“La Unione fa la Forza”: ecco come a Torre Pedrera

0
Condividi

Tombola con canti natalizi e ‘Baby Parking di Natale’ nel periodo delle Feste al Centro educativo nato un paio di mesi fa a Rimini nord, che propone aiuto per compiti scolastici e vari laboratori. “Strumenti che facilitino i processi di apprendimento, permettendo ai ragazzi di esprimere se stessi al meglio nel rispetto e nella collaborazione con gli altri”, spiega l’ideatrice Elena De Marchi

Sostegno compiti per le scuole elementari e medie, potenziamento della lingua italiana, laboratorio di creatività manuale ed espressione teatrale, corso di scacchi. Sono alcune delle proposte del Centro educativo “La Unione fa la Forza”, nato ad ottobre scorso a Torre Pedrera, nella zona nord di Rimini, per iniziativa di Elena De Marchi.

Elena De Marchi

Il centro nasce dal mio desiderio di mettere a frutto gli studi universitari in ambito psico-pedagogico, ultimati da poco, uniti all’esperienza di educatrice impegnata in ambiti ricreativi e socio-educativi del territorio e, perché no, all’esperienza maturata in famiglia come madre di quattro figlie meravigliose – spiega la responsabile della struttura – Il nostro centro educativo si propone come supporto alla famiglia e alla genitorialità: in questo momento storico, che ritengo essere molto impegnativo per tutti i genitori che quotidianamente si sforzano di fare buona educazione, cerco di offrire degli strumenti che facilitino i processi di apprendimento scolastico, che permettano ai ragazzi di esprimere se stessi al meglio nel rispetto e nella collaborazione con gli altri, che permettano ai genitori di utilizzare approcci efficaci e meno conflittuali nella relazione con i figli e che offrano loro occasioni per sentirsi supportati nelle difficoltà di tutti i giorni“.

Imparare a stare insieme agli altri e sviluppare il proprio potenziale

Cooperazione” ed “empowerment” sono le due parole che usa Elena De Marchi per descrivere il centro. Ma in pratica che cosa significano? “Mi piace pensare alla “cooperazione” come all’arte dello stare insieme: per l’essere umano stare insieme agli altri è una necessità assoluta ma non è, purtroppo, una competenza che si acquisisce in automatico; bisogna educarsi alla cooperazione, soprattutto in questa società così fortemente individualista, altrimenti si finisce per ammalarsi di solitudine privandosi di tutte quelli reti sociali di supporto, che ci fanno vivere sereni e in armonia la nostra vita quotidiana. L’empowerment è invece lo sviluppo della potenzialità che ognuno di noi ha e che non sempre riesce a far emergere a causa di limiti e inibizioni personali o sociali; un’azione educativa che si ispira a questo principio è un’educazione “cucita addosso” al singolo individuo, un lavoro di accompagnamento, supporto e compartecipazione“.

Le attività che il Centro “La Unione fa la Forza” propone sono perciò tutte attività educative che, attraverso l’utilizzo di tecniche diverse, mirano a promuovere un cambiamento positivo nelle persone, adulti o bambini che siano, portandole ad essere più consapevoli delle proprie potenzialità e più capaci di utilizzarle nella loro vita di tutti i giorni.

Doposcuola, laboratori di manualità creativa ed espressione teatrale. E poi corso di scacchi e Video Story Telling

Elena segue direttamente il doposcuola sia per gli allievi della scuola elementare che per quelli della scuola media e conduce il laboratorio di manualità creativa, rivolto ai bambini dai 5 ai 11 anni, e di espressione teatrale, che si rivolgono a bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni. Il primo vuole dare la possibilità ai bambini di esprimere fantasia e creatività, potenziare le proprie capacità manuali e, soprattutto, rinforzare l’autostima in un contesto sereno e gioioso. Il secondo intraprende il difficile percorso che porta ad entrare in contatto con le proprie emozioni ed a mettersi in relazione con gli altri. Attraverso il gioco si impara ad esprimersi e ad aumentare l’empatia e può essere un prezioso strumento di prevenzione alle forme di prevaricazione e violenza come, ad esempio, il bullismo, la violenza di genere (che spesso finisce per sfociare nel femminicidio) e il razzismo.

Il centro educativo di Torre Pedrera propone anche il corso di scacchi per bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni, condotto da giocatori della Federazione scacchi di Rimini, che è un valido strumento per aumentare capacità logiche e concentrazione. Inoltre, dopo le feste natalizie, partirà il laboratorio di Video Story Telling, che fornirà, a ragazzi dai 10 ai 16 anni, la possibilità di esprimersi e raccontarsi attraverso la realizzazione di video documentari o piccoli cortometraggi e la possibilità di lavorare in gruppo, conoscendo meglio se stessi e gli altri.

Le iniziative per gli adulti

Per gli adulti sono in programma una serie di iniziative come: serate informative con esperti in psicologia, pedagogia ed educazione, laboratori esperienziali per la gestione dei conflitti genitori-figli e corsi di yoga della risata per mamma-bambino e anziani.

In un prossimo futuro attiveremo anche gruppi di Auto-Mutuo-Aiuto gratuiti, perché persone che hanno in comune una problematica o che stanno attraversando un momento complicato della propria vita possano trovare, attraverso il sostegno di gruppi condotti, una spinta per ritornare ad essere felici”, anticipa Elena.

La Tombola e i servizi attivi durante le Feste

Vista la vicinanza di Natale, giovedì 20 dicembre, dalle 17 alle 19, il centro propone un appuntamento per i bambini per giocare a Tombola, organizzato in collaborazione con il Coro Le Nuove Voci di SilviaLab: due ore per giocare, fare merenda e ascoltare i canti natalizi insieme!

Per le festività natalizie il centro rimarrà aperto e in funzione, dando così la soluzione per i genitori che lavoreranno in concomitanza con la chiusura delle scuole. Al mattino sarà attivo un servizio di Baby Parking per i bambini dai 3 anni in su e al pomeriggio dalle 15.30 in poi, in collaborazione con il Comitato Genitori di Bellaria-Igea Marina, sarà possibile lasciare i bambini per trascorrere il pomeriggio insieme dando loro l’occasione di provare i laboratori offerti dal Centro.

Condividi

Comments are closed.