Un weekend alla scoperta di giardini e parchi

0
Condividi

Percorsi sensoriali, lezioni pratiche, “treewatching”, atelier didattici per i più piccoli, presentazioni di volumi sul tema, visite speciali in “notturna” e all’alba, e tanto altro… É Vivi il Verde: un calendario green con oltre 100 appuntamenti per la maggior parte gratuiti in Emilia Romagna. Ecco 5 eventi da non perdere a Rimini e dintorni

villa-delle-rose-a-bologna

Villa delle Rose, Bologna

Da venerdí 23 a domenica 25 settembre l’appuntamento è con il verde di parchi e giardini. Si tiene la terza edizione di “Vivi il Verde. Alla scoperta dei giardini dell’Emilia-Romagna”, un evento che coinvolge e apre al pubblico i tanti spazi verdi presenti in tutta l’Emilia Romagna.

Protagoniste le grandi città (Bologna, Parma, Modena, Reggio Emilia, Rimini, Ravenna, Ferrara, Forlì, Cesena) e tante località in provincia. Sono coinvolti giardini pubblici, giardini privati aperti al pubblico, giardini storici, parchi, giardini e orti botanici, aree urbane verdi, giardini di ville o di castelli, e persino angoli verdi all’interno di musei. In generale si parlerà di grandi alberi e di natura “da vivere” secondo le modalità più disparate: visite guidate ai giardini, certo, ma anche laboratori, conferenze “sul campo”, percorsi sensoriali, lezioni pratiche, “treewatching”, incontri con chi i giardini li cura e li protegge per mestiere, atelier didattici per i più piccoli, presentazioni di volumi sul tema, visite speciali in “notturna” e all’alba, e tanto altro.

bentivoglio-bo-parco-di-villa-smeraldi

Villa Smeraldi di San Marino, Bentivoglio

Si va da giardini privati, come il giardino del Casoncello a Loiano, in provincia di Bologna, al Giardino di Villa des Vergers a Rimini, progettato da Pietro Porcinai, ai giardini di ville e palazzi storici, come quello della Reggia di Colorno, del Palazzo di Ludovico il Moro a Ferrara con il suo splendido “labirinto”, quello della Fondazione Magnani Rocca a Mamiano di Traversetolo, in provincia di Parma, di Villa delle Rose e di Villa Salina a Bologna, di villa La Babina a Imola, che fa parte del circuito dei “Grandi Giardini Italiani”, il giardino parco di Villa Sorra, nel modenese, e i giardini pensili di Ravenna.
In omaggio all’inventore del giardino all’inglese, Lancelot Brown (1716-1783), di cui ricorre quest’anno il centenario della nascita, diverse sono le occasioni di approfondimento sull’argomento, come ad esempio a Villa Smeraldi di San Marino di Bentivoglio, con il suo grande parco e il pomario.  Apriranno anche i giardini delle “delizie estensi”, nome con cui si designano le residenze ducali nel ferrarese. Nella “Versailles degli Estensi”, ovvero la Reggia di Belriguardo, si approfondirà il tema del “giardino dipinto”, e così anche a Bologna.

colorno-pr-giardino-storico-della-reggia

Si parlerà anche dei giardini dei tanti castelli dell’Emilia-Romagna, in alcuni casi ricostruendone la storia, come il giardino pensile della Rocca di Vignola, di cui restano solo testimonianze pittoriche. A Piacenza scopriremo il grandioso “giardino sognato”  di palazzo Farnese, progettato dal Vignola nel 1564, ma che non fu mai realizzato. A Castel San Pietro un pomeriggio dedicato al “Giardino degli Angeli” e alla sua storia, un giardino a forma di cuore con una speciale biblioteca realizzata dentro un albero! Visita speciale anche ai “giardini dell’anima” di Tonino Guerra a Pennabilli. Per i giardini “nati” di recente andremo alla scoperta del piccolo bosco che a Ferrara è stato dedicato al maestro  Claudio Abbado, che si definiva “un giardiniere prestato alla musica”. Coinvolti anche gli orti botanici, quello di Ferrara, con visite e riflessioni, e quello di Bologna, dove si approfondirà quest’anno il tema delle felci. Tanti i roseti: quest’anno avremo la possibilità di visitare il roseto sperimentale “Raffaele Bazzocchi” a Faenza, nato a metà degli anni Novanta e che ad oggi presenta ben 1680 piante.

Alcune escursioni prevedono la visita a secolari castagneti matildici che, proprio in questo periodo, ci offrono i loro preziosi frutti. Le iniziative sono per la maggior parte gratuite, alcune prevedono la prenotazione obbligatoria e il numero chiuso.

Ecco 5 eventi da non perdere a Rimini e dintorni

1.

villa-des-vergers-rimini

Villa des Vergers, Rimini

Rimini: il giardino della Villa des Vergers (loc. San Lorenzo in Correggiano, via Montelabbate 32)

Sabato 24 e domenica 25 settembre, dalle 11 alle 12.30

Visita a cura dall’arch. Emanuele Mussoni, in collaborazione con i Musei Comunali di Rimini.

