Domenica 29 settembre la terza giornata nazionale dei piccoli musei

0
Condividi

“Ma tu hai a cuore i piccoli musei?” É questo il tema che Associazione Nazionale Piccoli Musei (APM) quest’anno ha scelto per la III° giornata nazionale dei Piccoli Musei, con l’obiettivo di coinvolgere i visitatori in prima persona e stimolare le istituzioni a prendere consapevolezza del fatto che i piccoli musei rappresentano la stragrande maggioranza dei musei italiani.

Il 29 settembre di quest’anno è in programma la terza Giornata Nazionale dei Piccoli Musei. L’iniziativa è l’occasione per mettere in mostra il vero volto dei piccoli musei, il loro valore e anche la loro cultura dell’accoglienza. Tutti coloro che visiteranno un Piccolo Museo riceveranno un dono, realizzato in esclusiva per la Giornata Nazionale.

Di seguito alcuni “doni” che saranno offerti a quanti visiteranno i musei, aperti per l’occasione e con ingresso gratuito.

In Emilia Romagna il museo del Bottone di Santarcangelo ha già preparato una serie di bottigliette di vetro con il logo del museo, e quello di APM, dove si spiccano tre bottoni Verdi Bianchi e Rossi.

Il Museo Renzi a San Giovanni in Galilea dará ai partecipanti un piccolo dono e la pergamena di partecipazione. Per l’occasione il museo propone anche un doppio appuntamento per grandi e piccini. Alle ore 11 é in programma una misteriosa ed avvincente caccia al tesoro tra le vie del borgo per bambini dai 6 anni in su (durata 1 ora). Sempre alle ore 11, per i piú grandi una coinvolgente visita animata accompagnata da Angelina, l’amante di Ramberto Malatesta, per ripercorrere la sua storia e quelle di altre donne della sua epoca (durata 1 ora).

Costo caccia al tesoro: 3 euro a bambino, costo visita animata: 5 euro ad adulto. pacchetto caccia al tesoro + visita animata: 11 euro (2 adulti e 1 bambino). INFO e prenotazioni: 324 9039118 (anche Whatsapp) , museorenzi@gmail.com

Il Museo dei Botroidi di Luigi Fantini e il Piccolo museo dell’emigrante e quello della Civiltà contadina dell’Appennino bolognese partecipano alla terza edizione della Giornata nazionale dei piccoli musei.

Il Museo dei Botroidi di Luigi Fantini è un museo tattile, non ha vetrine, ma i visitatori sono invitati a toccare per incontrare e conoscere la Geologia in modo diverso. I botroidi sono dei sassi di origine pliocenica dalle forme arrotondate e antropomorfe, delle vere statue create dalla natura. Domenica 29 settembre sarà una giornata dedicata alla Geologia, una guida accompagnerà i visitatori in un viaggio di 70milioni di anni. E per tutti vi saranno i biscotti del museo, le famose “Rose del gesso“. Appuntamento dalle 9.30 alle 18.30 a Tazzola (comune di Pianoro).

All’iniziativa partecipano anche il Piccolo Museo dell’Emigrante e quello della Civiltà contadina dell’Appennino bolognese (Piamaggio, Monghidoro). Il Piccolo Museo dell’Emigrante attraverso grandi pannelli ripercorre le varie fasi dell’emigrazione italiana dal 1875 ai nostri giorni, in particolare una sezione, arricchita da documenti, oggetti e testimonianze, è dedicata uomini e donne monghidoresi che sono emigrati in cerca di un futuro diverso. Il Museo della Civiltà contadina dell’Appennino, invece, ricostruisce alcuni ambienti come li si vedeva fino agli anni ’50 del secolo scorso: una cucina con il camino e una serie di utensili, una camera da letto, una classe di scuola elementare, alcuni ambienti di lavoro. A Monghidoro il Piccolo Museo dell’Emigrante e della Civiltà Contadina dell’Appennino bolognese offrirà dei sacchetti ricamati a mano (o di pizzo) con lavanda.

A Montagnana di Modena, il museo Acetaia La Noce antica darà in dono una bottiglietta di aceto balsamico, mentre in provincia di Bologna il museo dei Botroidi offrirà ai visitatori i biscotti del museo.

Condividi

Comments are closed.