“Artisti in Piazza” a Pennabilli, anche a misura di bambino

0
Condividi

Per quattro giorni l’antico borgo medievale di Pennabilli si trasforma in un grande teatro all’aperto, 53 compagnie internazionali, 400 repliche di spettacoli, attese circa 40.000 presenze di pubblico da tutta Europa. Torna dall’1 al 4 giugno il Festival Internazionale di Arti Performative Artisti in Piazza, anche a misura di bambino e famiglia. Scopri le novitá

Quattro giorni di festival, dal primo pomeriggio fino a tarda notte, Pennabilli accoglie perfomances di circa 50 compagnie internazionali di teatro, musica, nouveau cirque, danza, clownerie, teatro di figura che si esibiscono in 25 punti spettacolo dislocati negli angoli più suggestivi del centro storico di Pennabilli e negli Chapitaux dell’area Palacirco.

Artisti in Piazza si distingue oltre che per la qualità e la varietà di discipline e ed espressioni artistiche, anche per la pluralità di provenienze degli artisti e la conseguente ricchezza di spettacoli, che unite all’alto numero di location, danno la possibilità di elaborare un fitto programma che arriva a circa 400 repliche ad edizione, con debutti nazionali e internazionali che attira migliaia di spettatori da tutta Europa (circa 40.000 presenze ogni edizione).

Tema guida delle scelte artistiche dell’edizione 2017 è stata la volontà di programmare un Festival che promuovesse la compartecipazione e l’incontro tra artisti e pubblico, e più in generale tra tutte le persone. Una festa che attraverso l’arte e la cultura unisca le diversità identificandole invece come caratteristiche di unicità. Scoprire un nuovo teatro popolare come luogo di incontro per tutti, indipendentemente dall’età, dall’origine sociale e dalla situazione di vita è il desiderio che ha ispirato gli attori Nicole Gubler Schranz e Martin Gubler  a fondare la compagnia teatrale circense Nicole&Martin.

pennabilli_artisti_piazza_2017

Tra le 53 compagnie internazionali in programma quest’anno troviamo Prime Assolute e diversi debutti nazionali.

Ritorna a Pennabilli la compagnia catalana Kamchàtka con lo spettacolo Fugit – in prima nazionale – che sottolinea quanto la solidarietà sia necessaria alla sopravvivenza. Fugit è uno show di strada, itinerante e riscritto in loco. Il pubblico è invitato ad incontrarsi in un’inaspettata location, dove prenderà parte ad un viaggio sorprendente.

Innovazione e movimenti del performer spagnolo Joan Català stimoleranno azioni collettive: lo spettacolo Pelat – per la prima volta in Italia – è silenzio, aspettativa, forza, tensione e magica spontanea partecipazione. Una performance basata sullo studio del corpo, sui movimenti, i comportamenti delle persone, le abilità e le tradizioni, che combina danza, teatro e circo.

pennabilli_artisti_piazza_2017_2

Altra proposta in cui l’osservatore non è semplicemente un consumatore dell’arte, ma co-creatore di essa è Panorama: Kino Theatre. In prima nazionale arriva a Pennabilli il “cinema” con struttura ruotante pop-up progettato per spettacoli all’aperto e festival.

Anche la cucina può essere sinonimo di interazione tra culture e popoli così a Pennabilli arriverà lo spettacolo la Cucina Errante vincitore del concorso ANAP MigrAZIONI 2017 – Premio Best Duo di Claudio e Consuelo. Uno spettacolo itinerante di canto, storie, musica, giocoleria, clownerie; due cuochi viaggiano con il loro strampalato veicolo, un ibrido fra una cucina e una nave su ruote, e creano un percorso a tappe in cui nutrire la fantasia.

