Notte dei Ricercatori per avvicinarsi alla scienza

0
Condividi

Venerdí 25 settembre riflettori sull’iniziativa europea pensata per far avvicinare cittadini di tutte le etá al mondo della scienza attraverso incontri, esperimenti interattivi e spettacolo. In programma eventi in tutta Italia, e anche in Romagna.

Anche quest’anno la Notte dei Ricercatori porterà scienza, cultura e spettacolo in moltissime piazze italiane. Promossa dalla Commissione Europea, l’iniziativa è stata pensata come un’occasione per avvicinare mondo della scienza a cittadinanza, attraverso un ricco ed entusiasmante cartellone di eventi che venerdí 25 settembre animerà gli spazi in circa trecento città di 24 nazioni d’Europa.

Giochi scientifici al Museo di Scienze Naturali a Cesena

museo_cesena_notte_ricercatori_bimbiariminiAnche Cesena partecipa alla Notte Europea dei Ricercatori, il Museo di Scienze Naturali (piazza Pietro Zangheri 6) sarà aperto gratuitamente, venerdì 25 settembre dalle 21 alle 23, per conoscere il mondo della ricerca e delle scienze naturali a Cesena. Durante la serata si potranno ammirare le collezioni naturalistiche del museo, e ci saranno laboratori insieme agli educatori scientifici di Viaterrea. Si potranno ammirare le collezioni naturalistiche del museo, e i giochi scientifici dell’Experimentarium, la nuova ludoteca scientifica all’interno del museo, pensata per far esplorare la scienza anche ai più piccoli.

notte_ricerca_cesena_museo_bimbiariminiL’incontro pubblico con il ricercatore e antropologo romagnolo Alessio Boattini, aprirà la Notte dei Ricercatori al Museo di Scienze Naturali di Cesena. Antropologia molecolare, uso dei cognomi quali caratteri genetici e mappatura delle ancestrali migrazioni umane, sono solo alcuni degli argomenti che Alessio Boattini, 42 anni originario di Bagno di Romagna affronterà durante la serata. Il titolo dell’incontro pubblico è: “Dai cognomi all’antropologia molecolare. Percorsi di ricerca tra la Romagna e il West”.

Sarà l’occasione di conoscere il dietro le quinte della ricerca, ascoltare metodi e obiettivi dell’analisi antropologica e entrare, per una sera, in un vero contesto di scienza e cultura. Si parlerà anche della situazione di tanti, troppi, ricercatori in Italia, dato che Boattini per due volte vincitore del posto di ricercatore di Antropologia all’Universita’ di Bologna, e per due volte si è visto annullare la nomina. Motivo? La commissione che lo ha giudicato era tutt’altro che imparziale. La vicende è oggetto di ricorso al TAR dell’Emilia Romagna.

Quanti laboratori per ragazzi e famiglie a Bologna

notte_ricercatori_bologna_bimbiariminiA Bologna (Complesso di San Giovanni in Monte, Piazza S. Giovanni in Monte 2) si svolgono invece laboratori per ragazzi e famiglie nell’ambito della Notte dei Ricercatori venerdì 25 settembre, dalle 17 in poi.

Vuoi scoprire se siamo una specie longeva? Vuoi verificare se sei in sovrappeso? Vuoi viaggiare alla scoperta del tessuto osseo o scoprire i segreti delle previsioni meteo? O ancora la meraviglia del mondo infinitamente piccolo della cellula, Cosa è e come funziona una doccia cosmica, Il planetario, le previsioni meteo e origami spaziali. Sono solo alcuni dei numerosissimi laboratori organizzati in occasione di quest’iniziativa, in cui ragazzi e famiglie potranno cimentarsi liberamente. I laboratori sono tenuti da ricercatori di INFN, INAF, CNR, CINECA, ARPA, Università di Bologna, INGV.

Condividi

Comments are closed.