TEMPO DI LIBRI 2.0 – “Una cosa bella di me, di te, di noi”

0
Condividi

Ad Happy Family Expo (27-28 febbraio, Fiera di Forlì) bambini, famiglie e insegnanti potranno conoscere anche l’innovativa ricerca ‘L’arte di educare’ del Centro Studi Podresca: sabato 27 lettura animata al mattino e nel pomeriggio laboratorio espressivo “Una cosa bella di me, di te, di noi”, a cura di Antonella Olivieri

Affrontare le relazioni come abilità da insegnare alla pari delle altre materie di studio. E’ l’assunto di partenza che muove la ricerca del Centro Studi Podresca (scuola di Alta Formazione della provincia di Udine), denominata “L’arte di educare”, innovativa per la qualità dell’educazione. In questo contesto, dunque, le relazioni diventano strumento efficace che il bambino utilizza per interagire con i coetanei e con gli adulti, per imparare e per affrontare le esperienze in modo positivo.

podresca_3_bimbiarimini

Proprio per illustrarlo a famiglie e insegnanti, questo progetto sarà presente ad Happy Family Expo, ospitato nell’area ‘Tempo di Libri 2.0’ (e nello stand adiacente, condiviso dalle associazioni culturali Bimbi a Rimini e BellaVista Associazione di Bologna) collocata nel Padiglione A (il principale della Fiera di Forlì), in particolare con un doppio appuntamento sabato 27 febbraio.

“Una cosa bella di me”, lettura e laboratorio espressivo a Tempo di Libri 2.0

podresca_4_bimbiariminiAl mattino, dalle ore 10, la lettura animata (a cura di Antonella Olivieri) dell’albo illustrato “Una cosa bella di me”, autrice Silvana Tiani Brunelli con illustrazioni di Linda Cudicio (Podresca Edizioni), rivolta anche alle classi delle scuole elementari in visita ad Happy Family Expo, con sintetica presentazione alle insegnanti del progetto ‘L’arte di educare’ e dell’omonima collana di Silvana Tiani Brunelli (Podresca Edizioni).

Nel pomeriggio invece, dalle ore 15.30 alle 16.45, si svolgerà il laboratorio espressivo per bambini “Una cosa bella di me, di te, di noi”, un evento per le famiglie a cura di Antonella Olivieri, ispirato all’albo illustrato “Una cosa bella di me” autrice Silvana Tiani Brunelli con illustrazioni di Linda Cudicio (Podresca Edizioni).

Ogni persona ha tante abilità con queste tante cose ha fatto e tante ne farà. Tra innumerevoli doti e talenti ne esiste una speciale per vivere felici e contenti. È l’abilità di avere in sé una cosa vera e una cosa bella che unisce me e te!

Questo progetto porta conoscenze e strumenti all’avanguardia sui talenti umani, tradotti nel linguaggio adatto a bambini e ragazzi per offrire una formazione di alto valore. Strumenti semplici e precisi, subito applicabili, che consentono di insegnare correttamente a bambini e ragazzi come migliorare la qualità delle interazioni con i coetanei e con gli adulti.

Conoscenze ed esperienze positive li aiutano a crescere e a diventare belle persone, ad interagire in modo intelligente con gli altri e sperimentare la vita con positività.

Il valore delle relazioni e il progetto ‘L’arte di educare’

Gli studi più avanzati nel campo dell’educazione e l’evidenza delle esperienze quotidiane mostrano, infatti, come la maggior parte delle difficoltà attualmente presenti sia di natura comportamentale. Star bene insieme non è per nulla scontato, eppure è un bene indispensabile e irrinunciabile. Ciò equivale a dire che elevare le relazioni a scuola e in famiglia rappresenta una priorità per l’apprendimento e per la qualità della vita.

podresca_2_bimbiariminiDel resto, la relazione è lo strumento principale che usiamo per educare, contribuisce alla formazione della personalità e rappresenta il fattore determinante nella dimensione famigliare. Instaurare e mantenere rapporti umani stabili e costruttivi è insomma di vitale importanza, una vera e propria priorità. Pertanto, comunicare correttamente, esprimersi senza ferire, concentrare l’attenzione, collaborare, compiere delle scelte, sono abilità fondamentali nella vita di ognuno di noi.

In particolare bambini, ragazzi e giovani hanno bisogno di buone relazioni: per esprimersi, per imparare e per essere felici.

“La sfida è insegnare ai bambini le abilità personali come materia di studio”

La ricerca del Centro Studi Podresca è sintesi delle migliori ricerche all’avanguardia nel campo dello sviluppo del potenziale umano.

scuola_abilita_libro_5_bimbiariminiInnovare nell’universo delle abilità umane è una delle sfide più alte, in cui l’essere umano oltre a conoscere e creare diviene capace di trasformare se stesso, in meglio – sottolinea Silvano Brunelli, direttore scientifico del Centro Studi Podresca -. È un passo essenziale per rispondere alle esigenze delle nuove generazioni, che richiedono nuovi strumenti. Innovare significa aprire una sfida, innovarsi significa accogliere la sfida. La sfida di insegnare a bambini e ragazzi le abilità personali alla pari di una materia di studio, per interagire correttamente nella dimensione familiare, sociale, educativa. La sfida di educare i giovani ad essere belle persone oltre che bravi studenti”.

Non a caso, la ricerca sviluppata dal Centro Studi Podresca, pubblicata nei testi di Podresca Edizioni, viene applicata da un decennio in progetti tematici regionali ed è stata apprezzata in convegni europei quale buona prassi e ha portato contributi per l’innovazione sociale in occasione di meeting internazionali (2014, 2015) anche nella sede dell’ONU a New York.

La collana “L’arte di educare” è patrocinata dal Club Unesco di Udine.

Per ulteriori informazioni: Antonella Olivieri: tel. 347 1076941; olivieri.antonellacarmen@gmail.com; segreteria Centro Studi Podresca: 0432 713319 da lunedì a venerdì o info@podresca.it

Condividi

Comments are closed.