Ludobus Scombussolo, il divertimento a portata di tutti

0
Condividi

E’ una delle attrazioni di maggior richiamo per bambini e ragazzi questo ‘contenitore itinerante’ in grado di trasformare piazze, cortili, giardini e strade in uno spazio gioco. Massimo Celli (Formula Servizi): “Offre occasioni d’incontro e gioco per tutti i cittadini, prevalentemente nel territorio in cui risiedono; promuove la conoscenza e l’utilizzo degli spazi gioco e aree verdi presenti; sensibilizza alla cultura del gioco e del giocattolo di qualità”. E il 26 e 27 luglio trasferta in Lussemburgo

Non c’è che dire, è uno dei principali protagonisti degli appuntamenti estivi per il pubblico dei più giovani, in Riviera ma non solo. Stiamo parlando del Ludobus Scombussolo, amatissimo dai bambini proprio per la sua capacità di poter accontentare i gusti più disparati e quindi far divertire praticamente tutti i bimbi delle varie località, in primis del territorio riminese ma anche di tutta la Penisola, essendo per definizione itinerante.
Per saperne un po’ di più su questa originale ‘macchina da divertimento’ abbiamo rivolto alcune domande a Massimo Celli, coordinatore servizi ludici della cooperativa Formula Servizi di Riccione, che gestisce tale attività (tutti gli appuntamenti del Ludobus Scombussolo sono elencati sul sito www.formulaservizi.it).

– Ludobus ormai é conosciuto da tanti bambini e famiglie. Ma per chi non lo conosce, come si può descrivere, quali sono le sue caratteristiche?

“Il Ludobus Scombussolo, gestito da Formula Servizi Società Cooperativa, è un grande contenitore itinerante in grado di trasformare facilmente piazze, cortili, giardini e strade in uno spazio gioco e di divertimento per tutti. Un furgone carico di giochi e attrezzature per permettere ai bambini e ai loro genitori di inventare, giocare, costruire, imparare, saltare, correre, colorare, raccontare, ruzzolare… Il Ludobus è un servizio che dimostra un’originale capacità di aggregazione, utilizzando il gioco come esperienza di base, unita a una formidabile duttilità nella elaborazione e nella gestione di progetti e iniziative. Più in generale, l’obiettivo del Ludobus è quello di portare il gioco ovunque, creando un “dis-ordine” che consente ai bambini di guardare, stare e agire in quell’ambiente in modo alternativo rispetto a una quotidianità d’uso che spesso inibisce il loro diritto al gioco. Mentre un centro ricreativo o una ludoteca sono servizi stabili con una loro sede sul territorio, il nostro Ludobus si caratterizza per la mobilità, per la capacità cioè di portare il gioco e l’animazione nei più diversi luoghi, ovvero una piazza, un parco, una zona di periferia, un piccolo borgo decentrato, creando lì momenti di aggregazione intorno a un particolare allestimento ludico, mettendo a disposizione giochi e giocattoli come una ludoteca, proponendo attività di laboratorio eccetera. Ludobus Scombussolo svolge un servizio educativo, portando le proprie iniziative in quelle realtà del territorio più deprivate dal punto di vista delle occasioni ludiche e di socializzazione, oppure nei piccoli centri che si trovano più lontani dalle città e dove i bambini vivono una condizione di isolamento con scarse opportunità di socializzazione e di animazione”.

– In che senso può offrire qualche cosa di nuovo ai bambini, che sono ormai sempre più pieni di giochi a casa?

