine-scarpette-scarpettine”, Stanza “del solitario castellano”, Stanza “del viaggiatore incantato”, Stanza “dei fanciulli nella foresta”), per il momento la prima é pronta ed è ospitata al secondo piano. Una seconda stanza sarà realizzata quest’anno, mentre le altre sono da sviluppare negli anni a venire.

rocca_fiabe_santagata_21_bimbiarimini

Il percorso guidato parte da una sala introduttiva con quattro videoproiettori che presentano momenti topici dell’intero mondo fiabesco, interpretazioni iconografiche degli illustratori internazionali di tutti i tempi con più di mille immagini.

rocca_fiabe_santagata_20_bimbiarimini

Cenerentola e la preziosa scarpetta

Poi arriviamo alla ‘Sala delle Perseguitate, in cui troviamo una Cenerentola al camino (ma anche un’altra in un ambiente moderno con l’aspirapolvere…), e altre figure di donne perseguitate tratte da illustrazioni di fiabe, aventi origine in Norvegia, Serbia e altri Paesi… E grazie alla visita guidata impariamo che la favola di Cenerentola arriva dalla Cina, poi ‘sbarca’ in Italia, e che l’originale scarpa della fanciulla era in vetro…

Possiamo ascoltare due fiabe a tema nel “Nido della Narrazione”, collocato nella torre della rocca, prima di entrare in un grande salone che stimola al massimo l’ammirazione dei bimbi. Ballerini che danzano, vestiti secondo lo stile di famosi illustratori, colori e musica, insomma un’atmosfera fiabesca. Non manca il camino, l’orologio che scandisce il tempo nel fatidico conto alla rovescia verso mezzanotte, il panorama da una finestra della sala del ballo, poi allo scoccare della mezzanotte la fuga di Cenerentola (dalla Rocca delle Fiabe) e il gran finale. E in una vetrinetta si trova anche la preziosa scarpetta realizzata da Ferragamo preziosamente ricoperta di Swaroski realizzata per il film “Ever after a Cinderella Story” del 1998.

Biblioteca virtuale e libri pop-up

rocca_fiabe_santagata_19_bimbiariminiProseguendo nel percorso, si trova anche la biblioteca virtuale, di grande contenuto tecnologico e di forte impatto emozionale, che permette di sfogliare prestigiosi volumi, e la stanza con il grande tavolo touch-screen regalerà la possibilità di navigare alla ricerca di immagini e descrizioni fiabesche.

Al primo piano si trovano libri pop-up e mostre temporanee legate sempre al tema della fiaba. A pianterreno, invece, è possibile visitare un bookshop, che ospita una collana di testi sul fiabesco con relativa oggettistica a tema, e sostare nella zona accoglienza e ristoro.

rocca_fiabe3_bimbiarimini

Oltre alla rocca, la Pro Loco organizza anche racconti animati gratuiti dedicati al mondo fiabesco nel settecentesco teatro Angelo Mariani, tutto in legno (uno dei più antichi della Penisola), una vera e propria ‘chicca’, in grado di affascinare grandi e piccini.

Da non perdere a Sant’Agata Feltria…

– La Chiesa di San Francesco della Rosa, che si trova accanto alla Rocca Fregoso

rocca_fiabe_santagata_16_bimbiarimini

– Il Palazzo Fregoso (costruito nel 1605 da Orazio Fregoso come sede delle magistrature locali) e all’interno della sua mole il teatro “Angelo Mariani”, costruito tra il 1723 e il 1743-1753 dall’architetto Giovanni Vannucci, interamente in legno.

rocca_fiabe_santagata_17_bimbiarimini

Camminata nelle vie e nei vicoli del borgo.

rocca_fiabe_santagata_18_bimbiarimini

INFO: Rocca delle Fiabe, tel. 0541 929923, info@roccadellefiabe.it

Orario: mar-dom dalle 10 alle 12, dalle 15 alle 17.

Ingresso: bambini 0-3 anni gratis, 4 – 10 anni 4 euro, adulti 6 euro

Condividi

Comments are closed.