La magia dei Presepi a Rimini e dintorni

0
Condividi

Insieme alle Feste non possono mancare i presepi, le raffigurazioni natalizie che da sempre accompagnano le festività: natività nell’acqua o sulle barche, esili manufatti in sabbia o sale, piccoli capolavori animati meccanicamente, presepi multietnici… Scopri i presepi più belli a Rimini e dintorni

1.

Uno dei presepi più belli da ammirare è il presepe di sabbia, raffigurazione realizzata con imponenti e spettacolari statue di sabbia ad opera di grandi scultori: da vedere quelli a Marina Centro di Rimini.

Il Presepe di Sabbia quest’anno, è realizzato all’interno del bagno 3-4 sul Lungomare Tintori al Turquoise Beach Club, dove è allestita una struttura più grande della precedente, 900 MQ. circa.
É proprio da Rimini che prende spunto il Presepe di Sabbia di quest’anno, il cui tema è “La Vita è un Opera d’Arte“. Il presepe è ambientato in un piccolo paese sulle rive dell’Adriatico attraversato da un fiume, dove un borgo, abitato perlopiù da contadini e pescatori contribuisce alla crescita del piccolo paese creando un “ Opera d’Arte“. Suggestive le sculture che nel suo insieme vanno a ricordare luoghi e antichi mestieri quasi dimenticati, centinaia di tonnellate di sabbia lavorate con la sola acqua e scolpite da artisti scultori con grande precisione.

Ingresso: 2 euro. Gratuito per bambini fino ai 120 cm

…sulla spiaggia di Torre Pedrera (spiaggia 64-65).
Alla sua dodicesima edizione il presepe, realizzato interamente con sabbia e acqua, la stessa con cui giocano i bambini d’estate, é proprio dedicato a loro. Dalle scene del presepe tradizionale, spunteranno i personaggi dei fumetti.
…e a Igea Marina (bagni 78 e 78bis).

Presepe di Sabbia a Igea Marina 2018 (ph Fulvio Cesari)

2.

Le sale di Castel Sismondo a Rimini ospitano la 16esima edizione di ‘Presepi dal Mondo’, promossa da Caritas e Migrantes di Rimini.
Il tema della Mostra sarà “Viaggiare, incontrare, narrare”. Il viaggio come movimento necessario per uscire da sé stessi, dalle proprie ideologie, dalle proprie precomprensioni e incontrare l’altro, un’altra cultura, un altro modo di vivere la fede, un altro paese. Ogni incontro con l’altro che è sempre altro, diverso da me è fonte di ricchezza e crescita reciproca. Incontro per capire non solo ciò che io posso dare, ma anche è soprattutto ciò che posso ricevere.
In questo senso, come scrive Saramago, “Il viaggio non finisce mai. Solo i viaggiatori finiscono. E anche loro possono prolungarsi in memoria, in ricordo, in narrazione”.

3.

Sulle barche del Museo della Marineria di Cesenatico e nello splendido scenario del Porto Canale leonardesco sono sistemati i personaggi del popolare Presepe. Sono sculture in legno, a grandezza naturale, con abiti e drappeggi in tela trattata a cera. Quest’anno l’ultima statua creata dagli artisti è la figura di un marinaio collocata sulla prua del trabaccolo… sono oltre 50 i personaggi che animano il singolare Presepe.

4.

Per il quarto anno consecutivo la famiglia Gualtieri ha allestito un presepe meccanico nella galleria ‘Ex Pescheria’ in centro storico a Cesena.

É il più grande presepe meccanico della Romagna con i suoi 110 metri quadrati di messa in scena, quaranta le statue, alte anche un metro, realizzate in legno, gesso e resina, nell’insieme. Il visitatore ammira un paesaggio popolato da personaggi raffiguranti antichi mestieri e scene di vita quotidiana. Abili effetti di luce, suggestive musiche di sottofondo e la maestosità dell’allestimento rapiscono il pubblico per trasportarlo in un mondo lontano e incantato, dove per qualche istante puó rivivere la magica atmosfera dello Spirito del Natale.

5.

Oltre 300 natività da ogni parte del mondo… Anche quest’anno Longiano dei Presepi accoglie chi vuole coccolarsi immergendosi in un’atmosfera natalizia autentica e ricca di suggestioni culturali, unica in Romagna.

Fino al 13 gennaio sono visitabili numerosissime rapresentazioni della Natività, provenienti da ogni parte del mondo, in più di quaranta punti-presepe collocati in tutto il Centro Storico. Musei, chiese, piazze, strade, giardini, luoghi pubblici, abitazioni private e negozi ospiteranno l’incanto e la magia di presepi, sia tradizionali che interpretazioni d’artista, a partire dal Grande Presepe Meccanico del Convento del Ss. Crocifisso, fulcro della manifestazione che sarà allestito ancora una volta dalla famiglia Gualtieri.

Fra le novità di quest’anno, il ritorno del Presepe meccanico all’interno del Rifugio Bellico, allestito dall’Associazione Amici del Presepio di Meldola e una nuova mostra curata da Marco Fagioli intitolata Il Presepe nei messaggi augurali: oltre ad una preziosa collezione di francobolli provenienti da ogni angolo della terra, saranno esposti anche biglietti augurali, carte telefoniche e documenti postali a tema natalizio.

Condividi

Comments are closed.