Cartamarea e quella sua speciale missione verso i più giovani

0
Condividi

Ha appena compiuto 3 anni la libreria indipendente di Cesenatico specializzata in albi illustrati per i più piccoli, in classici per l’infanzia e per i ragazzi. Rossella, Lorenza e Francesca tracciano un bilancio di quest’avventura e ci anticipano qualcosa del nuovo progetto ‘Parole al cartoccio’

Ha appena festeggiato i tre anni Cartamarea, libreria indipendente di Cesenatico (viale Abba 68 l’indirizzo per chi ancora non la conoscesse…) specializzata in albi illustrati per i più piccoli, in classici per l’infanzia e per i ragazzi. Rossella, Lorenza e Francesca sono le tre ‘temerarie’ che si sono lanciate con passione nel 2012 in questa avventura ed è proprio a loro che rivolgiamo alcune domande prendendo spunto dalla ricorrenza ricca di significati.

– Tre anni sono un periodo abbastanza ampio per un primo bilancio di questa esperienza…

Rossella, Lorenza e Francesca

Rossella, Lorenza e Francesca

“Sì, è arrivato il momento dei bilanci. Siamo cresciute, grazie anche alle tante persone amiche che ruotano attorno alla nostra libreria e da sempre ci sostengono, agli scrittori, gli editori, i librai e le libraie, gli insegnanti, e i tanti professionisti con cui abbiamo avuto la fortuna di lavorare. Abbiamo individuato le maggiori criticità del nostro operato in questi anni, abbiamo appurato che lavorare nel mondo del libro e della cultura in genere è una missione e soprattutto abbiamo sperimentato quanto sia estremamente articolato il mestiere di libraio. Per la maggior parte della gente quest’ultimo è considerato un semplice commerciante. In realtà, credeteci, è molto più di questo: ciò che offre è merce atipica, perché lui vende il valore immateriale della parola che sta dentro la materialità dei libri. Il nostro compito è di rendere le parole materia viva, per questo nel progetto abbiamo immaginato Cartamarea come un luogo di incontri, scambi, cultura, dove formare giovani lettori. Questa consapevolezza ci carica di grande responsabilità, eppure ci dona tante soddisfazioni e ci aiuta a non mollare”.

– In questo arco di tempo come é cambiato dal vostro punto di vista il mercato dei libri per l’infanzia?

cartamarea_festa_libreria_bimbiarimini“Quotidianamente, come ben saprai, realtà simili alla nostra cercano soluzioni per non soccombere alla grave crisi che ammorba un po’ tutta la filiera del libro. Le librerie specializzate nella letteratura per l’infanzia sono, almeno per ora, quelle che godono ancora di una discreta cerchia di lettori, piccoli e grandi, che scelgono apposta di passare un pomeriggio tra gli scaffali e che in particolar modo apprezzano, tra i generi, l’albo illustrato. Quest’ultimo ha la particolarità di raccontare una storia attraverso due linguaggi, quello iconico e quello testuale, che si fondono alla perfezione. Le immagini sono all’origine dell’azione del leggere del bambino. Il libro, anche attraverso le sue illustrazioni, diverte e commuove, fa sognare e riflettere… In più se dietro le sue pagine c’è la voce di un genitore, o di una libraia, che ne legge naturalmente il testo allora l’esperienza si completa e un semino viene posto a dimora”.

– Visto che proponete tanti eventi, quale vi ha dato più soddisfazione?

“Cartamarea è nata con lo scopo di stimolare l’interesse per i libri, consapevoli che non è possibile imporre una passione ma solo coltivarla. Oggi raccogliamo i primi frutti e siamo molto soddisfatte di questo. In questi anni abbiamo sperimentato vari approcci per appassionare i giovani alla lettura, creando loro le occasioni per conoscere e innamorarsi degli autori incontrati, per incuriosirli nei confronti di un titolo o di un argomento, o semplicemente per riunirsi e fare una chiacchierata sull’ultima storia che li ha appassionati. Nel tempo si è cosi formato e rafforzato il nostro “covo”, un gruppo di giovani lettrici appassionate che si dà appuntamento periodicamente e discute di libri, intervista scrittori, allaccia rapporti con altre realtà del territorio, ci aiuta nel momento del bisogno… Quando per esempio si tratta di organizzare importanti iniziative, proprio come quella che abbiamo in programma per fine maggio, dal titolo ‘Parole al cartoccio’”.

– Avete già in parte anticipato la mia domanda conclusiva su quelli che sono i progetti futuri in cantiere?

parole_cartoccio_cartamarea_bimbiarimini“‘Parole al cartoccio’ è appunto il progetto al quale stiamo lavorando al momento: un festival letterario che si terrà dal 28 al 31 maggio, e che sarà l’evento conclusivo di un percorso iniziato a settembre nelle scuole del territorio di Cesenatico, Cesena, Bellaria e Igea Marina. Un progetto che trova il suo momento di presentazione al pubblico nei luoghi piu caratteristici di Cesenatico e che diventeranno lo scenario dei vari appuntamenti in programma. Sabrina Giarratana, Antonio Ferrara, Bruno Tognolini, Annalisa Strada, Cristina Petit, Silvia Vecchini, Gabriele Clima, Ludovica Cima sono tra gli scrittori che i giovani lettori potranno incontrare e intervistare. Vi saranno tanti appuntamenti aperti al pubblico: per gli appassionati dell’illustrazione e del fumetto Sualzo, artista e autore di graphic novel, racconterà di sé grazie al suo segno sinuoso e incisivo; attraverso laboratori artistici condotti da esperte della tecnica della stampa, Melissa e Veronica, si scopriranno i segreti della calcografia. Inoltre gli autori dedicheranno dei momenti a tutti i lettori, autografando libri e rispondendo alle domande dei più curiosi. Vi aspettiamo a Cesenatico a fine maggio!”.

Barbara Farkas

Condividi

Comments are closed.