Parchi e giardini

Parco Marecchia (Verucchio)

Si estende vicino all’argine del fiume Marecchia, poco distante dal Rimini Golf Club, ed è raggiungibile in auto oppure in mountain bike percorrendo il percorso ciclabile (sterrato) Rimini-Ponte Verucchio.
La flora è composta da diversi alberi di alto fusto tra cui tigli, pioppi, acacie e fiori di diverse specie, mentre la fauna è visibile con ghiandaie, upupe, aironi cinerini, cavalieri d’Italia, merli, tortore, ricci e istrici.
Servizi offerti: parcheggio, bar, giochi per bambini, area attrezzata per pic nic con tavoli e panche, impianti sportivi (basket, calcio, tennis e percorsi vita).

Informazioni:
tel. 0541 673902


Oasi di Ca’ Brigida (Verucchio)

E’ situata nella valle del Marecchia, in comune di Verucchio, localita “Il Doccio” (via del Grano 333). Si estende per 17 ettari lungo i versanti e il fondovalle del Rio Felisina, e comprende boschi, aree coltivate, rimboschimenti, una casa colonica con annesso parco. Il corso d’acqua la attraversa per un ampio tratto. La fauna è caratterizzata da caprioli, istrici, tassi, rapaci diurni e notturni, varie specie di anfibi e rettili. Vi sono sorgenti e tracce di antichi insediamenti, appartenenti alla civiltà villanoviana verucchiese.
L’Oasi fa parte delle oltre 100 riserve del WWF.
Apertura tutto l’anno su richiesta: gruppi e scolaresche tutti i giorni su prenotazione.

Ingresso:
a pagamento per le visite guidate; gratuito per i soci WWF
Informazioni:
tel. 0541 52530; 328 2255883 (Claudio Papini); 349 7313174 (Carlo Belluomini)


Osservatorio naturalistico Valmarecchia (Oasi Montebello, Torriana)

E’ collocato in un’area pregiata del comune di Torriana (via Scansano 4), riconosciuta dall’Unione Europea come luogo sensibile dal punto di vista ambientale. E’ strutturato in due sezioni, ognuna delle quali prende in considerazione un aspetto specifico relativo al territorio della valle del fiume Marecchia: la prima, allestita al pian terreno, è incentrata sugli aspetti naturalistici, in particolare sulla flora e sulla fauna; la seconda, al primo piano, è dedicata agli aspetti geomorfologici della vallata e al rapporto tra l’uomo e il territorio in cui vive.

Orario apertura:
1 novembre-31 marzo: giovedì 14.30-17.30; 1 aprile-15 giugno: giovedì 9.00-13.00; 14.30-17.00 e domenica.
Periodo apertura:
annuale
Ingresso:
intero 2,50 euro, ridotto 2,10 euro
Informazioni:
tel. 0541 675629


Parco “Campo della Fiera” (Santarcangelo)

Il parco è situato ai piedi del centro storico di Santarcangelo e propone uno degli scorci più suggestivi della Città Vecchia. Il parco è anche un importante punto di incontro grazie alle ampie superfici ombreggiate, e particolarmente adatto ai bambini di tutte le età, anche grazie all’attrezzatura ricreativa presente.
“Campo della Fiera” può anche vantare numerosi servizi come un bar-ristoro, una piazzetta-arena per spettacoli, bagni pubblici ed è completamente accessibile anche alle persone disabili. Due fontane caratterizzano il paco: il “Prato Sommerso”, un prato d’acqua nato da un’idea di Tonino Guerra, e la “Via dell’Acqua”, un percorso che regala il suono dell’acqua che scorreva tanti anni fa nella Fossa dei Mulini.


Spina verde Miramare (Rimini)

E’ un’area di 38.834 mq di superficie, a Miramare, con all’interno giochi per bambini.


Parco Sandro Pertini (Rimini)

Conosciuto anche come parco Alba Adriatica, è situato in via Tommaseo, nella zona Rivazzurra/Marebello. La sua superficie complessiva è di 40.371 mq, con all’interno giochi per bambini, trenini, tappeti elastici, ma anche campi da tennis e calcetto.


Parco Marecchia (Rimini)

Realizzato negli anni Sessanta sull’alveo naturale del fiume Marecchia, dove fino agli anni Trenta scorreva il fiume che sfociava nel porto-canale, il parco si estende per una superficie di 234.790 metri quadrati e viene anche chiamato col nome di Parco XXV Aprile. E’ il più grande parco urbano civico di Rimini.
Da qui parte la pista ciclabile che accompagna il basso corso del fiume Marecchia, dal mare fino a Torriana. Si tratta di un vero e proprio percorso naturalistico, con una vegetazione legata strettamente al corso d’acqua che scorre accanto (pioppo bianco, nero, salice bianco, prugnolo, bianco spino, rosa canina…), unendo una fauna più tipicamente padana ad una più mediterranea (si possono incontrare animali come la poiana, l’airone cenerino, la folaga).
Il parco è munito anche di aree attrezzate con giochi per i bambini e impianti sportivi.


