‘Illumin/azioni, esperienze di luce’, mostra a Ravenna per i bambini

0
Condividi

Fino a domenica 29 aprile le sale dell’Urban Center (chiesa di San Domenico) ospitano l’esposizione dedicata ai più piccoli ma adatta anche ad un pubblico adulto (ingresso libero), promossa da Hera in collaborazione con le associazioni Lucertola e Fatabutega. A disposizione per sperimentare le caratteristiche della luce cinque camere ludico-sensoriali, pannelli e laboratori per gli studenti

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, riconoscendo l’importanza dell’energia per lo sviluppo sostenibile, ha designato il 2012 come Anno Internazionale dell’energia sostenibile. Questa ricorrenza costituisce una preziosa opportunità per approfondire temi quali l’efficienza energetica e le fonti di energia rinnovabile. Ecco, quindi, da dove nasce l’idea di realizzare una mostra e di dedicarla a una delle forme più interessanti e spettacolari di energia: la luce.
‘Illumin/azioni’ (aperta a Ravenna fino al 29 aprile nel centro espositivo Urban Center, alla chiesa di San Domenico, in via Cavour 1) si propone di sperimentare, attraverso esperienze ludico-creative, le caratteristiche fisiche della luce stessa. L’esposizione, dedicata ai più piccoli ma adatta anche ad un pubblico adulto, accompagna il visitatore attraverso cinque camere ludico-sensoriali: la viola, quella del teatro delle ombre, la camera delle lavagna luminosa, del bosco di luce e quella degli specchi. Inoltre sarà possibile ammirare scatole luminose, pannelli esplicativi a carattere scientifico e ‘vele’ che riportano frasi celebri di scienziati, letterati e artisti sul tema della luce.
Per il Gruppo Hera questa esposizione riassume alcuni dei principi sui quali basa il lavoro quotidiano: l’attenzione alla sostenibilità e l’offerta didattica per gli studenti di ogni età. L’esposizione, come da tradizione, infatti ha anche un taglio didattico. Come per le scorse edizioni, agli studenti sono dedicati laboratori svolti dagli operatori dell’Associazione Fatabutega che da anni lavorano a fianco e per conto di Hera, promuovendo la cultura scientifica e l’educazione al rispetto delle risorse attraverso ‘La grande macchina del mondo’, il programma del Gruppo Hera a sostegno dell’istruzione.
“Da anni ecologia, naturalismo, gioco e creatività sono la nostra carta d’identità. Per il nostro Centro l’incontro con i piccoli visitatori è un appuntamento che rinnoviamo ogni anno con piacere – dichiara Enzo Morgagni, presidente dell’associazione La Lucertola – Come diceva Leonardo: ‘la luce, tra i fenomeni originali, è la più coinvolgente’, quindi ci auguriamo che attraverso questa mostra i visitatori possano vivere a pieno le esperienze e le sorprese che abbiamo ideato e organizzato per loro”.
“La Mostra propone a piccoli e grandi la fascinazione della luce come fonte energetica, ma anche come suggestione onirica e ludica. – commenta Ouidad Bakkali, assessore alla cultura e pubblica Istruzione del Comune di Ravenna –. L’esposizione è organizzata nell’ambito delle attività del progetto ‘La grande macchina del mondo’, a cui partecipa anche il nostro Comune attraverso le associazioni Lucertola e Fatabutega. Un progetto che è esempio di collaborazione fra impresa e mondo della scuola e che offre alle classi laboratori nel corso dell’anno scolastico, quali opportunità di arricchimento dell’offerta formativa. Negli anni è cresciuta, anche tramite questa collaborazione, una richiesta di educazione alla sostenibilità ambientale che coinvolge tutti e che ha visto i bambini e i ragazzi trainanti nell’adozione di comportamenti ecologici ed attivi nella raccolta differenziata dei rifiuti oltre che all’uso dell’energia”.

’Illumin/azioni, esperienze di luce’ (fino a domenica 29 aprile)
Urban Center, chiesa di San Domenico, via Cavour 1 Ravenna
Ingresso libero.
Orari: martedì, mercoledì e venerdì: 10-13/16-19; sabato, domenica e festivi: 10 -19.
Per informazioni e prenotazioni (visita guidata su richiesta il martedì e il giovedì 9-13/ 14.30-18.30 ), Centro ‘La Lucertola’ tel. 0544 465078.

Condividi

Comments are closed.