La magia di “Fole e burattini” a Savignano

0
Condividi

Quattro serate di teatro di figura sotto le stelle in centro storico di Savignano sul Rubicone. Al via mercoledí 3 agosto la rassegna “Fole e burattini”. Nel cartellone di Teatro del Drago anche un evento sperimentale sulle peculiarità del fiume Rubicone 

fole_burattini_romagna_bimbiariminiQuattro appuntamenti con il teatro popolare che coinvolge bambini e adulti nella “Dolce Estate 2016” di Savignano sul Rubicone, al via da mercoledì 3 agosto grazie alla rinnovata collaborazione tra Assessorato alla Cultura Città di Savignano e Teatro del Drago. Un viaggio attraverso il mondo del teatro di figura e le sue meravigliose tecniche: dalla formidabile parata di strada Teseo e il Minotauro in prima nazionale, all’evento site-specific “Pianta la tua storia”, che si svilupperà lungo il fiume Rubicone, ai burattini a guanto della tradizione, quest’anno ospite la tradizione veneta (24 agosto) all’animazione a vista del teatro di figura contemporaneo (31 agosto).

Siamo lieti – commenta l’assessore alla Cultura Maura Pazzagliadi confermare la collaborazione con una delle più antiche formazioni teatrali italiane di marionettisti e burattinai. Nei quattro spettacoli di quest’anno il teatro di figura  diverrà uno strumento di valorizzazione dei luoghi più caratteristici della nostra città. Questa volta tocca ai bambini essere protagonisti”.

Teseo e il Minotauro in prima nazionale

L’iniziativa si inserisce nel ricco palinsesto teatrale regionale “Fole e burattini, in piazza e nei castelli di Romagna” che anche quest’anno tocca tante località del territorio (oltre a Savignano sul Rubicone anche Imola, Bagnacavallo, Casola Valsenio, Marina Romea, Forlì, Cesena, Gambettola, Montiano, Ravenna) unendo in una rete i territori della Romagna, con organizzazione e direzione a cura del Teatro del Drago/ Famiglia d’Arte Monticelli.

savignano_burattini_teatrodeldrago_2016

Un vero e proprio excursus nell’universo colorato e dinamico dei burattini e delle marionette, quattro serate dedicate alle famiglie per potersi divertire insieme attraverso il rito collettivo del teatro. Si apre il sipario mercoledì 3 agosto con una prima nazionale: lo spettacolo “Teseo e il Minotauro” presentato a Savignano in prima assoluta, ultima produzione del Teatro del Drago. Le vie del centro del paese a partire dal ponte Romano fino a piazza Borghesi saranno avvolte da un’atmosfera surreale e simbolica, dove il mito incontra la realtà attraverso melodie originali che sembrano nascere dalle stesse macchine sceniche. Una processione laica in chiave mitologica che rievoca una storia lontana nel tempo grazie ad atmosfere sognanti e fantastiche; un viaggio sotteso fra il gioco di teatro nel teatro e l’antica arte dell’imbonitore di piazza, per entrare in quel dedalo di storie che la Grecia ci ha regalato con tanta generosità. Una storia che regala tanti racconti che prenderanno vita negli spettacoli di burattini, marionette e musica.

Il secondo appuntamento è per mercoledì 10 agosto con l’evento ludico/teatrale “Pianta la tua storia” al parco lungo il fiume Rubicone, che avrà come punto di raccolta la piazzetta dell’Asilo. Un evento dedicato alle famiglie i cui partecipanti, divisi in quattro squadre dai nomi delle quattro stagioni, diventeranno i custodi di piante, fiori, erbe e ortaggi e soprattutto troveranno, lungo il percorso, i semi per una propria personale storia che verrà narrata al pubblico alla fine dell’itinerario. Attraverso una serie di prove ludiche che uniranno arte, cultura e botanica piccoli e grandi scopriranno così i segreti e le magie della natura, del teatro e della tradizione orale delle fiabe. Ad aiutarli in questo difficile compito quattro “aiutanti” strambe e un po’ magiche che accompagneranno il loro cammino.

Mercoledì 24 agosto nell’Arena Gregorini andrà in scena il terzo spettacolo della rassegna dal titolo “Il castello di Tremalaterra” della compagnia L’Aprisogni di Treviso. Uno spettacolo di burattini a guanto in baracca della tradizione veneta con protagonista la bella Rosina, in procinto di sposare il suo fidanzato Alphonso De Maria Gonzales y Gonzales. Ma l’oscuro mago di Tremalaterra è intenzionato a rapirla: toccherà a Sisto e Miseria, bistrattati servi di Sidonia, madre di Rosina, l’arduo compito di liberare la giovane.

L’ultimo appuntamento, mercoledì 31 agosto è con Cappuccetto Rosso, della compagnia perugina Tieffeu, che avrà luogo nel Sagrato della Chiesa del Suffragio. Lo spettacolo racconta la fiaba di sempre, riscritta e narrata accentuando particolarmente il sentire di Cappuccetto Rosso: il distacco, l’allontanamento dalla dimensione protettiva della famiglia. Il divieto e la sua infrazione. La curiosità del non conosciuto e l’insicurezza nei luoghi riattraversati. La gioia della scoperta di un bosco che appare nella sua bellezza e nelle piccole cose. La paura e il suo superamento. Il confronto con il lupo antagonista, che bisogna conoscere e poi sconfiggere. La storia di “Cappuccetto” è la storia di ognuno di noi.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito con inizio alle ore 21. La rassegna è organizzata da Assessorato alla Cultura Città di Savignano e Teatro del Drago/Famiglia d’Arte Monticelli di Ravenna, in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e il Mibact (Ministero per i Beni e le Attività Culturali).
Condividi

Comments are closed.