Una rombante cascata di 103 metri alla diga di Ridracoli

0
Condividi

La diga di Ridracoli tracima di nuovo grazie alle nevi dell’Appennino tosco-romagnolo che si sciolgono e alle piogge. Nel weekend la diga aspetta i visitatori dalle 10 alle 18, l’Idro Ecomuseo dalle 10 alle 19.

Alla diga di Ridracoli, sull’Appennino forlivese, di nuovo è iniziata la spettacolare fase della tracimazione. Grazie alle recenti piogge, il livello del lago artificiale alle spalle della grande muraglia di cemento ha raggiunto e superato il suo massimo (557,3 metri, pari ad oltre 33 milioni di metri cubi d’acqua) provocando la tracimazione, con una imponente e rombante cascata, alta circa 104 metri, che precipita a valle.

É consigliato osservare la webcam sul sito per verificare l’eventuale tracimazione in atto.

Sabato 10 marzo apre Idro Ecomuseo (ore 10 – 19) e da sabato 17 marzo iniziano le abituali visite guidate ai cunicoli interni alla Diga di Ridracoli.

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, il nuovo ecomuseo si presenta ufficialmente al pubblico con una nuova veste che sarà resa pubblica ufficialmente il 22 marzo con una giornata ad ingresso gratuito. La sostenibilità, i cambiamenti climatici, i servizi ecosistemici, il rapporto uomo-natura sono solo alcuni degli elementi tematici affrontati.

Da domenica 25 marzo è possibile visitare il lago con l’escursione in battello elettrico, che permette di arrivare negli angoli più nascosti del lago, accompagnati solo dai rumori della natura.

INFO: 0543 917912

Condividi

Comments are closed.