Carnevale 2019: ecco i primi appuntamenti

0
Condividi

Il conto alla rovescia per molti è partito… Carnevale si avvicina a grandi passi e tra le famiglie sarà uno dei ‘temi caldi’ nella ricerca di eventi anche in questo periodo. Ecco, allora, qualche proposta per ‘buttarsi’ nell’atmosfera carnevalesca questo weekend.

Quando inizia il Carnevale 2019? La maggior parte dei festeggiamenti si tiene tra il Giovedì grasso, cioè il 28 febbraio, e il Martedì grasso, il 5 marzo. Ecco i primi appuntamenti da segnarti in agenda.

1.

Domenica 10 febbraio torna l’appuntamento con il Carnevale dell’aeroporto a Forlí, la sfilata di carri allegorici e gruppi mascherati che dalle ore 15 attraverserà il quartiere Ronco portando tante maschere, tanta musica e coriandoli. La 52esima edizione del Carnevale prevede anche il dj set di Hydrogen, l’esposizione di Auto Tuning, spettacoli con la Scuola di Ballo Pueblo Latino e tanta piadina da mangiare.

2.

Nel centro storico della città di Cento sfilano enormi creature di cartapesta insieme a maschere e gruppi in costume. Ogni domenica di Carnevale (10, 17 e 24 febbraio, 3 e 10 marzo) dalle ore 14 alle ore 18.30 Corso Guercino e la sua piazza sono un tripudio colori, animazione, musica e balli. L’ultima domenica in calendari il Gran Finale, con la proclamazione e premiazione del carro vincitore, il tradizionale testamento e nel piazzale della Rocca il suggestivo rogo di Tasi, maschera tradizionale centese.

3.

Domenica 10 febbraio a Pieve di Cento (BO) torna la grande sfilata di carri mascherati, bande e sbandieratori nel centro storico del paese in occasione dell’appuntamento carnevalesco pievese. Tutte le domeniche di Carnevale (10 e 17 febbraio) numerosi carri allegorici, costruiti con maestria da altrettante società carnevalesche, animano le strade del paese dalle 14.30 all’imbrunire. Sul palco di piazza ed in itinere gruppi danzanti, marching band e gruppi mascherati.

4.

A Castelnovo di Sotto (RE) è tutto pronto per la 133esima edizione del Carnevale del Castlein. La manifestazione si svolgerà per quattro domeniche: il 10, 17 e 24 febbraio, per concludersi il 3 marzo con la consegna dell’ambito gonfalone alla scuderia vincitrice.

Esso trae origine dalla cultura e dalla civiltà del mondo contadino e si è da sempre espresso attraverso burle carnevalesche come le recite e le mascherate. La sua maschera simbolo è il “Castlein”, con la berretta calata sulle orecchie, le scarpe grosse da contadino e i suoi calzoni “ascellari”. La creazione di grandi carri di cartapesta è una vera forma d’arte a cui i maghi carristi castelnovesi lavorano un anno intero per onorare l’appuntamento carnevalesco secondo l’antica tradizione.

L’evento è un’opportunità per visitare città e paesi vicini, per conoscere e degustare i prodotti tipici locali durante le tradizionali sfilate di carri giganti e mascherate. Da non perdere, il Museo della Maschera del Carnevale.

Condividi

Comments are closed.