Ricette per l’inverno: andar per mostre

0
Condividi

I mesi invernali sono un ottimo periodo per qualche uscita all’insegna dell’arte, adatta anche per bambini e ragazzi. Abbiamo scelto qualche esposizione da non perdere, che propongono anche laboratori e iniziative per i piú giovani. Potrebbe essere pure l’occasione giusta anche per scoprire le bellezze di altre città…

1.

Prosegue fino al 28 aprile la mostra “Aztechi, Maya, Inca e le culture dell’antica America”, ideata e curata da Antonio Aimi e Antonio Guarnotta intorno alla collezione del MIC di Faenza, che possiede oltre un migliaio di reperti in ceramica e tessili di cultura precolombiana. Un racconto inedito della storia, vista con gli occhi dei “vinti” e non dei conquistatori, che si sofferma su dettagli importanti come la condizione della donna o i sistemi di calcolo dell’antico Perù.

La mostra è un percorso emozionale che da l’opportunità di conoscere la propria data di nascita “tradotta” nei tre calendari dei Maya, o di scoprire come in Mesoamerica, prima che in ogni altra parte del mondo, si giocava a palla, anche se non si trattava di uno sport ma di un rito religioso. Infine il percorso si completa con la musica riprodotta dagli antichi strumenti musicali esposti e diffusa da altoparlanti.

Tutte le domeniche i laboratori del MIC aprono le porte alle famiglie: domenica 20 gennaio, alle 15, é in programma “Fischio!”: i bambini possono realizzare un piccolo strumento a fiato secondo la tradizione precolombiana.

Per i dettagli clicca qui

2.

La mostra Sturmtruppen. 50 anni a Palazzo Fava a Bologna, organizzata da Fondazione Carisbo e Genus Bononiae – Musei nella città in collaborazione con Eredi Bonvicini, è un omaggio all’esercito di fumetti più famoso al mondo, le Sturmtruppen che quest’anno compiono appunto 50 anni di vita.

Nella mostra sono proposte circa 200 opere, in buona parte esposte per la prima volta, che tutte insieme ripercorrono tutta la carriera artistica del disegnatore. Un progetto che covava già da due anni nella mente della figlia Sofia, curatrice della mostra insieme a Claudio Varetto, che ha aperto gli archivi di Bonvi per disegnare un percorso espositivo di quasi 600 metri quadrati nel cuore di Bologna, patria artistica di Bonvi, che a pochi passi, nell’adiacente via Rizzoli, ebbe il suo studio fino alla morte prematura, il 9 dicembre 1995.

Ti aspetto da… Sturmtruppen! per le famiglie… Ogni sabato pomeriggio, torna la formula “ti aspetto da…” con giochi, laboratori, attività tutte dedicate alla scalcagnata truppa militare di Bonvi, spaziando dal fumetto al disegno libero, dalla storia alle narrazioni, dai giochi di ruolo alla costruzione di modelli. (Sabato 19 gennaio: Completa i Fumetti, 26 gennaio: I personaggi dei fumetti più famosi, 9 febbraio: Caccia…al fumetto!, 16 febbraio: Il tuo eroe del fumetto, 23 febbraio: Balloon enormi per esprimere il nostro pensiero, 2 marzo: Dall’illustrazione al racconto, 9 marzo: Pupazzen, 16 marzo: Illustrami, 23 marzo: Animiamo le strisce di Bonvi, 30 marzo: Sturmtruppen a teatro)

Per i dettagli clicca qui

3.

C’è tempo fino al 3 marzo per visitare ‘Hokusai Hiroshige. Oltre l’onda‘, che all’interno del Museo Civico Archeologico di Bologna ospita le opere dei grandi maestri giapponesi Katsushika Hokusai (1760 – 1849) e Utagawa Hiroshige (1797 – 1858). La mostra espone, per la prima volta in Italia, una selezione straordinaria di circa 150 opere provenienti dal Museum of Fine Arts di Boston.

Entra in mostra durante i weekend con tutta la famiglia: Visite guidate, laboratori per bambini dedicati alla mostra sono in programma, per il calendario clicca qui

4.

Ferrari dedica due esposizioni a Enzo Ferrari mostrando tutta la sua passione e le sue auto presso il Museo Ferrari a Maranello: Driven by Enzo e Passion and Legend.

“Driven by Enzo” espone i modelli a quattro posti guidati personalmente da Ferrari. Com’è noto, Enzo Ferrari era solito provare personalmente ogni vettura prodotta a Maranello, ma non tutte entravano a far parte del suo quotidiano. Nei tragitti giornalieri in particolare amava guidare per la loro combinazione di comfort e sportività le vetture a quattro posti, con cui accompagnava spesso le personalità che gli facevano visita.

“Passion and Legend” è il racconto straordinario di Enzo Ferrari e della sua azienda, ripercorso attraverso vetture e immagini. La Ferrari è la trasposizione nel mondo reale della visione del suo fondatore e del suo amore incondizionato per l’automobile, testimoniato dall’esposizione delle più belle vetture di sette decadi.

Le mostre, grazie a due postazioni interattive, consentono inoltre di scoprire le vetture 2+2 più significative nella storia della Casa e di effettuare un tour virtuale negli odierni impianti produttivi. Le mostre resteranno al Museo Ferrari di Maranello fino a maggio 2019.

Per i dettagli clicca qui

5.

A febbraio debutta Leo delle meraviglie, installazione interattiva di Drammatico Vegetale, per famiglie con bambini dai 4 ai 10 anni, presso il MAR Museo d’Arte della Città di Ravenna, liberamente ispirata alle opere grafiche di Leonardo dedicate alla natura e alla sua interpretazione, per vedere il mondo con gli occhi d’incanto e curiosità di un bambino.

Quattro sezioni-stanze interattiva ispirate agli elementi della natura: il volo degli uccelli e il gioco delle nuvole in cielo, le onde del mare e l’acqua che scorre nei ruscelli, la meraviglia del fuoco tra il buio e la luce, i fiori e le piante che nascono dalla terra. Il percorso è liberamente ispirato alle opere grafiche di Leonardo dedicate alla natura e alla sua interpretazione.

Per i dettagli clicca qui

Condividi

Comments are closed.