Miraballs è uno spettacolo di danza prodotto appositamente per Artisti in Piazza dalla Companyia Madoje. Lo spettacolo – in prima assoluta a Pennabilli – riflette sul fatto che siamo tutti uguali anche se diversi. Parla della paura dell’ignoto, di chi é diverso da noi, di com’é importante l’immagine che proiettiamo sugli altri, del fatto che le somiglianze ci avvicinano; il senso dell’umorismo ci unisce, la musica può essere un luogo di incontro soprattutto nella sua forma più elementare: il ritmo.

In prima assoluta debutta anche Retrò gold il nuovo spettacolo della Compagnia di teatro di figura Le due e un quarto uno spettacolo comico che racconta cosa succede dietro le quinte di una baracca dove apparentemente sembra andare tutto secondo copione.

pennabilli_artisti_piazza_2017_3

“L’orto delle idee”, uno spazio dedicato ai bambini

Per i bambini il festival è un viaggio fantastico, è come attraversare lo scenario di una storia, incontrare facce e personaggi che non esistono nella vita di tutti i giorni. Quest’anno, i bambini potranno entrare finalmente in questa storia, diventandone protagonisti. Giocando con il proprio corpo e con una moltitudine di oggetti si trasformeranno in acrobati, equilibristi, giocolieri, musicisti, registi. Presso l’Orto dei Frutti Dimenticati – creazione di Tonino Guerra e luogo di eccellenza per il relax e il divertimento delle famiglie che visitano il Festival – una vera e propria “scuola di circo” attenderà i curiosi e i sognatori che vorranno sperimentare l’arte performativa accompagnati da Rimini Circo e Francesco Pignatelli aka Jbex.

pennabilli_piazza_artisti_2017_4

Poco più distante, presso i giardinetti di via Roma, bambini e famiglie potranno mettere alla prova agilità, equilibrio e destrezza con i giochi in legno e le fantastiche “biciclette trasformate” di CaiMercato e Vola Velò. Per i bambini più riflessivi e desiderosi di addentrarsi nel backstage del festival sarà possibile unirsi alla divertente troupe della Redazione AUGH! composta prevalentemente da bambini di Pennabilli ma aperta a giornalisti in erba provenienti da tutto il mondo. Questa variegata redazione ogni pomeriggio girerà per le strade del Festival alla ricerca di storie da raccontare e ogni sera alle ore 20 pubblicherà il suo #TGbestiale sui social networks ufficiali della festa.

Altra simpatica attrazione, arriva direttamente dalla Francia, si tratta de ‘Les Ateliers Vagabonds’ un laboratorio mobile pensato per avvicinare i più piccoli al mondo del cinema e dell’animazione, attraverso la sperimentazione di magie ottiche e giochi di stop-motion con plastiline, forbici e macchine da ripresa.

Un’attenzione particolare verrà data alle famiglie anche in ambito di spettacolo, con numerose esibizioni adatte a piccoli di tutte le età, tra le quali spicca la tenda a cupola di Nicole & Martin, compagnia Svizzera che narra le fiabe popolari della collezione dei fratelli Grimm.

Ultima e importante novità: il Festival diventa “Family friendly”. Sarà allestito presso l’Orto dei Frutti Dimenticati un piccolo punto ristoro biologico e una toilette completamente ad uso famiglie e bambini, con fasciatoio e area allattamento.

ORARI:

  • giovedì 1 giugno dalle 18.00 alle 01.00
  • venerdì 2 giugno, sabato 3 giugno e domenica 4 giugno dalle ore 15 alle 01.00
  • Tutti i giorni all’area Palacirco la kermesse continua fino alle ore 03.30

INGRESSO:

  • Giovedì 8 €
  • Venerdì, sabato e domenica 12 €
  • Abbonamenti (solo giorni consecutivi): 16 € / giovedì + venerdi; 20 € / 2 giorni (da venerdi); 24 € / 3 giorni (giovedì + venerdì + sabato); 27 € / 3 giorni (venerdì + sabato + domenica); 32 € / 4 giorni (da giovedì a domenica)
  • Ingresso gratuito fino a 13 anni compiuti
Condividi

Comments are closed.