Pasqua tra borghi e castelli

0
Condividi

State pensando di trascorrere queste giornate di vacanza in un posto diverso dal solito, magari tra rocche e muri antichi? Per voi misteriose visite guidate, caccia alle uova e a vari tesori, ma anche una festa tutta dedicata alle uova… Ecco 5 idee per il ‘week-end lungo’ in arrivo.

1. Gradara

Un Giullare dispettoso, il Re e la Regina della Festa, improbabili cavalieri e prepotenti fantasmacci sono i personaggi di una Pasqua all’insegna del divertimento per le famiglie nel borgo di Gradara.

Sabato 31 è tutto dedicato al percorso interattivo per bambini “Pasqua delle Meraviglie“.
Filo conduttore della giornata sono le magiche uova andate perse senza le quali la festa non può avere inizio. I bambini devono aiutare le magiche creature a recuperarle tra olimpiadi pasquali e caccia alle uova. Le decoreranno con i magici colori e parteciperanno allo spettacolo finale per incontrare il Re e la Regina della festa.
Orari di ingresso percorso: ore 10.30 – 11.30 – 12.30 – 14.30 – 15.30 – 16.30 – 17.30 – 18.30

Quota: un bambino sotto i 2 anni + 1 adulto 7 euro; un bambino dai 2 anni in su (accompagnato da un adulto): 10 euro; ogni adulto accompagnatore aggiuntivo 3 euro

Itinerario a prenotazione obbligatoria: 0541 964115, 340 1436396, info@gradara.org

Il 31 marzo, 1 e 2 aprile visitare il Castello di Gradara diventerà un’esperienza divertente grazie al Giullare del Castello! Come si viveva ai tempi del Medioevo? Quali erano le differenze tra i ricchi signori ed i servitori? Com’era amministrata la giustizia? Queste curiosità e tante altre saranno svelate durante la passeggiata raccontata nel Castello. Un racconto avventuroso tra improbabili cavalieri, prepotenti fantasmacci e regine furiose. Insieme a mamma e papà giocheremo con le emozioni e la fantasia e porteremo a casa il ricordo di una giornata da fiaba. Consigliato per bambini fino a 8 anni.

Itinerario a prenotazione obbligatoria: 0541 964115, 340 1436396, info@gradara.org

Orari di partenza: ore 10 – ore 11 – ore 12. Durata: 1 ora e 10 minuti circa

Le “Avventure al Castello del Regno Fiorito” il 31 marzo, 1 e 2 aprile è il racconto avventuroso tra improbabili cavalieri, prepotenti fantasmacci e regine furiose dove i bambini giocheranno con le emozioni e la fantasia e porteranno a casa il ricordo di una giornata da fiaba. Racconto animato per famiglie + laboratorio creativo; consigliato per bambini fino a 8 anni.

Giorni e orari: sabato 31 marzo 15 e 16.30; domenica 1 aprile (Pasqua) 15 e 16.30; lunedì 2 aprile (Pasquetta) 10.30; 15 e 16.30. Durata: 1 ora e 30min circa.

Costo: 5 euro a bambino (genitori gratis)

Prenotazioni: Gradara Innova 0541 964673

2. Montefiore Conca

Il weekend di Pasqua, come tradizione vuole si aprirà con la storica processione serale del venerdì santo per il centro storico e seguirà i giorni successivi con visite guidate alla Rocca Malatestiana.

In particolare quest’ultima sarà aperta al pubblico dal 30 marzo al 2 aprile tutti i giorni, dalle 10 alle 18. Il Castello di Montefiore Conca offre un percorso che si snoda tra scavi archeologici, ritrovamenti medievali, affreschi trecenteschi, ricostruzioni di ambienti storici e panorami mozzafiato.

Il 1° e il 2 aprile sarà anche possibile partecipare alle visite guidate che si effettueranno ad aggregazione libera durante tutto l’arco della giornata per conoscere ancora meglio la storia e, le storie, di questo meraviglioso luogo dove ad intrecciarsi sono racconti di vita militare e quotidiana, di personaggi illustri, di amori e leggende.

Un’appassionante tour alla scoperta dei personaggi, degli usi, delle vicende e dei misteri della Rocca Malatestiana. Il percorso si snoderà tra scavi archeologici, reperti originali, affreschi medievali, ricostruzioni di ambienti storici e panorami mozzafiato.

