Cosa facciamo venerdí con i bambini? Tre idee per la serata

0
Condividi

Cosa fare e dove andare con i bambini venerdí 20 luglio a Rimini e dintorni? Abbiamo scelto per voi 3 proposte per una piacevole giornata con i vostri bimbi. Buon divertimento!

1.

Venerdì 20 luglio, cominca la 16° edizione della rievocazione storica in costumi d’epoca “I Saraceni”: da sempre apprezzata dagli ospiti di Bellaria Igea Marina e divenuta appuntamento tradizionale dell’estate romagnola, la manifestazione promossa dal Comitato Borgata Vecchia si protrarrà fino a domenica.
La serata inaugurale prevede l’immancabile sbarco alle 21, con sfilata in costumi d’epoca per le vie della città. Ne nascerà un corteo che alle 23 circa giungerà al parco comunale di piazza del Popolo: qui la serata continuerà con una ‘festa pirata’, arricchita da esibizioni di saltimbanchi, trampolieri ed artisti, e dalle musiche della medieval band Rota Temporis.
Per i dettagli clicca qui

2.

Tratto dal repertorio classico della tradizione inglese, I tre porcellini, interpretato e diretto da Danilo Conti e Antonella Piroli della compagnia Tanti Cosi Progetti, é lo spettacolo che, venerdì 20 luglio, alle ore 21.15, va in scena per la rassegna Un Teatro per i Ragazzi al Teatro Aperto di Poggio Torriana.

Per difendersi da questo essere malvagio il porcellino più piccolo costruisce una cassetta con la paglia e il mediano con la legna: entrambi ergono i loro rifugi in fretta, in modo da poter rimanere più tempo possibile per dedicarsi ai giochi. Pagheranno la loro superficialità quando il lupo, distruggendo le case in un sol soffio, se li mangerà avidamente.

Il fratellino più grande invece, con fare saggio e prevedendo la pericolosità e l’astuzia del lupo, costruisce una solida casa di mattoni e, alla fine riesce a sconfiggerlo. I tre porcellini insegna in modo molto divertente, soprattutto rivolgendosi ai bambini più piccoli, che non bisogna essere pigri e prendercela comoda, potrebbe essere molto pericoloso: il senso della storia è di far capire che la sopravvivenza dipende da un lavoro unito alla capacità di essere previdenti. Le case che i tre porcellini costruiscono simboleggiano il progresso dell’uomo nella storia, nel corso della propria vita; con il terzo porcellino si arriva alla maturità, all’intelligenza attraverso le quali è possibile sconfiggere potenze forti e insidiose.

Le fiabe sono fatte per essere raccontate ai bambini, e diversi sono i modi per poterle raccontare, in tante maniere si possono incantare i bambini; per la fiaba forse il più comune è quello della narrazione (anche i genitori leggendo le fiabe ai figli diventano narratori, cercando di raccontare i fatti creando un’atmosfera che catturi l’attenzione di chi l’ascolta, interpretando i personaggi differenziando le voci…), ma la compagnia TCP Tanti Cosi Progetti ha scelto di proporla attraverso quello che è il suo linguaggio, il suo modo di rivolgersi al pubblico, quello in cui l’attore in scena agisce e interagisce con tanti elementi, manipolandoli, giocando con essi.

Biglietti: gratuito per bambini fino ai 10 anni; 5 euro per over 10 e adulti. INFO: Comune di Poggio Torriana – URP Tel. 0541.629701/1-1, urp@comune.poggiotorriana.rn.it; Biblioteca “Pio Campidelli” Tel. 0541.688273, s.amati@comune.poggiotorriana.rn.it

3.

Da venerdí 20 luglio al 2 agosto é in programma il festival Le Città Visibili che fa rivivere i locali dell’Ex Macello comunale a Rimini (Via Dario Campana 71). La kermesse di teatro e musica sarà ospitata all’interno di una cornice inedita per l’evento e porterà in dote, nel cuore dell’estate riminese, quattro serate di teatro e altrettante di musica dal vivo, tutte a ingresso libero, ma anche conferenze e incontri su alcuni grandi temi di attualità.

I locali dell’Ex Macello saranno adibiti a camerini, a palco e platea e lo storico complesso verrà trasformato, durante le serate del festival, in un piccolo teatro o sala concerti a seconda delle serate in programma. In alcuni locali del vecchio edificio, saranno allestite mostre ed installazioni: RIU Project curerà una rassegna di video arte e un ciclo di passeggiate sonore. L’associazione Kantharos aps curerà una mostra fotografica sugli spazi abbandonati sul territorio riminese e un laboratorio di riciclo, oltre che visite guidate sul territorio sempre verso luoghi abbandonati o recuperati.

All’interno del festival Le Città Visibili si pensa anche ai più piccoli e alla loro educazione al senso del riutilizzo e del riuso creativo. Venerdí 20 luglio, alle 18, é in programma un laboratorio per bambini, dal titolo: I semi del riuso. Prendendo spunto da un’esperienza maturata a San Paolo in Brasile in cui si è cercato di fornire alle famiglie più povere della città un modo per coltivare da sé un proprio orto urbano partendo da alcuni vuoti a perdere, anche noi prendere alcuni dei nostri rifiuti di plastica come bottiglie, vasetti di yogurt, cestini di uova, ecc. per andare a creare un particolarissimo semenzaio e un piccolo ecosistema in cui far crescere una piantina tutta nostra.
Ingresso libero. Per info e prenotazioni: Michele Vescio 349 7116588 (anche sms e whatsapp), vescio.mich@gmail.com; Sara Magnani 345 8060788 (anche sms e whatsapp) sara.magnana@gmail.com

CLICCA QUI per scoprire le altre iniziative dedicate ai bambini a Rimini e dintorni

Condividi

Comments are closed.