BIMBI SORRIDENTI – Alitosi nei bambini: cause, terapie e rimedi

0
Condividi

Continua la rubrica dedicata alle famiglie con bambini curata dallo staff medico della Clinica Merli. In questo articolo la dottoressa Romina Marcatelli affronta il tema alitosi in età pediatrica e lesioni della lingua, suddividendo l’argomento in due parti. Ecco il primo articolo. Se avete domande o richieste di approfondimenti, potete inviarli a info@bimbiarimini.it.

dentista_bambini_alitosi_2L’alito cattivo in età pediatrica è frequente come conseguenza di acetone o tonsilliti, ma anche di una cattiva igiene orale ed eventuali problemi legati alla digestione.
Molte mamme osservano la comparsa dell’alito cattivo soprattutto al risveglio del bambino. Durante la notte infatti, la produzione di saliva si riduce e con essa anche la sua capacità di detergere la bocca dai microorganismi. Così, al risveglio, l’alito risulta più pesante per ritornare normale subito dopo aver bevuto un sorso d’acqua, lavato i denti o fatto colazione.

Cause

  • Cattiva igiene orale

Con lo spuntare dei dentini, che di solito avviene nei primi 3 anni di vita, nasce l’esigenza di mantenerli puliti sia per evitare l’alitosi dovuta a residui di cibo tra i denti, che per mantenere sani i dentini e le gengive.
E’ fondamentale insegnare al bambino come lavare i denti dopo i pasti principali, come abbiamo già spiegato in precedenza sia io che le mie colleghe.
Anche la pulizia della lingua gioca un ruolo importante nell’alitosi del bambino, per questo è importante rimuovere l’eventuale patina bianca con gli appositi puliscilingua.

  • Dentizione 

Fino ai due anni il problema di alitosi nel bambino potrebbe essere dovuto proprio all’eruzione e alla crescita dei dentini e scomparire con il completamento della dentizione, cioè intorno ai 3 anni.

  • Cibi troppo proteici e scarsa assunzione di fluidi

L’alitosi è causata da alcuni batteri che disgregano le proteine del cibo, della saliva, di eventuale muco e liberano dei gas responsabili del cattivo odore.
Queste sostanze si formano in presenza di una dieta iper proteica (latte, carne, pesce, uova, formaggi) e se si beve poca acqua, che ha il compito di ripulire la bocca.

Romina Marcatelli, laureata in odontoiatria a Bologna nel 2004, si occupa prevalentemente di odontoiatria pediatrica e collabora da diversi anni, come libera professionista, con la Clinica Merli a Rimini (viale Settembrini 17/o, tel. 0541 52025). I suoi principali campi di aggiornamento sono la prevenzione, la cura e l’approccio psicologico dei piccoli pazienti, con particolare attenzione alle varie disabilità.

Proprio per fornire utili informazioni alle famiglie, a misura di bimbo, è stato attivato dalla Clinica Merli un sito web dedicato

Da non perdere…

Condividi

Comments are closed.