Gli artisti di strada invadono Rimini

0
Condividi

Da venerdì 21 a domenica 23 si rinnova l’appuntamento con ‘La Catena di Zampanò’: le piazze in centro storico prendono vita, il Circo, Fellini e il suo magico mondo, per tre giornate di divertimento e cultura a misura di famiglia. E poi tante altre novità, scopritele con noi…

Un week-end di divertimento e cultura con spettacoli di artisti di strada, ludobus con giochi in legno, improvvisazioni teatrali, musica, street-food selezionato, mercatino di artigianato artistico, esposizioni fotografiche e mostre “en plein air”, e quest’anno una grande sorpresa: il fiore all’occhiello Petit Cabaret 1924, un vero circo in Piazza Cavour!

La Catena di Zampanó torna nel pomeriggio di venerdì 21 ottobre a Rimini: la rassegna é ispirata dall’amore di Federico Fellini per il mondo dei clown, del circo e dell’arte di strada, passione culminata in capolavori come il film premio Oscar “La strada” e il documentario “I clowns”. (Orario: venerdì dalle 17 alle 24, sabato e domenica dalle 10 alle 24)

Per il programma completo clicca qui

rimini_catena_zampano_2016

L’evento ospitato nella città natale del regista mette in palio una rappresentazione della catena di Zampanò, l’oggetto usato negli spettacoli dal personaggio protagonista insieme a Gelsomina del film sopracitato. A contendersi il trofeo Premio Italiano Artisti di Strada ci saranno i migliori artisti del Belpaese e la giuria che decreterà il vincitore sarà la cittadinanza di Rimini che potrà esprimere il proprio voto in Piazza Tre Martiri domenica 23 ottobre.

Centro per le Famiglie in piazza: laboratori e giochi di una volta

Domenica 23 ottobre, dalle ore 15, in Piazza Tre Martiri ci sarà anche il Centro per le Famiglie del Comune di Rimini con il punto informativo e alcune iniziative, tra cui: l’Angolo morbido 0-12 mesi, con giochi sonori, tappetoni su cui rotolare o provare a gattonare, giochi sensoriali per piccole manine, o “A tutta Carta”, il percorso sensoriale con la sperimentazione ed esplorazione attraverso l’uso della carta che scricchiola, produce rumori e esperienze tattili nuove e diverse.

Sarà anche possibile, grazie ai “lettori volontari”, costruire un libricino, una storia, che poi i lettori leggeranno ai bimbi degenti nei reparti dell’Ospedale di Rimini. I lettori potranno dare maggiori informazioni sul progetto “Tutta un’altra storia” dedicato ai bambini in situazione di fragilità e alle loro famiglie.

Salta il Mese delle Famiglie a Rimini

Arriva anche Ludobus e ‘i giochi di una volta’, con a disposizione anche due Ludobus in Piazza Tre Martiri e nel Giardino delle Mimose, dove ci si potrà divertire con i giochi in legno, di abilità e fortuna.

Petit Cabaret e il suo tendone più piccolo del mondo

Prima, dopo e durante il magnifico festival (dal 19 al 26 ottobre) in Piazza Cavour sarà presente Il Petit Cabaret, spettacolo di circo contemporaneo ambientato nella Parigi delle “années folles”, gli anni ’20.

rimini_petit_cabaret

Il Petit Cabaret 1924 è uno spettacolo itinerante che si ispira alle forme di intrattenimento del dopoguerra, ambientato nelle “années folles” parigine. Un collettivo internazionale di artisti diplomati presso scuole di circo e accademie di danza contemporanea propone due ore di virtuosismi e poesia sulle note di musica jazz, charleston e swing in un ambiente d’altri tempi, raffinato e raccolto. Le tecniche utilizzate, oltre al teatro, sono la giocoleria, l’acrobatica, il mano a mano, la danza aerea e il verticalismo. Il pubblico assiste e partecipa allo spettacolo, che si svolge su una pista circolare al centro del teatro viaggiante, accomodato intorno a tavolini in ferro battuto, riscaldato dalla luce calda di un lumino. Il Petit Cabaret 1924 è uno spettacolo che colpisce al cuore (gli spettacoli sono a pagamento. INFO: 347 2980373).

Proiezioni a tema circense

Sotto il tendone, venerdì 21 ottobre, si svolgerà Risuona Rimini, artisti riminesi indipendenti, che si alterneranno in performance di musica originale a km 0 (dalle 17). Seguirà lo spettacolo di Petit Cabaret alle ore 21.30 (ingresso a pagamento).

Da segnalare: la proiezione del film ‘L’equilibrio del cucchiaino‘ di Adrano Sforzi, venerdì 21, alle ore 18 in Cineteca e alle 20 nella Sala degli Archi. Al termine della proiezione ci sarà l’incontro con il protagonista e alcuni membri della famiglia Casartelli, proprietari del Circo Medrano. Inoltre, domenica 23, nella Sala degli Archi, Amarcort propone una serie di cortometraggi a tema artisti di strada e circensi (alle 17.30). Entrambe le iniziative sono a ingresso gratuito.

Condividi

Comments are closed.