Parco Fabbri (Rimini)

Ha una superficie totale di 38.834 mq e al suo interno sono collocati giochi per bambini.


Parco del lago (Rimini, ex cava)

Il parco del lago si apre dietro il nuovo Convention Bureau ed è raggiungibile dal mare seguendo la pista ciclabile e pedonale che parte da piazza Kennedy e passa per l’Arco d’Augusto.
Oltre al lago, costeggiato dai salici, c’è una zona riservata ai giochi per bambini. Qui si trova “Fruttario”, il frutteto che il Comune di Rimini ha piantato nel parco nell’inverno 1998/99 e donato ai ragazzi delle scuole elementari e medie della città. Nel fruttario vi sono peri, meli, cachi, castagni, noci e i ragazzi ne potranno seguire e studiare le varie fasi di crescita, dalla fioritura alla fruttificazione, e gustarne i frutti. All’ingresso del frutteto c’è una mappa per orientarsi e ogni pianta ha, di fianco, una targa con l’indicazione delle sue caratteristiche (età, altezza, periodo di raccolta) e del frutto.


Parco Fratelli Cervi (Rimini)

Si estende dal Centro Congressi in via della Fiera, passando per l’Arco d’Augusto fino a Piazzale Kennedy, a Marina centro. Il parco (superficie complessiva 30.884 mq) è attraversato dalla pista ciclabile, che unisce il centro al mare, e al suo interno, a due passi da via Roma, si trova una scultura divisa in tre parti intitolata “La Resistenza”, opera del noto scultore riminese Elio Morri. Nelle vicinanze delle mura romane di fronte all’Arco d’Augusto è posizionata, invece, una lapide commemorativa sullo sfondamento della Linea Gotica: fu inaugurata nell’ottobre 2004, alla presenza di 200 reduci canadesi, del Governatore generale del Canada Adrienne Clarkson e del ministro per i veterani Albina Guarnieri.
Sono presenti giochi per bambini sia nel tratto verso il mare, sia nella zona di via Roma, sia vicino al centro sociale, dove è disponibile anche una zona per praticare skateboard.


Parco Briolini (Rimini)

Il Parco Briolini si estende da via Brandolino a via Ortigara ed è situato nel ridente quartiere di San Giuliano Mare.
Estendendosi per una superficie di circa 26.000 metri, il parco rappresenta un luogo di tranquillità e verde per quelle persone che cercano un angolo pacifico nell’arco della giornata.
All’interno del parco si trova anche una struttura attrezzata con giochi per i bambini.


Parco Aldo Moro (Rimini)

Questo parco è situato dietro il centro sportivo “Garden”, estendendosi da via Alessandrini, via Tersicore, via Plutone, via Urano a via Euterpe. All’interno sono presenti giochi per bambini.


Parco della Resistenza (Riccione)

Il parco fu realizzato su un podere coltivato a vigna una trentina d’anni fa. Il terreno è caratterizzato da collinette realizzate con 35.000 metri quadrati di terreno, scavato per attuare la depressione dove è collocato il laghetto, comprensivo di una superficie di circa 900 metri quadrati.
Il territorio ha una superficie di 110.000 metri quadrati e nel suo verde si possono notare quercie, pini e altre varietà variegate di arbusti.
Sono presenti inoltre aree per grandi e bambini, con zone allestite con giochi e grandi campi da calcio.


Parco della Cava (Poggio Berni)

Fin dagli anni Settanta diversi studiosi indicavano la presenza di fossili nel fiume Marecchia. Diversi scavi hanno portato alla luce oltre 2.000 pezzi. La maggior parte dei fossili è costituita da pesci perché nel Pliocene tutta la zona del giacimento era sommersa dal mare, come gran parte dell’Italia.
La visita del parco (via Guado Marecchia), su appuntamento, è guidata da un esperto collaboratore del museo di Rimini, appassionato studioso di paleontologia e scopritore del giacimento stesso e si articola anche in proiezione di diapositive e visione di materiale didattico relativo ai fossili. E’ consigliabile un abbigliamento comodo.
Orario apertura:
dalle ore 8.00 alle 19.00
Periodo apertura:
annuale
Ingresso:
intero 3 euro, ridotto 2 euro
Informazioni:
tel. 0541 629701 (Giorgio Sapigni)