Sulle colline dell’entroterra riminese si erge la Villa Des Vergers che, con il suo incantevole parco, rappresenta uno dei rari esempi in Italia dell’eclettismo storicista francese di fine Ottocento.

Per gruppi di max 50 persone. La partecipazione è gratuita.

Si richiede prenotazione telefonica 0541 70 44 15 entro le ore 13 di venerdì 23 settembre.

INFO:  musei@comune.rimini.it, 0541 704421

2.

orto_dei_frutti_dimenticati_pennabilli_bimbiarimini

Orto dei Frutti Dimenticati, Pennabilli

Il mondo di Tonino Guerra, tra orti e giardini (Pennabilli, ritrovo presso l’Orto dei Frutti Dimenticati)

Domenica 25 settembre, ore 15.00

Nell’ambito della Festa “Gli antichi frutti d’Italia s’incontrano a Pennabilli”, l’Associazione Tonino Guerra e l’Associazione Chiocciola la casa del nomade, propongono una visita all’Orto dei frutti dimenticati e al giardino della Casa dei mandorli, entrambi frutto della sensibilità poetica di Tonino Guerra – e di altri giardini che circondano il centro storico di Pennabilli.

E’ necessaria la prenotazione via email info@chiocciolalacasadelnomade.it oppure contattando il numero 320 4510733

A Pennabilli gli Antichi Frutti d’Italia

3.

La Cittá Nascosta… e i suoi giardini (Cesena)

forli_parco_viviverde_2016Sabato 24 settembre, dalle ore 15.30

Un viaggio alla scoperta dei giardini e della biodiversità urbana di Cesena.

Ritrovo ore 15,30 al Museo di scienze Naturali di Cesena (piazzetta Pietro Zangheri 6) e partenza per un trekking urbano nel Parco delle Rimembranze. Scopriremo un nome e una storia per ogni piante del parco.

Dalle 17,00 visita al Giardino di Casa Savoia (Sant’Egidio di Cesena), per conoscere le oltre quattrocento specie botaniche che ospita.

La partecipazione è gratuita.

INFO: tel. 340 394 94 62, infoviaterrea@gmail.com

4.

Cappuccetto Rosso o l’attraversare il Bosco dei Segreti (Cesena, Parco della Rimembranza)

Domenica 25 settembre, ore 16.30

“Qual è il modo migliore di ascoltare una fiaba se non viverla?”

Un luogo trasformato nel luogo in cui realmente quella fiaba si è svolta. Un percorso per entrare all’interno di una storia e viverla in maniera attiva. Un racconto interattivo per scoprire la poesia dei luoghi, delle parole, del fare in prima persona e dell’ascolto dell’intorno.Un progetto vicino al teatro dei sensi, in cui realtà e finzione dialogano e gli spazi non sono mai attraversati o vissuti a caso.

Un narratore. Cappuccetto. Il Lupo. Tanti piccoli segni lungo la strada che raccontano la storia e fanno scoprire alcune bellezze naturali. Ogni oggetto è un modo di vivere un’esperienza fra arte e natura. La fiaba di Cappuccetto Rosso porta i bambini dalla casa della mamma ad avventurarsi nel bosco, gli fa incontrare il lupo così come il fiore, il frutto e l’albero, li conduce alla casa della nonna.

Regole, travestimenti, scoperte, paure, atti coraggiosi, si vivranno partecipando anche con il proprio fare allo spettacolo, fino al finale catartico della merenda tutti insieme… Cappuccetto, Nonna, Mamma e Lupo compresi!”

Esperienza interattiva itinerante all’interno del Parco della Rimembranza

durata 1 ora e 30 minuti. Costo: 9 euro a persona

Per bambini dai 3 anni in su e per adulti

5.

Il Giardino degli Angeli si racconta (Castel San Pietro Terme, Il Giardino degli Angeli, Via Remo Tosi)

bologna_giardino_angeli

Giardino degli Angeli, Bologna

Domenica 25 settembre, dalle 15.30 alle 19.00

Imperdibile pomeriggio per grandi e bambini alla scoperta di questo giardino pubblico, unico nel suo genere, nato nel 2006 su iniziativa di un’associazione di volontariato. Un Giardino davvero straordinario, a forma di cuore, in cui attraverso le piante e le ambientazioni si scoprono sentimenti e valori. Le iniziative (tutte gratuite) in programma:

  • Visite guidate agli spazi del giardino
  • L’albero dei Libri: letture per i bambini ed esperienze sensoriali con foglie delle piante aromatiche presenti nel giardino;
  • L’insolito giardino: mostra fotografica con pannelli inseriti nelle varie ambientazioni

INFO: associazione@ilgiardinodegliangeli.net

Per il calendario completo clicca qui

Condividi

Comments are closed.