Clown&Clown Festival: Monte San Giusto si trasforma nella ‘Città del sorriso’

0
Condividi

Parte il 29 settembre il Clown&Clown Festival, XV edizione del festival internazionale di clownerie e clown-terapia ideato dalla Mabò Band a Monte San Giusto (Mc). Otto giorni all’insegna dell’equilibrio insieme alla clown umanitaria libanese Sabine Choucair, ad Arturo Brachetti, Paolo Ruffini e tanti altri ospiti.

La 15° edizione del festival, che dal 2015 si fa messaggero del valore universale e terapeutico della risata, sarà all’insegna dell’equilibrio, tema che verrà declinato in 8 intense giornate con spettacoli di clownerie e circo contemporaneo, grandi eventi di piazza, workshop, incontri formativi sulla clown-terapia insieme alla Federazione Nazionale Clown Dottori ed altre associazioni umanitarie, mostre e tanto altro.

Per ciò che riguarda il ruolo del clown nel sociale il principale ospite è Sabine Choucair, clown umanitaria libanese impegnata nel diffondere risate e fornire assistenza a comunità svantaggiate in molte parti del mondo.

Tra gli artisti ci saranno Arturo Brachetti, che si presenterà senza maschere in “Arturo racconta Brachetti”, Paolo Ruffini che torna per il terzo anno consecutivo e presenterà il grande evento finale, il canadese Derek Scott, clown che ha lavorato con il Cirque du Soleil e tra i protagonisti del noto Slava’s Snow Show, e Nicola Virdis, il nerd senza parole che ha avuto un grande successo all’ultimo Italia’s Got Talent.

Come sempre, la città si trasformerà in un grande circo a cielo aperto, il cui perimetro quest’anno sarà ancora più esteso, con una eccezionale opera di arredo urbano realizzata grazie alla partecipazione entusiasta di tantissimi cittadini tra i quali spicca l’enorme naso rosso che indossa il campanile della chiesa.

Per il programma clicca qui

Condividi

Comments are closed.