Parco naturale del Sasso Simone e Simoncello (Pennabilli)

Ricade nei comuni di Carpegna, Frontino, Montecopiolo, Piandimeleto, Pennabilli (via Rio Maggio) e Pietrarubbia. Le bellezze e i panorami del territorio offrono a chi visita il parco numerose possibilità di scoperta attraverso escursioni, attività didattica e la buona tavola.
Servizi offerti: escursioni per famiglie e scolaresche, attività didattiche e laboratori di educazione ambientale. Passeggiate a cavallo, mountain bike, nordic wolking, orientiring.

Informazioni:
tel. 0722 770073


L’Albereto (Montescudo)

E’ uno dei boschi più importanti del riminese. Si trova lungo la valle del torrente Marano in località Montescudo. Apertura annuale, con ingresso gratuito.

Informazioni:
tel. 0541 864010


Arboreto (Mondaino)

A pochi chilometri da Mondaino, si trova un ex arboreto composto da nove ettari di parco con due boschi, piccole foreste, uno stagno e decine di sentieri segnalati.
Giardino botanico specializzato per alberi e arbusti, questo arboreto è un centro organizzato per lo studio e lo sviluppo della conservazione di specie e studio di flora e fauna.
Inaugurato e aperto al pubblico nel 1990, oggi raccoglie circa seimila piante; per questo è impiegato anche come metodo di educazione soprattutto per i banbini, che lo vivono come uno spazio per conoscere la natura attraverso il gioco (la fauna e la flora del posto costituiscono un incentivo didattico e divertente per i ragazzi).
Ombre, profumi e giochi di luce costituiscono un paesaggio senza tempo, offrendo luoghi tranquilli e spensierati tra il verde e il canto degli uccelli locali.
Un qualificato gruppo di operatori, un’aula didattica e informatica, una raccolta tematica delle specie arboree e una biblioteca specializzata sono a disposizione dei visitatori più esigenti.

Informazioni:
tel. 0541 25777; 333 3474242


Oasi faunistica e osservatorio ornitologico del Conca (Misano Adriatico)

L’Oasi faunistica del Conca è stata formalizzata nel 1991 dalla Provincia di Rimini (via S. Ilario). Comprende il torrente Conca tra Morciano di Romagna e la foce, per una estensione di 702 ettari. La cosa migliore è visitare l’area percorrendo le piste ciclopedonali che si sviluppano lungo le due rive. L’edificio è provvisto di aperture per l’osservazione degli uccelli (tra le specie rare possono essere avvistate la cicogna bianca, la cicogna nera, la spatola e il pellicano) e di arredo didattico.

Informazioni:
L’Oasi faunistica e l’Osservatorio sono sempre liberamente accessibili. Per l’utilizzo dell’edificio prefabbricato da parte di privati e scolaresche telefonare al 328.2255883 (Claudio Papini). Tel. 0541 52530 (WWF)


Valle del Ventena (Gemmano)

Tra Gemmano e Montefiore Conca si estende questa piccola valle che prende il nome dal torrente Ventena, che l’attraversa e favorisce il rigoglire della vegetazione spontanea (con la presenza del raro ontano e di numerose orchidee, ha mantenuto tratti selvatici inimmaginabili per queste colline così vicine alla costa e ai grandi centri).
E’ uno dei paesaggi più antichi e sorprendenti della provincia. Ben strutturata la rete sentieristica che consente ottime escursioni tra i due paesi e tocca diversi borghi rurali.
Molti gli appassionati di mountain bike che apprezzano tutta la zona.


Riserva naturale orientata (Gemmano)

Sono 123 ettari, tutelati per il loro indubbio valore naturalistico dato dalla presenza di una vegetazione densa e ricca, di una fauna con presenza di animali selvatici rari, di una geologia particolare con formazioni di gessi e calanchi. Un territorio che con un po’ di attenzione consente escursioni e osservazioni naturalistiche e paesaggistiche di ottimo livello, favorite anche da una curata segnaletica. Tra i principali itinerari sono indicati il sentiero della Madonna della Pioggia, il sentiero del Faggio e il sentiero botanico. Tanti altri percorsi a piedi, a cavallo e in mountain bike sono possibili con un minimo di conoscenza del territorio.

Informazioni:
tel. 0541 984694; 339 7688760.


