Torna la ‘Festa della Segavecchia’, il Carnevale misanese

0
Condividi

Una rievocazione di antica tradizione popolare che negli anni si è trasformata in una festa folcloristica con sfilata di carri allegorici, spettacoli, stand gastronomici e mercatini. Ecco la ‘Festa della Segavecchia’ di Misano Adriatico, in programma sabato 6 e domenica 7 aprile.

Tra sacro e profano, questa festa è diventata ormai una tradizione di metà quaresima. Le sue origini si perdono nella notte dei tempi e anche se alcuni documenti ne attestano l’esistenza già nel XIV secolo, le sue radici sembrano ancora più antiche e sarebbero da ricercare negli antichi riti celtici della vita-morte-vita e nelle feste del mondo rurale. La Vecchia segata rappresenterebbe la fine dell’inverno e il ritorno della primavera, carica di frutti e doni per gli uomini.

Anche Misano si prepara dunque a festeggiare la fine dell’inverno e l’inizio della bella stagione… il tutto con un programma che unisce giochi per i bambini, stand enogastronomici, musica, la sfilata dei carri, il tradizionale falò della vecchia per poi concludersi con lo spettacolo pirotecnico.

Come accade ogni anno nella giornata di sabato 6 aprile vengono organizzate in Piazza della Repubblica a Misano gare sportive, degustazioni di prodotti tipici romagnoli e di vini, laboratori e feste per bambini; la domenica 7 aprile invece è dedicata alla vecchina che a ogni edizione cambia il suo look, segretissimo fino all’ultimo.
Nell’ultima edizione sono state organizzate sfilate di moto d’epoca, concerti d’orchestra e mostre fotografiche, tanti eventi per grandi e piccini.
Si comincia a festeggiare fin dal mattino, ma come vuole la tradizione si aspettano le 16:30 per scoprire il nuovo volto della Vecchia, numerosi carri colorati e chiassosi sfilano per le vie della città da via Platani, a via Marconi, passando per via della Repubblica e via Dante.

Dai carri i gruppi mascherati lanciano agli spettatori coriandoli e dolciumi, regalano caramelle, frittelle e cioccolata a tutti.
Alle 21.00 la vecchina viene issata in cielo e quando tutti sono col naso all’insù, viene dato fuoco al fantoccio, mentre musica dal vivo e fuochi d’artificio fanno da sfondo al momento più importante della festa.

L’ingresso è gratuito.

Per il programma completo clicca qui

Condividi

Comments are closed.