Orario: alle ore 10.30 – 12 – 15 – 16 – 17. Costo: 7 euro (ingresso e visita guidata) gruppi ad aggregazione libera

Info: castello.montefiore@dominocoop.it, 334 2701232, 0541 980179

3. Pergola

A tutti i bimbi rimarranno degli ovetti di cioccolato e la squadra vincitrice avrà un “dolce” premio. Per informazioni e prenotazioni: 3334057448, libreriaguidarelli@valcesano.com

Lunedí 2 aprile, alle 17, torna la divertente Caccia al Tesoro per famiglie a Pergola (che sorge a circa 300 metri di altezza, con alle spalle il massiccio del Monte Catria, nell’entroterra pesarese a poco più di 30 km dal Mare Adriatico) organizzata dalla Libreria Guidarelli Focus & Meeting.

Quel dispettoso del Coniglietto Pasquale ha nascosto per le vie del centro del paese alcune uova e spetta ai concorrenti ritrovarle. A custodirle ci sono delle fatine molto gentili, ma anche un po’ gelose! Vogliono essere sicure di affidarle alle persone giuste. Perciò, prima di consegnarle, sottoporranno i concorrenti a delle piccole e semplici prove.
Lo scopo del gioco è trovare tutti i luoghi nel centro storico dove sono nascoste le uova, raccoglierle tutte e presentarsi in Libreria con la scheda completa di tutti i timbri. In ogni luogo una fatina (o un altro personaggio) sottoporranno i concorrenti ad piccolo quiz o gioco, prima di consegnargli le uova.

Per l’iscrizione è richiesto un contributo di 3 euro a bambino. Per informazioni e prenotazioni: 333 4057338, libreriaguidarelli@valcesano.com

4. Gropparello

Caccia all’uovo di drago…  A Piacenza si trova il Castello di Gropparello (PC), che per Pasqua e Pasquetta (domenica 1 e lunedì 2 aprile) ha in programma una caccia alle uova senza eguali, perché non si cacciano uova comuni, ma uova di drago nel bosco delle Fiabe.

Costo del biglietto: 22 euro per gli adulti ed 18 euro per i bambini (da 3 – 12 a anni d’età inclusi),  e comprende visita al Castello, visita al Parco delle Fiabe, grande avventura contro Orchi e Streghe per tutti i bambini e la Caccia all’Uovo del Drago, con cavalieri, orchi e streghe.

Info: 0523 870997

5. Tredozio, Sagra e Palio dell’Uovo

Con la Pasqua torna anche la Sagra e Palio dell’uovo di Tredozio, piccolo borgo della Val Tramazzo in provincia di Forlì-Cesena che, nelle giornate 1° e 2 aprile, valorizzerà l’antica usanza della battitura delle uova sode tra giochi, sfide goliardiche e prove di destrezza.

Domenica 1 aprile (Pasqua) é in programma la ‘Sagra dell’Uovo‘: l’antico rituale della “battitura dell’uovo” si rinnova in piazza Vespignani, fin dal mattino. Un antica usanza e un gioco tra due e più avventori. Subito dopo si apre la “gara delle Sfogline”, dove l’abilità non è fortuna. Infine la gara clou della Sagra, il “Campionato Nazionale dei Mangiatori di Uova Sode”, aperto a tutti. Sul parterre della piazza Vespignani, si chiudono i giochi con la Disfida del 13°Palio Femminile. Con i 4 Rioni che si affrontano sulle 4 gare.

Lunedí 2 aprile (Pasquetta) é in programma il 55°Palio dell’Uovo: tutto passa, mentre sembra non arrestarsi l’entusiasmo che si vive nel Palio di Pasquetta. Palio che si disputa su 4 gare preceduto dalla sfilata dei 4 Rioni. S’inizia alle ore 15 circa partendo dalla via Dei Martiri per giungere in piazza Vespignani con la colorita e festosa sfilata dei gruppi rionali.

A corredo dei giorni della Pasqua, per ulteriore trattenimento degli ospiti si potrà girare il mercato ambulante e le diverse mostre sull’uovo, nonché trovare la cordialità romagnola nello stand della pro loco, nei ristoranti e agriturismi locali.

Ingresso: 5 euro

Condividi

Comments are closed.