Famiglie a teatro, che magia per i bambini

0
Condividi

Un weekend ricco di emozioni sui palcoscenici… Favole, storie, clownerie, burattini aspettano le famiglie della zona riminese sabato 2 e domenica 3 febbraio.

1.

La rassegna Famiglie al Teatro del Comunale di Gambettola propone sabato 2 febbraio, alle ore 17, un classico della letteratura per ragazzi “Pi…Pi…Pinocchio” della compagnia teatrale Tieffeu di Perugia. Uno spettacolo delicato, ricco di colpi di scena dove magia e maestria degli attori sapranno stupire il pubblico di ogni età con un narratore d’eccezione Mangiaguoco che tutto d’un tratto è diventato buono.

E’ un omaggio alla figura del burattinaio per eccellenza: Mangiafuoco, che riscattato dal ruolo di “cattivo” a cui siamo abituati, diventa il narratore nostalgico di una propria storia del famoso burattino. Mangiafuoco, dopo il fatidico incontro con Pinocchio, entra in crisi di identità… non possiede più la vita delle figure, venendogli negata la funzione di “creatore” e “animatore” Pinocchio vive di vita propria. L’impedimento di questo ruolo gli fa scoprire i suoi limiti “umani” ma allo stesso tempo scatena nel suo animo sentimenti di rispetto e ammirazione. Quel piccolo essere di legno lo ha fatto emozionare con le sue strabilianti avventure alla ricerca del padre perduto. Una storia commovente ed appassionante capace di sciogliere i cuori di pietra. E allora… Un giorno mentre “la Premiata Marionettistica Mangiafuoco” bivacca in prossimità di un villaggio, dove rappresenterà il suo solito spettacolo sulla tradizione, Mangiafuoco decide di buttarsi nell’avventura di allestire uno spettacolo sulla storia di Pinocchio. Lui, la sua storia la conosce bene perché l’ha appresa direttamente dalla viva voce del burattino parlante. Ora si tratta solo di tirare fuori dai bauli i materiali di scena ed iniziare le prove.

Biglietto: intero 7 euro, ridotto 5 euro (bambini, Over 65, soci e dipendenti RomagnaBanca), Biglietto Famiglia (2 adulti +2 bambini) 20 euro, gratuito sotto i 3 anni. Info e prenotazioni: 392 6664211

2.

Domenica 3 febbraio, alle 16, prosegue “Il granaio dei sogni“, la rassegna teatrale per ragazzi a San Giovanni in Marignano. Questa volta è il Teatro Europeo Plautino, gestore del Teatro Massari, a portare in scena lo spettacolo “Il mondo di Fedro”, con Simone Càstano e Gianluca D’Agostino. Lo spettacolo prende spunto da “I due giovani pretendenti, uno ricco ed uno povero”, uno dei componimenti dell’autore romano: un giovane, energico e timidissimo Rufus, servo del magister locale Caio Severo, è innamorato ricambiato di Lucilla, la figlia del suo padrone, promessa sposa però del generale Luciano Sesto Pompilio Quartulio Vitino. Beneficiario di una fortuna economica inaspettata, Rufus può finalmente affrontare il padre della sua innamorata, e nel percorso che lo porterà a scoprire il meglio di sé chiederà aiuto al suo migliore amico Fedro, la cui “ars scrivendi” ispirerà il nostro eroe. I pupazzi e le ombre daranno “corpo” alle visioni di Fedro, le musiche originali saranno un tappeto sonoro quasi magico, e poi naturalmente le maschere della commedia latina e dell’Arte, la nostra tradizione culturale più “internazionale”, e le videoproiezioni daranno vita ad un vero “cartone attoriato”.

Ingresso: 5 euro. Info e prenotazioni 335 1980510.

3.

Domenica 3 febbraio alla Sala Lavatoio a Santarcangelo proseguono gli appuntamenti con ‘Domeniche a Teatro‘. Alle ore 16.30 va in scena “Il fiore azzurro” della Compagnia Burambò.

Un viaggio attraverso la storia di un popolo, quello tzigano, che passa dall’accettazione del diverso, il superamento delle avversità della vita, l’amicizia e la capacità di immaginare che il proprio destino non sia scritto ma è in continuo cambiamento. Tzigo, questo il nome del protagonista della storia, è una figura in gommapiuma scolpita da Raffaele Scarimboli, che decide di mettersi in cammino sulla strada “alla ricerca della fortuna e della felicità”. Un viaggio iniziatico, dove l’andare di Tzigo corrisponde ad una ricerca identitaria. L’eroe di questa storia popolare descrive l’antico andare, quello dei passi lenti, attraversando le stagioni, incontrando aiutanti magici, l’alternarsi del giorno e della notte, e tutto ciò crea il tempo necessario in cui si favorisce la crescita. Esso diventa il tempo delle scoperte, delle paure e dei silenzi, il tempo delle domande.

Ingresso: 5 euro per i bambini fino a 14 anni, 7 euro per gli adulti.

4.

‘La bellina’, rassegna teatrale per bambini e famiglie allo Spazio Tondelli a Riccione, a cura di Alex Gabellini, inaugura domenica 3 febbraio, alle 16.30, con lo spettacolo “Libero Zoo” di Gek Tessaro, ispirato all’albo dell’autore, uscito l’anno scorso per la casa editrice Lapis. Tema dell’albo e dello spettacolo sono gli animali e il loro diritto a non essere rinchiusi in gabbia.

Libero Zoo, dove il mondo delle bestie celebra la vita e la meraviglia delle differenze, si muove, canta e incanta. Gek Tessaro, maestro del racconto e dell’illustrazione, torna con un nuovo spettacolo di “teatro disegnato”, e questa volta sulla magica lavagna luminosa scalpita un mondo di animali splendidamente selvaggi.

Ingresso unico: 6 euro. Info: 320 0168171, stagione@riccioneteatro.it

5.

Irresistibile sfida ai fornelli per il terzo e penultimo appuntamento con Il Gigante Buono, rassegna di teatro per famiglia organizzata da Koiné che ha fatto tappa finora a Roncofreddo e Borghi. Domenica 3 febbraio (ore 16,30) l’appuntamento con il teatro comico per ragazzi è a Gatteo, al teatro Pagliughi. Di scena, La Combriccola dei Lillipuziani con Cuochi da incubo – Il peggior show cooking della storia: un nuovo spettacolo che verrà presentato in anteprima e che vede sul palco nientemeno che una star della cucina: Loris Maria Artusi, pronipote del grande Pellegrino Artusi, da cui si dice abbia imparato tutti i segreti, conoscendone anche a memoria L’arte di mangiar bene, il celebre libro di ricette.

Grazie a una buona dose di complicità (e rivalità allo stesso tempo), del suo maldestro assistente Federico Rana, un aspirante chef piuttosto pasticcione, i due protagonisti dello spettacolo saranno artefici e vittime di una serie di esilaranti inconvenienti. Senza perdersi d’animo, e trovando assurde giustificazioni, i due cuochi andranno avanti con un unico obiettivo: portare a termine le famose ricette e addirittura realizzarne una nuova. Da veri romagnoli si ispireranno ai famosi Passatelli, reinterpretandoli con l’aggiunta di giocolerie in agrodolce e strampalate magie.

Ingresso: 4 euro, gratuito per i bambini da 0 a 3 anni. Info e prenotazioni: 329 1098477, bottegadelteatro@coopkoine.it

CLICCA QUI per scoprire le altre iniziative dedicate ai bambini a Rimini e dintorni

Condividi

Comments are closed.