Riaprono al pubblico le grotte di Onferno

0
Condividi

Nel pomeriggio di sabato 18 luglio l’atteso evento a Gemmano, dopo 30 mesi di interventi di ripristino e messa in sicurezza. Scopri il programma, ricco di proposte per bambini e famiglie

onferno_grotte_3_bimbiariminiUn momento tanto atteso da chi vive nel territorio riminese, ma anche da tantissimi turisti. Sabato 18 luglio riaprono infatti al pubblico le Grotte di Onferno, nel Comune di Gemmano, dopo 30 mesi di interventi di ripristino e messa in sicurezza.

Questa bellezza naturale è patrimonio del sistema turistico della provincia di Rimini e contribuisce ad arricchirne e a diversificarne l’offerta.

Il programma di sabato 18 ad Onferno

Ore 15 Apertura Centro Visite della Riserva con possibilità di visite al Museo Naturalistico e al Giardino Naturale. Angolo gioco di ispirazione montessoriana per esperienze sensoriali allestito con materiali naturali.
Ore 15.30 Prima visita in grotta.
Ore 16.15 Raccontafavole sotto la grande quercia.
Ore 17 Brindisi e merenda inaugurale per tutti, con la presenza del sindaco di Gemmano Riziero Santi e dell’assessore regionale Emma Petitti.
Ore 17.30 Seconda visita in grotta.
Ore 18.15 Raccontafavole sotto la grande quercia.

Biglietto ingresso in grotta: 9 € intero, 7 € ridotto. Posti limitati. Prenotazione obbligatoria telefonando al numero 335 7020834.

Iniziativa speciale dedicata ai residenti

onferno_grotte_4_bimbiariminiL’Amministrazione comunale ha inoltre pensato anche ad una iniziativa dedicata ai residenti a Gemmano in modo che prima di tutto la comunità locale possa apprezzare il valore e la bellezza dei luoghi: nei giorni successivi alla riapertura ogni residente di Gemmano riceverà un biglietto ingresso omaggio che potrà utilizzare, nel limite dei posti disponibili per ogni accesso, prenotando al numero 335 7020834.
Il sindaco Riziero Santi, attraverso una nota dettagliata, ricostruisce le varie tappe dei lavori alle grotte di Onferno, a partire dall’insediamento della nuova giunta nel maggio 2013, evidenziando “l’attenzione della Regione Emilia Romagna” e della Provincia di Rimini “che, pur alla fine del suo mandato, ha saputo onorare l’impegno con Gemmano e con le Grotte”, in particolare per quanto riguarda le risorse necessarie all’installazione di un sistema di monitoraggio per il rilevamento dei movimenti in grotta. Grotte la cui riapertura è ulteriormente slittata, però, a causa della frana improvvisamente provocata dai forti nubifragi del 6 febbraio scorso, che ha travolto l’ultimo tratto del sentiero esterno che conduce alla grotta.

Il sindaco: “Presto la riapertura anche dell’ultimo tratto”

onferno_grotte_5_bimbiariminiSarebbe stato sufficiente per scoraggiarsi, ma non ci siamo persi d’animo – ricorda Santie abbiamo lanciato subito un appello per salvare e riaprire le grotte ‘perché – abbiamo detto – le grotte stanno a Gemmano come la spiaggia a Rimini, e quindi se si trovano i soldi per il ripascimento bisogna trovare anche i soldi per il sentiero delle grotte’. E’ ripreso il pellegrinaggio e dopo qualche mese, giugno 2015, la Giunta ha deliberato il riconoscimento del finanziamento utile per il ripristino del sentiero. Oggi, dopo il terzo ‘inciampo’ in dirittura d’arrivo, le Grotte di Onferno dal 18 luglio sono riaperte al pubblico. A questa cronaca di una riapertura annunciata c’è un altro annuncio, che per noi ha il significato di un impegno. La rassicurazione ci viene dagli stessi responsabili della sicurezza in grotta: se il sistema di monitoraggio interno continuerà, anche nei prossimi mesi come nei primi due, a restituire dati positivi della stabilità, già dalla prossima stagione la Grotta potrà essere riaperta anche nel suo ultimo tratto, chiuso da anni – l’impegno del primo cittadino di Gemmano -, potendola così percorrere per intero”.

Condividi

Comments are closed.