BIMBI SORRIDENTI – Le lesioni della lingua

0
Condividi

Prosegue la rubrica dedicata alle famiglie con bambini curata dallo staff medico della Clinica Merli. In questo articolo la dottoressa Romina Marcatelli affronta il tema delle lesioni della lingua, che possono presentarsi in età infantile. Se avete domande o richieste di approfondimenti, potete inviarli a info@bimbiarimini.it .

Esistono delle situazioni particolari in cui la superficie della lingua è più irregolare e quindi tende a trattenere eventuali residui alimentari. Tra le più comuni troviamo la “lingua a carta geografica” e la “lingua bianca da candidosi”.

Lingua a carta geografica

rimini_clinica_merli_dentista_linguaE’ una malattia infiammatoria cronica benigna, che insorge principalmente nei bambini prima dei 10 anni, per poi ridursi con l’età.
Clinicamente, sul dorso linguale si presentano aree multiple e arrossate, di forma rotonda o irregolare, circondate da margini sottili leggermente in rilievo di colore bianco o giallo. Si vengono a formare segni di varie forme che ricordano una cartina geografica.
Tali lesioni tendono a regredire spontaneamente nel giro di giorni o settimane, per poi ricomparire in altre parti della lingua. Di solito è una lesione asintomatica, sebbene alcuni pazienti possano avere un certo fastidio. In questi casi si possono utilizzare collutori o creme a base di sostanze antisettiche o anestetiche.
Si riservano i cortisonici topici in casi in cui il fastidio è significativo.
Per ridurre i fastidi soggettivi è bene evitare o limitare l’uso di:

  • cibi caldi, speziati, salati
  • cibi aciduli (agrumi, pomodoro, ananas)
  • vegetali quali melanzane, spinaci, bietole
  • formaggi molto saporiti
  • dentifrici aggressivi o sbiancanti

Candidosi

La candidosi, più comunemente nota come “mughetto“, è una malattia infettiva causata dal micete Candida Albicans, che colpisce la bocca e gli organi connessi ed è causa di una delle più frequenti lesioni bianche in età pediatrica.
rimini_clinica_merli_dentista_lingua_2Si manifesta spesso nell’infanzia, ma è frequente anche in tutti gli adulti dalle difese immunitarie compromesse.
La candidosi si verifica quando vi è una normale alterazione della normale flora della bocca, quando il sistema immunitario è poco reattivo, in seguito a terapie antibiotiche e/o terapie cortisoniche inalatorie e in seguito a varie condizioni di stress psicofisico.
Tra i segni più evidenti dell’infezione c’è la comparsa di placche biancastre, che possono ricoprire la lingua, le gengive, la parte interna delle labbra, ma anche l’ugola e le tonsille. La lingua si presenta con placche bianche rimovibili, diffuse a tutto il cavo orale, la cui asportazione lascia zone erose e arrossate.
I sintomi sono in genere blandi, ma può comparire dolore alla deglutizione, sensazione di corpo estraneo in bocca e perdita del gusto.
Può essere utile l’assunzione frequente di yogurt per rinforzare la normale flora batterica dell’intero apparato digerente.
Normalmente la candidosi si risolve con farmaci antimicotici locali o sistemici.

Da non perdere…

Romina Marcatelli, laureata in odontoiatria a Bologna nel 2004, si occupa prevalentemente di odontoiatria pediatrica e collabora da diversi anni, come libera professionista, con la Clinica Merli a Rimini (viale Settembrini 17/o, tel. 0541 52025). I suoi principali campi di aggiornamento sono la prevenzione, la cura e l’approccio psicologico dei piccoli pazienti, con particolare attenzione alle varie disabilità.

Proprio per fornire utili informazioni alle famiglie, a misura di bimbo, è stato attivato dalla Clinica Merli un sito web dedicato

 

Condividi

Comments are closed.