Parco naturale del Marano (Coriano)

Situato a pochi chilometri dalla riviera riminese, il parco si estende lungo il bacino del fiume Marano, nel tratto del territorio comunale di Coriano. Nell’area protetta è visibile una flora variegata, che comprende diversi alberi di alto fusto tra cui pioppi neri e salici bianchi e fiori delle diverse specie. La fauna a volte è visibile con garzette, martin pescatore, upupe, cuculi, e diverse specie di piccoli e medi mammiferi, tra cui scoiattoli, istrici, volpi.
E’ aperto tutto l’anno, con ingresso gratuito (presenti angoli attrezzati con tavoli e sedie).

Informazioni:
Sede organizzativa: Municipio (piazza Mazzini 3, Coriano)


Parco della Pace (Cattolica)

Il Parco della Pace comprende un laghetto al centro, la pista di pattinaggio, una struttura adibita a bar-ristoro e soprattutto ben 2 ettari di verde.
Sono compresi anche giochi per i bambini, un percorso immerso nella natura per gli atleti più esigenti e naturalmente non possono mancare spazi tranquilli e lontani dalla città.


Parco urbano di Igea Marina “Del Gelso” (Bellaria)

E’ aperto tutto l’anno, con ingresso gratuito. Estensione: 40 ettari; vegetazione: piante e cespugli autoctoni; prato a crescita spontanea; lago (ex cava di sabbia rinaturalizzata) 3 ettari di estensione, interventi di ingegneria naturalistica; fauna migratoria; dotato di parcheggio con 60 posti auto; all’interno del parco centro tennis e palazzetto dello sport.

Informazioni:
tel. 0541 343711


Parco Zoo Falconara / FUORI PROVINCIA

Il Parco Zoo Falconara oggi si estende per circa 60.000 mq su una collina di Falconara Marittima (AN). E’ dotato di un parcheggio per oltre 400 automezzi. Vi sono circa 40 zone dedicate, ciascuna, ad una tipologia di animale appartenente ai vari continenti.

Orario apertura:
febbraio e novembre aperto solo domenica, dalle 10.00 alle 17.00; marzo e ottobre aperto tutto i giorni escluso martedi, dalle 9.00 alle 18.30; aprile e settembre ogni giorno dalle 9.00 alle 19.30; da maggio ad agosto ogni giorno dalle 9.00 alle 20.00
Periodo apertura:
annuale, chiuso solo dicembre e gennaio
Localitá:
via Castello di Barcaglione, 10 Falconara Marittima (AN)
Ingresso:
adulti 11 euro, ridotto (da 3 a 10 anni) 9 euro
Informazioni:
tel: 071 911312

Parco-Zoo-Falconara001_0


Cervia Parco Naturale / FUORI PROVINCIA

Il Parco Naturale di Cervia con i suoi 27 ettari di pineta, istituito nel 1963, è stato creato allo scopo di salvaguardare una parte considerevole di ambiente naturale, rendendolo nel contempo fruibile dai turisti e dai visitatori.
Il parco ospita diversi animali, sia quelli appartenenti a specie selvatiche che quelli domestici tipici della “fattoria”. Grazie ad un percorso botanico si potrà far conoscenza della vegetazione tipica della pineta di Cervia.

Orario apertura:
dal 1° febbraio al 31 marzo dalle 13 al tramonto, dal 1° aprile al 30 settembre tutti i giorni dalle 9.00 al tramonto, in ottobre da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 12.30, sabato dalle 9.00 al tramonto, dal 2 al 30 novembre dalle 13 al tramonto
Periodo apertura:
annuale, chiuso solo dicembre e gennaio
Localitá:
viale Carlo Forlanini – Cervia Terme
Ingresso:
gratuito
Informazioni:
tel. custode parco cell. 328 1505914

Cervia-Parco-Naturale001

Cervia-Parco-Naturale002


Eden Park /Parco tematico/

Oasi faunistica per volatili e giardino botanico. Si estende su 35.000 metri quadrati, sui quali gli animali si muovono in completa libertà. Piante e giochi d’acqua sono collocati armoniosamente per offrire le suggestioni di un giardino botanico. Lo scopo didattico – culturale del parco è evidenziato dalle schede zoologiche e botaniche che illustrano le caratteristiche di ogni animale e di ogni pianta.

Orario apertura:
nel periodo invernale é aperto solo nel week-end, dopo Pasqua é aperto tutti i giorni dalle ore 9.00
Periodo apertura:
tutto l’anno
Localitá:
via Popilia 345/347 – Torre Pedrera di Rimini
Ingresso:
nel periodo invernale gratuito, dopo Pasqua biglietto intero 9 euro, ridotto 5 euro
Informazioni:
tel. 0541 720638, cell. 338 4586926

Eden-Park001UJ

Eden-Park002UJ