“Animali Amici”, un nuovo progetto per i piccoli pazienti

0
Condividi

Un momento di svago e d’intrattenimento ludico in compagnia di alcune specie animali per i bimbi del reparto di oncoematologia pediatrica dell’Ospedale Infermi di Rimini promosso da Assunta Caruso tecnico della riabilitazione presso Luce sul mare, A.R.O.P. e FIDER.

A.A.A. Animali Amici è la nuova esperienza offerta ai bambini ricoverati presso il Reparto di Oncoematologia pediatrica dell’Ospedale Infermi di Rimini messa in campo da A.R.O.P. su proposta di Assunta Caruso, tecnico della riabilitazione presso Luce sul Mare, centro di riabilitazione privato accreditato di Igea Marina.

Sabato 20 maggio un gruppo di bambini del reparto si sposterà a Luce sul Mare per vivere, sotto l’occhio attento e vigile di tecnici ed esperti, momenti di svago e d’intrattenimento ludico in compagnia di alcune specie animali che la struttura riabilitativa già utilizza con i propri pazienti per sedute di pet-therapy. La creazione di tale evento si propone come finalità ultima di condurre l’attenzione del bambino incentrando il focus più sull’aspetto ludico piuttosto che sulla condizione fisica.

Lo scopo è dunque proporre una valida alternativa per gestire le situazioni di stress fisico e psicologico che si creano durante i percorsi terapeutici, distraendo i bambini, facendoli rilassare e divertire. La relazione tra il paziente e gli animali che s’intende attivare mira a restituire al bambino malato autostima, sicurezza e capacità relazionale. Tutte condizioni che in molti casi permettono di riacquisire le abilità motorie perse a causa della sofferenza.

Nei dettagli, l’intero progetto prevede la collaborazione di tre enti rilevanti nel territorio riminese, la Cooperativa Sociale Luce Sul Mare onlus che ospita in termini organizzativi l’evento, la FIDER Fondazione Italiana Disabilità e Ricerca che promuove la ricerca scientifica e A.R.O.P, Associazione Riminese di Oncoematologia Pediatrica che sostiene il bambino affetto da malattie oncoematologiche con l’obiettivo di migliorarne la qualità della vita.

Condividi

Comments are closed.