“#Ioleggoperché”: una settimana per regalare libri

0
Condividi

Fino a domenica 29 ottobre tutta l’Italia si trasformerà in un’unica grande biblioteca per la nuova edizione di “#ioleggoperché”: in 1.774 librerie tutti potranno acquistare i libri da destinare alle scuole, per creare o potenziare le biblioteche con uno o più volumi, suggeriti dalle scuole stesse ai librai.

É partita la nuova edizione di “#ioleggoperché, promossa dall’Associazione Italiana Editori, in collaborazione con il Miur, l’Associazione Librai Italiani, l’Associazione Italiana Biblioteche e “Libriamoci! Giornate di lettura nelle scuole”. “Sono oltre 1.301.000 gli studenti di tutta Italia, a cui si aggiungono altri 75mila bambini delle scuole dell’infanzia, che avvieranno progetti di lettura grazie ai libri derivanti dalla nostra iniziativa – ha spiegato Ricardo Franco Levi, presidente di Aiesono 5.636 le scuole coinvolte, il 133,1% in più, rispetto all’edizione 2016. Il futuro dell’editoria italiana dipende da quanto gli italiani leggono, e non si impara a leggere se non da bambini“.

Poco meno di 1 milione e 400 mila bambini e ragazzi coinvolti da “#ioleggoperché 2017”: più che raddoppiate sono le scuole aderenti, che sono 5636 (+133,1% rispetto al 2016), per un totale di 1,3 milioni di studenti coinvolti e, da quest’anno, anche 75mila bambini delle scuole dell’infanzia; raddoppiata anche la donazione, grazie al contributo degli editori, che entro la fine dell’anno scolastico destineranno agli istituti un libro per ciascuno di quelli donati dalle persone, sino a un massimo di 100mila volumi.

Aumentano anche le librerie coinvolte (1774), più dell’80% delle librerie rilevate da Ali: qui interverranno 1475 “messaggeri”, volontari che assisteranno librai e “donatori” nella scelta e nella distribuzione dei volumi non destinati a una specifica scuola.

All’iniziativa si accosta “Libriamoci”, che dal 23 al 28 ottobre promuove letture a voce alta nelle scuole, e la partecipazione diretta delle scuole è promossa anche con un contest: le migliori iniziative (tra flashmob, installazioni, letture e spettacoli) saranno premiate con 5 buoni da 2mila euro ciascuno, da spendere ovviamente in libreria.

Tra le scuole che aderiscono prevalgono le primarie (2412), rispetto a quelle dell’infanzia (1348) e ai due gradi delle secondarie (rispettivamente, 1246 e 630), mentre il 46% delle scuole aderenti si trova nel Nord, il 29% al Sud e nelle Isole e il 25% nel Centro.

L’iniziativa è stata anche premiata dalla Medaglia del presidente della Repubblica.

Tra i testimonial dell’edizione 2017 di #ioleggoperché, anche Erri De Luca, Levante, Ghemon, Beppe Fiorello e la Lega Calcio di serie A e B.

Ecco dove recarsi per donare libri alle scuole a Rimini e dintorni (per l’elenco completo clicca qui)

  • Gurugú, Bellaria Igea Marina
  • Mondadori, Cattolica
  • Mondadori, Morciano di Romagna
  • Libreria Bianca&Volta, Riccione
  • Jaca Book, Rimini
  • La Feltrinelli, Rimini
  • Mondadori, Rimini
  • Libreria Riminese, Rimini
  • Libreria Viale dei Ciliegi 17, Rimini
Condividi

Comments are closed.