“Io e Tech”, un progetto per mantenere il contatto con i bimbi attraverso letture, storie, saluti e attività ricreative

0
Condividi

Mantenere il rapporto visivo, proporre attività ricreative, raccontare storie o semplicemente salutarsi. Gli insegnanti e educatori delle scuole di infanzia del Comune di Rimini vanno online e scelgono il nome di “Io e Tech” per lanciare i loro video sulla piattaforma youtube del Comune di Rimini

“Io e Tech” ha l’obiettivo di mantenere un legame tra gli insegnanti, gli educatori, le bambine e i bambini, attraverso i loro genitori, sfruttando la tecnologia per una serie di proposte educative che possano arricchire la quotidianità con esperienze che creino un collegamento e una memoria delle relazioni e delle esperienze vissute a scuola e al nido.

Io e Tech, questo il nome dell’iniziativa, ha l’obiettivo di mantenere un legame tra gli insegnanti, gli educatori, le bambine e i bambini, attraverso i loro genitori, sfruttando la tecnologia (in questo caso youtube) per una serie di proposte educative che possano arricchire la quotidianità con esperienze che creino un collegamento e una memoria delle relazioni e delle esperienze vissute a scuola e al nido. Gli insegnanti e gli educatori rappresentano figure di riferimento per i bambini e lo strappo improvviso che questa situazione ha creato può essere, almeno parzialmente, colmato dando la possibilità a queste relazioni importanti di rimanere attive.

É importante supportare i bambini, soprattutto i più piccoli, affinché non si sentano disorientati da questi improvvisi cambiamenti. I genitori, attraverso il materiale che verrà messo a disposizione, avranno oltretutto modo di conoscere alcune delle attività che i bambini fanno al nido e a scuola e potranno riproporle in queste giornate che dovranno passare a casa con i loro figli.

Le proposte educative inserite nei materiali già pubblicati, e in quelli in programmazione, riguarderanno:

  • narrazioni (con libri, oggetti, burattini…..);
  • giochi e attività ricreative;
  • canzoni mimate;
  • attività manuali con materiali abitualmente presenti anche nelle case (valorizzando costruzioni con materiali di recupero….)
  • attività grafico pittoriche;

All’interno del progetto è stata attivata anche un’area di assistenza tecnica e una guida rapida, in grado di aiutare le insegnanti nella realizzazione dei video.

Condividi

Comments are closed.