Un Capodanno originale? Festa al museo…

0
Condividi

Laboratorio creativo, caccia al tesoro, musica e brindisi… Un invito per grandi e piccoli a salutare l’arrivo del 2019 in modo divertente in una cornice suggestiva come il Museo della Città a Rimini. Ecco i dettagli

Volete festeggiare a dovere l’arrivo del 2019, fuori casa ma insieme ai vostri bimbi? Una proposta originale e gratuita per grandi e piccini per salutare in serenità l’Anno Nuovo é quella lanciata dal Museo della Città di Rimini (via Tonini 1) con ‘Il Museo in Festa’, in programma lunedí 31 dicembre.

Al museo aspettando il 2019 è l’invito a piccoli e grandi per salutare in festa il passaggio dal vecchio al nuovo anno: lunedí 31 dicembre, alle ore 21.30 la pinacoteca apre le porte ai piccoli e piccolissimi artisti, mentre per alle ore 22 per i piú grandi ‘Notte dei desideri’.

Per i grandi, dalle ore 22 nella Sala del Giudizio risuonano le note dell’Art Trio. A conclusione un brindisi al Nuovo Anno. Anche il sito della Domus del Chirurgo, in piazza Ferrari, partecipa alla festa ospitando in prima serata, dalla ore 10

  • Per le attività rivolte a bambini e ragazzi è richiesta la prenotazione fino a un massimo di 25 partecipanti (tel. 0541.704415; 0541.793851)
  • Inoltre dalle ore 21,30 del 31 gennaio alla chiusura, il Museo della Città e la Domus del Chirurgo sono aperti con ingresso libero.

Programma

Lunedì 31 dicembre, ore 21.30

SILVESTRO’s LITTLE ART GALLERY /PICCOLA GALLERIA D’ARTE SILVESTRO

La pinacoteca apre le porte ai piccoli e piccolissimi artisti. Ispirati dalle opere conservate al Museo tutti i bimbi dai 3 anni sono invitati alla Residenza Artistica di San Silvestro. Vieni a creare la tua opera originale ed esponila in un vero museo. Le cornici le mettiamo noi. A cura di Manuela Veronesi e Angela Marcatelli

Durata 1 ora. Per bambini da 3 a 6 anni

Lunedì  31 dicembre, ore 22

Notte dei desideri

Un mago potente e malvagio ha predisposto di annullare tutti i desideri per il nuovo anno. Un gruppo di spie benevole ha però preparato una pozione per annullare il maleficio ma il mago, avendolo scoperto, ha disperso tutti gli ingredienti in un luogo in cui crede nessun bambino si recherà mai, al Museo. Aiutiamo trovare di nuovo tutti gli ingredienti e salvare i desideri.

A cura di Romina Pozzi e Francesca Tentoni

Durata 1 h e 30 min. Per bambini da 7 anni

Per adulti

Dalle ore 22 nella Sala del Giudizio risuonano le note dell’Art Trio, il gruppo d’archi di recente formazione composto da Aldo Capicchioni (violino), Michela Zanotti (viola) e Anselmo,  musicisti con esperienza pluridecennale che nell’arco della loro carriera si sono esibiti nei più importanti teatri e festival nazionali ed internazionali.

Rispetto al più “classico” quartetto d’archi, l’ensemble ha dato vita a creazioni e adattamenti musicali inediti ed originali avvalendosi della collaborazione di compositori e arrangiatori professionisti, interpretando ogni stile musicale, da BACH al ROCH, per coinvolgere il gusto e le aspettative di ogni attento ascoltatore.

A conclusione un brindisi al Nuovo Anno.

Anche il sito della Domus del Chirurgo, in piazza Ferrari, partecipa alla festa ospitando in prima serata, dalla ore 10

Il trio di Daniele Bartoli presenta un repertorio di classici della tradizione americana della Swing era, del periodo attorno agli anni ’30, mischiati a brani originali del geniale chitarrista francese Django Reinhardt e della scuola manouche. Il trio è formato esclusivamente da strumenti a corda e vede Daniele Bartoli (chitarra solista e ritmica), Francesco Sciara (chitarra ritmica e solista) e Francesca Alinovi (contrabbasso).

Suoneranno brani standard come All of me, Night & Day, It Don’t Mean a Thing, Stompin’ at the Savoy, Minor Swing etc., del repertorio di maestri come Duke Ellington e Benny Goodman.

Quindi, dopo mezzanotte, Canzoni appese tra futuro e preistoria’. Houdini Righini e Massimo Marches in un set per voci, chitarre ed elettronica. Canzoni eterne e argentate, antichissime e appena nate, rubate dai dischi di David Bowie, Brian Eno, Nick Cave, Lou Reed, Iggy Pop, T- Rex, Roxy Music, The Cure, Depeche Mode, The Beatles, Kurt Weill e molti altri.

Tutti lì, tra le stanze del chirurgo, nelle prime ore del primo giorno del nuovo anno.

 

 

Condividi

Comments are closed.