Tre giorni di “ViVi il Verde” in Emilia-Romagna

0
Condividi

Dal 21 al 23 settembre la quinta edizione della rassegna regionale. Più di 100 eventi, da Rimini a Piacenza, per vivere il verde in tutte le sue sfumature. Ecco 5 appuntamenti da non perdere

Torna il 21-22-23 settembre la rassegna regionale “ViVi il Verde. Alla scoperta dei giardini dell’Emilia-Romagna”, alla quinta edizione con oltre 100 eventi in tanti luoghi diversi sparsi su tutto il territorio regionale, da Rimini a Piacenza.
Quest’anno la rassegna, promossa dall’IBC, include anche una mostra dal titolo “Tessere Giardini”, un percorso tra alcuni pezzi esemplari di ispirazione “floreale” (stoffe, tappezzeria, abiti) della storica collezione tessile del Museo del Tessuto “V. Zironi” di Bologna, con sede nella settecentesca Villa Spada (via di Casaglia 3). La villa è circondata da un parco e da un meraviglioso giardino all’Italiana che sarà oggetto di visite guidate durante la rassegna.

Ma sono decine le aree verdi coinvolte: si va dal giardino Labirinto della Masone a Fontanellato, al parco del Mauriziano a Reggio Emilia, legato al nome dell’Ariosto, ai giardini storici di Villa La Babina a Imola e di Villa Fantini a Tredozio, ai tanti giardini dei castelli dell’ex Ducato di Parma e Piacenza, ai giardini lungo la riviera romagnola. Presenti anche gli orti botanici, in particolare quello dell’Università di Bologna, uno dei più antichi d’Europa, con visite e approfondimenti. Sono coinvolti giardini pubblici, giardini privati aperti al pubblico, giardini storici, parchi, giardini e orti botanici, aree urbane verdi, giardini di ville o di castelli, e persino angoli verdi all’interno di musei.

In generale si parlerà di grandi alberi e di natura “da vivere” secondo le modalità più disparate: visite guidate ai giardini, certo, ma anche laboratori, conferenze “sul campo”, percorsi sensoriali, lezioni pratiche, “treewatching”, incontri con chi i giardini li cura e li protegge per mestiere, atelier didattici per i più piccoli, e tanto altro.

Tra le tante iniziative l’IBC domenica 23 settembre propone un originale TREE-Trekking col coro alla scoperta degli alberi monumentali d’Italia del centro di Bologna allietati da alcune corali del territorio.

Alcuni eventi sono a pagamento e su prenotazione entro il 21 settembre, fino ad esaurimento posti disponibili.

Ecco 5 eventi da non perdere a Rimini e dintorni

1. Rimini: il giardino della Villa des Vergers (loc. San Lorenzo in Correggiano, via Montelabbate 32)

Venerdí 21 settembre, alle 15

Visita guidata a cura dall’arch. Emanuele Mussoni. In collaborazione con i Musei Comunali di Rimini. Sulle colline dell’entroterra riminese si erge la Villa Des Vergers che, con il suo incantevole parco, rappresenta uno dei rari esempi in Italia dell’eclettismo storicista francese di fine Ottocento.

Per gruppi di max 50 persone. La partecipazione è gratuita.
Si richiede prenotazione telefonica (0541 70 44 15) entro le ore 13 del 20 settembre.

2. Che albero mangio? Passeggiata alla scoperta del Parco Begni (Pennabilli)

Sabato 22 settembre, dalle 16 alle 18 (Ritrovo alle 16 presso il Musss Museo Naturalistico e Ceas del Parco Sasso Simone e Simoncello, viale dei Tigli 5a)

Passeggiata alla scoperta del Parco Begni, un’area naturale a pochi passi dal centro di Pennabilli. Il Parco Begni, storica proprietà della Pro Loco di Pennabilli, è uno spazio verde in evoluzione, la cui vegetazione va dalle erbe selvatiche alle siepi, dagli alberi da frutto ai filari di aceri con viti maritate, fino ad arrivare a piccoli boschi con pini e cedri. Attraverseremo diversi habitat alla ricerca in particolare degli alberi da frutto, testimoni del passato rurale di questo luogo e custodi di antichi sapori.

