Cinque motivi per visitare il Carnevale di Fano

0
Condividi

Sarà il Carnevale dei carri, sarà il Carnevale del teatro, in memoria del compianto Dario Fo; sarà il Carnevale dello sport, con ospiti internazionali; sarà il Carnevale dei Cosplay, dell’arte e del divertimento, ma soprattutto sará il Carnevale dei bambini. La Città della Fortuna sta per essere colpita da un’esplosione di colori, musica e magia con l’edizione 2017, in programma il 12, 19 e 26 febbraio. Ecco 5 valide ragioni per non perdersela

1.

carnevale_fano_2017_6Il pubblico avrà la possibilità, dopo tanti anni, di poter ammirare 3 nuovi giganti di cartapesta di prima categoria e 3 di seconda, oltre all’inedito Pupo, marciare su viale Gramsci nelle 3 domeniche di sfilata del 12, 19 e 26 febbraio. Una decisione che, oltre ad aver dato nuova linfa vitale ai carristi, una categoria che era oramai in via d’estinzione, darà nuovo lustro alle grandi sfilate della domenica. I nuovi protagonisti dei corsi mascherati quest’anno avranno anche un compito decisamente importante: rappresentare la creatività Made in Italy.

Sarà un evento storico quello che si svolgerà sabato 4 febbraio nel centro città fanese. In anteprima assoluta, i cittadini avranno la possibilità di ammirare “El Selfie” del maestro carrista Giovanni Sorcinelli, il pupo dell’edizione 2017 del Carnevale di Fano. Un’antica tradizione quella della presentazione del pupo prima dell’inizio della manifestazione che non veniva proposta da oltre 40 anni e che torna alla luce grazie al vice presidente Alfredo Pacassoni e al nuovo direttivo dell’Ente Carnevalesca.

Carnevale di Fano, sfilano anche i parchi della Riviera

2.

Praline al latte, al fondente, alla nocciola e al caramello. Cioccolatini alla crema, con ripieno di frutta e tantissime dolci sorprese. Il getto del Carnevale di Fano non è mai stato così ricco e goloso. Quest’anno, per la prima volta dopo tante edizioni, i circa 170 quintali dedicati al classico lancio di dolciumi, saranno composti per l’80% da cioccolatini. A rendere dolcissimo l’evento 2017, sarà la ditta Rovelli della provincia di Rimini, inventori dello storico “Boero”, il cioccolatino ripieno di liquore, da oramai oltre 50 anni sul mercato. I cioccolatini al liquore non verranno ovviamente lanciati poiché i principali protagonisti del Carnevale di Fano rimangono i bambini.

Il “Getto” del Carnevale di Fano sarà il più “cioccolatoso” della storia

carnevale_fano_2017_4

3.

La manifestazione verrà suddivisa in 3 grandi aree tematiche le quali copriranno le 3 settimane dell’evento, con numerosissime iniziative a tema. La prima settimana (dal 6 al 12 febbraio) sarà dedicata al Teatro con una serie di eventi dedicati. Protagonista assoluto sarà il compianto maestro Dario Fo, direttore delle edizioni 2003 e 2004 dei Carnevale.

Con il treno a vapore da Rimini al Carnevale di Fano

La seconda settimana sarà invece dedicata alla creatività nello sport. Il ciclismo con una pedalata in maschera Fano-Riccione e ritorno, il Rugby con la classica coppa Carnevale e ancora tennis, beach volley ma anche attività meno conosciute come il frisbee e le bocce, avranno spazio all’interno della manifestazione con divertenti tornei in maschera. Madrina d’eccezione sarà una delle sportive italiane più conosciute nel mondo, l’onorevole Valentina Vezzali, campionessa olimpica che ha fatto la storia della scherma e che assieme all’olimpionica del Judo Lucia Morico, al campione europeo dei pesi medi di box Emanuele Blandamura, al presidente della federazione Ginnastica d’Italia Gherardo Tecchi e al direttore tecnico della nazionale Italiana di ginnastica artistica Enrico Casella, verrà ospitata nella Città della Fortuna venerdì 17 febbraio alle 17.30 nella sala San Michele, in occasione del convegno “I valori e le prospettive dello sport”. La madrina del Carnevale sarà nuovamente protagonista nella manifestazione domenica 19 febbraio quando salirà a bordo del carro d’apertura e sfilerà in testa al corteo.

carnevale_fano_2017_8

La settimana conclusiva sarà invece dedicata alla valorizzazione della creatività nello sviluppo delle esperienze artistiche. Si chiude con il botto con 7 giorni ricchi di eventi particolari ed interessanti come il “FaWiCon” (Fano Winter Cosplay Contest) in programma sabato 25 febbraio. Una manifestazione che apre le porte al vastissimo mondo degli amanti del fumetto e dei videogame. Durante la “Settimana dell’arte” si svolgerà anche un tributo dedicato all’istrionico “Freak Antony”, in programma venerdì 24 febbraio alle 18 in piazza XX Settembre.

Per il programma completo clicca qui

4.

Divertimento anche per gli amici a 4 zampe con “Carnevale da Cani”, una sfilata in maschera di cuccioli accompagnati dai loro padroni in programma domenica 26 febbraio. Durante l’evento, organizzato con la collaborazione di Melampo e canile del Ragano, cane e padrone dovranno travestirsi allo stesso modo e verrà premiato il miglior abbinamento.

5.

Carnevale dedicato ai bambini… I giovanissimi potranno visitare i grandi carri che, a partire dalle 10 del mattino, saranno posizionati all’inizio di viale Gramsci. A fare da ciceroni ci saranno i carristi che spiegheranno il significato, le modalità di costruzione e i valori che caratterizzano i propri carri allegorici. Tra i giganti di cartapesta si aggirerà anche un inedito “Vulon” (Maschera storica del Carnevale) impersonato dall’attore Filippo Tranquilli, che avrà il compito di animare il momento educativo… Inoltre, chi vorrà, potrà usufruire dell’atelier, di trucco e costume, che verrà realizzato dal laboratorio “Fano Città dei Bambini”.

carnevale_fano_2017_5

Arriva Carnevale… ogni scherzo vale

Condividi

Comments are closed.