Cane & dialetto, il più insolito dei laboratori ludici sbarca a Gatteo

0
Condividi

Familiarizzare con il cane parlandogli in dialetto: il più insolito dei laboratori ludici sbarca a Gatteo mercoledí 30 marzo. Alla Biblioteca Ceccarelli quattro appuntamenti per avvicinare i ragazzi al mondo canino rispolverando la lingua romagnola.

É sicuramente il più originale dei laboratori mai proposti dalla Biblioteca Ceccarelli di Gatteo: “Zuga se chen!” si ripromette infatti di avvicinare i bimbi al mondo dei cani utilizzando come mezzo espressivo proprio il dialetto romagnolo. Per quattro mercoledì (30 marzo, 6, 13 e 20 aprile), infatti,  i ragazzi dai 6 agli 11 anni potranno scoprire, giocando, caratteristiche e comportamenti di Fido, da sempre “il migliore amico dell’uomo”, in compagnia dell’educatrice cinofila Sara Balestra. Già questa proposta sarebbe abbastanza insolita per una biblioteca: figuriamoci poi quanto l’evento diventi unico se a condurre con Sara i laboratori didattici c’è la poetessa dialettale Annalisa Teodorani, in un insolito tandem che utilizza i momenti ludici dedicati al cane per avvicinare i piccoli anche al recupero del dialetto romagnolo.

biblioteca_cane_dialetto_1_bimbiarimini

Inzècca l’animèli e una “zurnèda” in compagnia del cane

Già dal primo incontro i bimbi impareranno, tramite diversi giochi, a fare amicizia con il docile cagnolino Kobe, familiarizzando con lui e impartendogli semplici istruzioni in dialetto per coinvolgerlo nel gioco. Nei quattro appuntamenti le storie di Kobe, le sue abitudini, i suoi comportamenti diventeranno familiari per i ragazzi, che giocheranno con lui e realizzeranno piccoli manufatti a tema: al termine della serie di incontri ogni bimbo avrà infatti creato, con materiali di recupero,  il proprio “cane” da portare a casa, non prima di aver scritto all’amico Kobe un pensierino tradotto in dialetto romagnolo.  E ancora ciotola e guinzaglio da costruire insieme dando sfogo alla creatività, giochi alla “Indovina chi” – ribattezzato per l’occasione “inzècca l’animèli” – e una “zurnèda” (giornata) in compagnia del cane da progettare insieme per conoscerne le abitudini.

biblioteca_cane_dialetto_2a_bimbiarimini

Sara Balestra, antropologa, negli anni ha costruito singolari percorsi didattici che avvicinano bambini, ragazzi ed adulti al mondo animale, integrando ai suoi studi il conseguimento della qualifica di educatore cinofilo e operatore di pet therapy. Annalisa Teodorani, poetessa romagnola con già all’attivo diverse pubblicazioni, è attivamente impegnata nelle attività di recupero e valorizzazione del dialetto romagnolo, non solo tramite la propria opera artistica ma anche conducendo laboratori didattici a tema con ragazzi e adulti.

I quattro appuntamenti sono gratuiti, ma con prenotazione obbligatoria visto il numero limitato di posti. Le iscrizioni sono già aperte – con precedenza ai residenti di Gatteo –  allo 0541 932377 o biblioteca@comune.gatteo.fo.it

Condividi

Comments are closed.