Gratuito. Iscrizioni obbligatoria entro le ore 21.00 del giorno precedente l’iniziativa. Informazioni e iscrizioni: Irene Valenti edu@chiocciolalacasadelnomade.it, 334 57 60 963

3. La città invisibile: escursione nel parco (Pennabilli)

Domenica 23 settembre, dalle 15 alle 19

Un’escursione pomeridiana alla scoperta della città che non c’è più, accompagnati da una Guida Ambientale Escursionistica e un’esperta di storia dell’arte medievale e rinascimentale. Saliremo dalla base alla cima del Sasso Simone, un luogo ricco di storia per il continuo insediarsi di popolazioni in epoche diverse, che arrivò all’apice del suo splendore con la fondazione di Eliopoli, la Città del Sole, su progetto di Cosimo I de’ Medici. Attraverso la narrazione immaginativa e le vedute dell’epoca come supporto grafico, parleremo del rapporto tra uomo e ambiente attraverso il concetto dell’accessibilità degli insediamenti. Quali popoli hanno abitato la cima della montagna e quali le differenze nel loro stile di vita? Quali costruzioni hanno eretto nel corso dei secoli e quante di queste sono ancora visibili? Quali sono stati i fattori che hanno determinato la fortuna o la sfortuna dello stesso luogo in epoche diverse? Un viaggio nel tempo lungo migliaia di anni, dall’età del Bronzo alle soglie del 1700.

Ritrovo ore 15, parcheggio del trivio sulla SP 52, circa 1 km prima dell’abitato di Case Barboni, Sestino (AR), coordinate 43.745555, 12.270863

Partenza a piedi ore 15.30, rientro previsto ore 19.00. Percorso: Case Barboni – Sasso Simone – Case Barboni

Adatto ai bambini dai 7 anni in su. Sono necessari: scarpe da trekking, borraccia, torcia o pila frontale. Sono consigliati abbigliamento a strati, giacca antivento impermeabile e pantaloni lunghi.

Costi: adulti 12 euro, fino ai 14 anni 6 euro. Iscrizione obbligatoria entro le ore 21.00 del giorno precedente l’iniziativa. Informazioni e iscrizioni: Veronica Guerra info@musss.it 349 50 08 722

4. Parco, Natura e Ben-Essere! (Parco della Resistenza, Forlí)

Sabato 22 e domenica 23 settembre, dalle 9 alle 22

Una manifestazione che coinvolge l’intera area del Parco il 22 e 23 settembre con mercato, incontri, visite guidate, laboratori sulla cura delle piante, momenti conviviali, musica e tanto altro…

5. Le meraviglie dei gessi romagnoli (Giovecca di Lugo, GEA – Il Giardino del Tempo)

Domenica 23 settembre, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18

Percorsi divulgativi e sensoriali sui gessi romagnoli (storia geologica, ricostruzione in miniatura della Vena del Gesso Romagnola, fossili e minerali della Vena del Gesso). Durante l’evento sarà possibile passeggiare in compagnia di un cucciolo di dinosauro a grandezza naturale, a cura di Stefano Bono. Nell’ambito dell’evento sarà possibile visitare l’allestimento permanente del giardino geologico e sensoriale, attraverso il percorso geologico (costituito dall’esposizione di fossili autentici e dalla ricostruzione in miniatura di ambienti geologici come un vulcano fumante e le Dolomiti), immergersi in un villaggio preistorico e passeggiare nel giardino sensoriale per stimolare i cinque sensi.

Ingresso: offerta libera; visite guidate e laboratori per bambini: 3 €. Informazioni: saracortesi82@gmail.com – 339.16 69 809

‘ViVi il Verde’: per il programma completo clicca qui

Condividi

Comments are closed.