‘Odorosa’: cari bimbi, se non avete naso siete persi!

0
Condividi

É sempre un dilemma per i genitori portare a una mostra i propri figli oppure andare da soli. Ma se invece c’é una mostra solo per i bambini, soprattutto per i più piccoli? “Odorosa” ai Magazzini del Sale di Cervia offre davvero qualcosa di speciale per i bambini, chiamati a usare il loro olfatto, il gusto e l’immaginazione. L’abbiamo provata e vi raccontiamo l’esperienza

“Quali verdure si vedono nel quadro?” Ecco la prima domanda rivolta ai bambini che ammirano il capolavoro di Arcimboldo (chi non conosce le sue grottesche ‘Teste Composte’ di frutta e di verdura, di pesci, uccelli o radici d’alberi d’inverno?), e poi possono vedere il quadro anche dall’altra parte, capovolto, per provare quindi a indovinare quale odore sentono annusando il quadro, prima tappa del percorso.
La mostra-gioco ‘Odorosa’, come si intuisce dal titolo, punta ad attivare i sensi dei bambini. Un progetto per bimbi dai 2 agli 8 anni, curato da Immaginante e allestito in collaborazione con il Teatro del Drago, che è ospitato nella suggestiva cornice dei Magazzini del sale di Cervia (un luogo di per sé già un po’ incantato per i bimbi) fino a domenica 2 dicembre. Un’esperienza che abbiamo affrontato in prima persona, insieme ai nostri piccoli, e ci pare interessante raccontarla brevemente, ben consapevoli però che le parole non possono rendere neppure lontanamente quel che si prova con i sensi.

I bambini – si sa – sono curiosi… Così, dopo aver passato il ‘sentiero’ (realizzato con piccoli sassi), si arriva dunque a un mobile strano, con porte chiuse da tutti i quattro lati. Che cosa si nasconde all’interno? La camera da letto é di Camomilla, poi la camera del ‘benessere’ é di Rosa (oltre al profumo del fiore, i piccoli possono avere anche una crema a base di rose, e pure un po’ di acqua di Rosa, delicatamente profumata, come usavano le nonne tanti anni fa…), mentre nella cucina possono bere il te di amarena, specialità che arriva dal Giappone.
Non manca neanche l’orto profumato (insalata a parte) alla nota fragranza di un piumone appeso ad asciugare (si fa per dire). Poi chi può resistere ad una merenda insieme a Pippi Calzelunghe (quale altro colore può essere la merenda se non rosa…) oppure a una veloce messinscena del meraviglioso “Cappuccetto Verde” di Bruno Munari (quale ’mondo’ di sicuro è tutto verde)?
Poi attenzione, siamo arrivati a un labirinto, dove per trovare l’uscita l’unico modo é usare il naso. Arancia o menta? Se troviamo il sentiero che odora di ‘arancia’, siamo salvi! Allora usiamo il naso (come i cani), e proviamo ad andare nella direzione giusta. Siamo fuori? Benissimo. Allora, dopo aver attraversato le onde del mare (realizzate con il ‘sale’, simbolo di Cervia), i bambini incontrano una cosa molto strana: un macchinario che permette ai loro nasi di ricordare l’estate in pineta imbottigliandone l’odore…

“Odorosa” nasce da un’idea di Arianna Sedioli mentre le installazioni sono state realizzate da Luigi Berardi.
La mostra è aperta tutti i giorni per scuole e nidi mentre per bambini e famiglie solo su prenotazione (è indispensabile la visita guidata) il venerdì dalle 16 alle 19 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 18.
Info e prenotazioni: tel. 392 6664211, 0544 483461.

Barbara Farkas

Condividi

Comments are closed.