“Il gioco dei bambini è una preparazione e contemporaneamente partecipazione alla vita reale. Nel gioco i bambini fanno esperienza, si confrontano, si mettono alla prova, socializzano, stanno con altri bambini e adulti. Per questo i bambini hanno bisogno di “spazi ludici” dove si svolge la loro quotidianità, nel territorio in cui vivono. Gli spazi ludici sono più che altro occasioni, situazioni per giocare, anche solo per un tempo limitato, e per socializzare. Questi spazi ludici dovrebbero esistere in tutti gli ambienti di vita: nell’abitazione, nella dispensa, in cantina, in cortile e nel giardino, al parco e per la strada, in piazza, nel cortile della scuola e al museo, in ogni luogo dove si svolge la vita dei bambini, senza però diventare un “ghetto” nel quale rimanere confinati, come spesso accade in quei servizi in cui il bambino non è il vero protagonista. Il ludobus può creare nuovi spazi ludici, garantiti, anche se solo per periodi limitati. La valenza del Ludobus Scombussolo per uno spazio ludico sul territorio è quella di offrire tre elementi fondamentali che nel gioco individuale a casa non sono presenti:
1) Servizio ludico educativo: Offre ai più piccoli spazi e attività adeguati alla crescita e allo sviluppo psicomotorio, giochi e giocattoli, laboratori espressivi e di manipolazione, iniziative che offrono occasioni di incontro e scambio ed incentivano alla partecipazione. Ai più grandi, attraverso la valorizzazione del gioco, offre la possibilità di esprimersi, di scambiare esperienze e informazioni, di relazionare con gli altri e con l’ambiente. E’ quindi un servizio che coinvolge anche i genitori, un’occasione per giocare con i propri figli, può essere un mezzo che incentivi gli adulti alla relazione e allo scambio sociale.
2) Servizio sociale: E’ aperto a tutti, non pone limiti di età, è un’opportunità per socializzare. E’ uno spazio di aggregazione che muovendosi sul territorio, tiene conto delle risorse e delle possibilità ivi presenti.
3) Servizio culturale: E’ un servizio che contribuisce a riscoprire le tradizioni legate al gioco, al suo valore culturale e alla sua storia.
Riassumendo brevemente, con il progetto Ludobus Scombussolo si intende un servizio che offra occasioni di incontro e di gioco per tutti i cittadini, prevalentemente nel territorio in cui risiedono; promuova la realizzazione, la conoscenza e l’utilizzo degli spazi per il gioco e delle aree verdi presenti nel proprio territorio; sensibilizzi la cittadinanza alla cultura del gioco e del giocattolo di qualità”.

– Come scegliete i giochi? Quali sono le novitá di quest’anno, se ci sono?

“La scelta dei giochi del Ludobus Scombussolo segue principalmente due direzioni: da un lato c’è, da parte degli operatori, una continua ricerca nelle tradizioni popolari italiane e straniere, dall’altra esiste un continuo scambio con altre realtà del mondo ludico internazionale. Ludobus Scombussolo infatti aderisce ad ALI per Giocare “Associazione Italiana dei Ludobus e delle Ludoteche”, la cui finalità è quella di portare “il gioco ovunque”; all’interno dell’associazione sono presenti altri ludobus con cui è promosso e facilitato uno scambio e un aggiornamento relativamente alle attività di gioco, alle proposte da fare e agli eventi ludici che possono essere effettuati sul territorio italiano. L’elenco dei giochi viene aggiornato periodicamente. Inoltre nei vari interventi non è sempre possibile mettere a disposizione tutti i giochi presenti sul Ludobus Scombussolo: in questo modo anche i bambini che partecipano a più appuntamenti possono trovare sempre proposte di gioco differenti”.

– Questo significa che la proposta del Ludobus varia a seconda della cittá, spazio, tempo o attualitá?

“Esatto, Ludobus Scombussolo si adatta e propone attività specifiche adeguate al territorio in cui opera. In generale il servizio erogato dal Ludobus Scombussolo, in conformità all’art. 3 della Costituzione Italiana e nel rispetto della Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 gennaio 1994, si uniforma ai seguenti principi generali:
eguaglianza: a tutti i fruitori del servizio sono offerte medesime opportunità e stesso livello qualitativo del servizio senza discriminazioni di età, sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni psico-fisiche e socio-economiche;
imparzialità: i comportamenti nei confronti dei fruitori sono ispirati a criteri di obiettività, giustizia ed imparzialità;
diritto di scelta: il servizio assicura una vasta gamma di attività ludico-ricreative, adeguate alle diverse età dei partecipanti e ai contesti degli interventi. Il cittadino ha diritto di partecipare liberamente agli interventi proposti dal Ludobus e di scegliere tra le varie opportunità ricreativo-educative offerte;
partecipazione: è favorita la collaborazione di enti, associazioni, soggetti privati e cittadini nel funzionamento del servizio ed è promossa la partecipazione delle famiglie, anche mediante la possibilità di presentare richieste, osservazioni, reclami, proposte e suggerimenti in merito ai servizi offerti;
efficienza ed efficacia: il servizio è organizzato in modo da impiegare nel modo più conveniente le risorse disponibili allo scopo di raggiungere la massima soddisfazione dei partecipanti e la valorizzazione professionale degli operatori, anche adottando criteri di flessibilità e di innovazione”.

– Quali sono i vostri progetti futuri?

“Venerdì 26 e sabato 27 luglio Formula Servizi con un suo Ludobus sarà in Lussemburgo, all’interno della manifestazione ‘Kanner in the city’, con un progetto di Ludobus dal titolo “Road movies” in collaborazione con Associazione Giocovunque e Isola del Tesoro snc di Firenze”.

Per eventuali contatti: Massimo Celli, coordinatore servizi ludici Cooperativa Formula Servizi, Via del Lavoro 4, Riccione;
tel. 0541 427611, 339 3406232; mail massimocelli@formulaservizi.it.

Barbara Farkas

Condividi

Comments are closed.