Dal 21 maggio i burattini invadono Ravenna

0
Condividi

Il più antico Festival italiano dedicato al mondo del Teatro dei Burattini e delle Marionette per 6 giorni trasformerà Ravenna nella capitale del Teatro di Figura. Tantissimi spettacoli per ogni età,  ma anche mostre, convegni, incontri workshop e  un filo diretto con le scuole dell’infanzia.

Dal 21 al 26 maggio ritorna la 44. edizione del Festival internazionale dei Burattini e delle Figure “Arrivano dal Mare”. La manifestazione ė uno degli eventi nazionali più importanti del Teatro Italiano di Figura, un momento unico per le compagnie teatrali italiane dove confrontarsi, incontrarsi, mostrare il proprio lavoro ad una platea internazionale di esperti e appassionati con un programma che coinvolgerà numerosi pubblici dalle scuole alle famiglie, ma anche agli amanti di questo genere teatrale pieno di poesia.

La direzione Artistica è del Teatro del Drago/ Famiglia d’arte Monticelli che proprio nel 2019 festeggia i 40 anni di attività. (I Monticelli rappresentano oggi la quinta generazione di Marionettisti e burattinai, fra le famiglie di spettacolo dal vivo più antiche d’Italia.) Un bel compleanno per una edizione che, proseguendo il lavoro iniziato nel 2018, porta come sottotitolo la parola Gener-Azioni (produrre e mettere in moto azioni e omaggiare le generazioni  delle Famiglie d’arte) .

Saranno 50 gli appuntamenti:

Spettacoli per bambini  con coinvolgimento delle scuole, per famiglie e anche per adulti, alcune anteprime nazionali come “Vita d’Ombre” della compagnia Le Strologhe, sostenuto da un progetto di residenza artistica a Taiwan (giovedì 23 Maggio ore 22 Artificerie Almagià); “Pupazzi d’amore” presentato dalla giovane compagnia all’Incirco (sabato 25 maggio ore 18 Artificerie Almagià)  e “Pinocchio in 7T” della compagnia Ravennate Drammatico Vegetale (domenica 26 maggio ore 18.30 Artificerie Almagià).

Moltissime nuove produzioni come “Gianni e il Gigante” terzo capitolo della trilogia Storia sulle spalle del Teatro Delle Briciole di Parma (sabato 25 maggio ore 21) e WOW, prima regia di Beatrice Baruffini ( domenica 26 ore 10); Il Cerchio magico di Prospero coproduzione Attic Rep/ Teatro del Drago ( mercoledì 22 ore 20,30); il Principe e il Povero del Granteatrino Casa di Pulcinella (mercoledì 22 Maggio ore 16,30) ; Terra chiama Tommy di Politheater (sabato 25 ore 16,30); Scuola di Magia del Teatro Verde (venerdì 24 ore 21); Un soldatino , di Tieffeu /Micro Teatro Terrà Marique (ore 10,45 mercoledì 22 maggio)

Compagnie per la prima volta in Italia come le francesi Mains Fortes e Nomorpa che porteranno rispettivamente “Haut Bass” e “Tourne Vire”, due delicati spettacoli adatti anche ai più piccoli e due spettacoli finalisti della rete di sostegno del teatri emergente Italiano  IN BOX  “Maze” della Compagnia tutta al femminile “Unterwasser” ( martedì 21 maggio, ore 21) e “la Classe” di Fabiana Iacozzilli/ CrAmPi Crampi  quest’ultimo è stato anche scelto scelto per aprire “Anni luce_osservatorio di futuri possibili”, lo spazio dedicato nell’ambito del RomaEuropa Festival alla scena teatrale emergente italiana tra sperimentazione e nuovi linguaggi artistici (domenica 26 maggio, ore 21.00).

Spettacoli vincitori di numerosi premi internazionali come “Creatures particulares” dell’Argentino Roberto White che ha costruito marionette con materiali di recupero come sportine della spesa (giovedì 23 maggio, ore 17.30).

Al Festival anche l’ultimo rappresentante del Teatro Viaggiante il grande Titino Carrara che porterà il suo nuovissimo progetto “la Buca del Diavolo” (giovedì 23 maggio, ore 18.30 Artificerie Almagià).

In Cartellone alcuni classici intramontabili come “LAcqua miracolosa” della Famiglia Niemen, Le avventure di Fagiolino” de I burattini di Mattia e “Fagiolino e Sandrone” della Famiglia Monticelli, “Il sogno di tartaruga” del Baule Volante e la compagnia italiana eccellenza nel modo per il Teatro delle Ombre : Teatro Gioco Vita con lo spettacolo “Io e niente” ( venerdì 24, ore 11).

Al Festival anche un omaggio alla grande Maria Signorelli, grazie alla presenza delle Figlie Maria Letizia e Giuseppina Volpicelli; per l’occasione verranno proiettati alcuni video inediti e rappresentata una conferenza spettacolo dal titolo “la Tessitura Magica” (22 maggio Almagià, ore 15.30).

Sulle famiglie d’Arte Italiane di Burattinai,  Marionettisti e Pupari verterà  il Convegno di interesse internazionale “in Viaggio, storie e visioni dalle Famiglie d’Arte di Spettacolo” nel quale saranno ospiti numerosi artisti, “figli d’arte”. Il Convegno sarà aperto dal Prof Guido di Palma Presidente della Commissione Consultiva per il Teatro del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Claudio Leombroni dell’Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia Romagna

Un convegno con l’obiettivo di valorizzare il mestiere del Teatrante nella sua grande tradizione italiana e  sull’importanza delle trasmissione dei saperi alle nuove generazioni: “sarà come aprire uno scrigno prezioso e fantastico, storie che arriveranno da tutta la penisola italiana, storie che rimarcheranno quanto sia stato e sarà prezioso il lavoro di questi meravigliosi artigiani dello spettacolo”.

Anche la mostra a Palazzo Rasponi dal titolo “La dote di Famiglia” una mostra inedita, unica nel suo genere, produzione del Festival Arrivano dal Mare! che vedrà insieme per la prima volta marionette, burattini e pupi di alcune delle Famiglie d’arte di spettacolo dal vivo che hanno fatto la storia del Teatro Italiano di Tradizione e molti pezzi che  ancora oggi calcano le scene secondo una continuità, di generazione in generazione: Marionette Lupi, Gambarutti, Colla, Grilli, Accettella, Monticelli; Pupi di  Cuticchio e Napoli, burattini dei Ferrari, Niemen, Corniani, Spinelli,  di Gigliola Sarzi , Otello Sarzi e Maria Signorelli.

Teatro Rasi, Palazzo Rasponi, Piazza Kennedy, Artificerie Almagià, Autorità Portuale, il Mag, Museo la Casa delle Marionette e la Rocca Brancaleone saranno il palcoscenico degli spettacoli e degli incontri , un modo per fare conoscere una vivace zona della città al numeroso pubblico del Festival.

Condividi

Comments are closed.