Ecco “Kung Fu Panda 2”: da mercoledì 24 agosto nei cinema

0
Condividi

Esce ufficialmente nelle sale l’atteso film di animazione che ha per protagonista Po, il panda maestro di arti marziali (Guerriero Dragone) impegnato a difendere la Cina dalla minaccia del malvagio Chen. Il secondo episodio della saga è in programmazione al Multiplex Le Befane di Rimini, al Cinepalace Riccione, all’Ariston di Cattolica e al Gambrinus di Pennabilli.

Adesso l’attesa è davvero finita. Dopo l’anteprima del 17 agosto, esce ufficialmente in tutte le sale cinematografiche italiane mercoledì 24 agosto “Kung Fu Panda 2”, in provincia di Rimini in particolare in programmazione al Multiplex Le Befane di Rimini, al Cinepalace Riccione, all’Ariston di Cattolica e al Gambrinus di Pennabilli.
Il film di animazione di Jennifer Yuh (promossa alla regia dopo che nel primo aveva curato la storia e soprattutto la direzione della memorabile sequenza iniziale in due dimensioni), prodotto dalla Universal Pictures, presenta un cast importante anche come doppiatori: Jack Black/Fabio Volo nella voce di Po, Dustin Hoffman/Eros Pagni per il maestro Shifu, Gary Oldman/Massimo Venturiello (Lord Shen) e Angelina Jolie/Francesca Fiorentini (Tigre), per una serata spassosissima per piccini sì… ma anche per grandi.
L’11 giugno questo secondo episodio della saga del panda kungfuista (il precedente è stato un autentico re d’incassi al botteghino) è stato presentato al Taormina Film Fest tra le anteprime ma, solo dopo la presentazione fuori concorso al Festival di Cannes 2011, il 26 maggio la pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche americane.
Il film (‘Il ritorno del Guerriero Dragone’ è il titolo completo) ci presenta l’arte marziale del Kung Fu in profonda decadenza, Shen (figlio dei reggenti), dopo aver voluto trasformare la polvere pirica per l’uso dei fuochi d’artificio in polvere da sparo per i cannoni, è stato cacciato dal palazzo reale ma non si arrende e nell’oscurità accumula metallo per forgiare un esercito di cannoni, un’arma imbattibile contro cui nemmeno i maestri kung fu possono fare nulla e che gli permetterà di avere la rivincita che cerca. Contemporaneamente anche l’era industiale avanza, rendendo sempre più desuete le arti marziali. C’è solo una vecchia indovina che si ribella a tutto questo e predice la sconfitta a Shen, sarà battuto da una forza bianco e nera in grado di accomunare ying e yang come nel simbolo del tao. A nulla servirà lo sterminio di una villaggio di panda perché, nel tentativo di allontanare da sé il destino indesiderato Shen non farà che creare la sua nemesi: Po.
Intanto il Panda Guerriero Dragone si gode la sua fama all’oscuro dell’imminente attacco e solo quando sarà chiamato ad intervenire contro il malvagio Shen che minaccia la Cina ricorderà quello sterminio che lo ha reso orfano. Solo la conquista della pace interiore potrà dargli la forza per combattere i cannoni.

Condividi

Comments are closed.